giovedì
21 giugno 2018

04:38

Presentato il Programma 2018 della Fondazione Musei civici di Venezia

E’ stato presentato questa mattina a Milano il Programma 2018 della Fondazione Musei civici di Venezia. Anche quest’anno il calendario proposto è ricco di appuntamenti, con mostre, eventi temporanei e attività di approfondimento culturale e scientifico, spalmati non solo tra le varie sedi museali veneziane ma anche a Mestre. L’impegno della Fondazione si concentrerà in particolare sulla valorizzazione e la conoscenza delle collezioni permanenti e dei loro protagonisti; sul proseguimento dell’intensa attività di ricerca scientifica svolta in collaborazione con le più importanti istituzioni culturali e museali nazionali e internazionali; sulla valorizzazione dei siti e dello straordinario patrimonio cittadino gestito per conto del Comune di Venezia.

Tra i fiori all’occhiello dei 27 eventi in programma le due mostre ospitate a Palazzo Ducale: il tributo a John Ruskin (10 marzo-10 giugno) e l’esposizione dedicata alle opere dello Jacopo Tintoretto maturo (7 settembre-6 gennaio 2019). Sempre nell’ambito delle celebrazioni per il 500° anniversario della nascita del pittore veneziano le Gallerie dell’Accademia ospiteranno, nello stesso periodo, una mostra sulle sue opere giovanili, mentre altre iniziative sono previste nelle Scuole grandi di san Rocco e san Marco, alla Curia patriarcale e a Palazzo Mocenigo.

La rinnovata collaborazione col museo Ermitage di Pietroburgo porterà alla realizzazione di due eventi: “Futuruins” a Palazzo Fortuny (1 settembre-7 gennaio 2019) e “Venezia e San Pietroburgo” al Centro Candiani di Mestre (21 novembre-20 febbraio 2019). Un altro evento ospitato in Terraferma sarà, in estate, a Forte Marghera, la mostra dedicata alla motocicletta.

Il collezionismo e la valorizzazione delle raccolte museali saranno al centro dell’offerta espositiva primaverile (23 marzo-23 luglio) di Palazzo Fortuny, mentre Ca’ Pesaro proseguirà nell’opera di rilettura inedita di grandi artisti del 20° secolo (Gino Rossi, Juan Navarro Baldeweg, Angelo Morbelli) con in più un omaggio all’ “Epoca Fiorucci” (23 giugno-13 gennaio 2019).

Al Correr da segnalare l’arricchimento della collezione napoleonica (grazie alle miniature e ai cimeli donati dalla collezionista Paola Sancassani) e la mostra “Printing R-Evolution 1450-1500 (1 settembre-7 gennaio 2019). A Ca’ Rezzonico spazio invece a due figure centrali del Settecento veneziano: la pittrice e poetessa Giulia Lama (23 maggio-10 luglio) ed il mecenate Anton Maria Zanetti (29 settembre-7 gennaio 2019).

Come è ormai consuetudine le attività espositive si completeranno con una ricca e diversificata offerta didattica e formativa.

PDF icon Vedi il programma completo

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami