mercoledì
13 dicembre 2017

23:12

DIGITALmeet 2017 si presenta

DIGITALmeet 2017, contaminazione tra digistar e bottom up. Il festival sul digitale torna dal 19 al 22 ottobre (con anticipi e posticipi). Oltre 140 incontri e 300 speaker in dieci regioni, focus su IoT e cybersecurity. Ospiti d’onore il guru giapponese Matsushima e Faggin, l’inventore del microchip

Rizzuto e Potti

Padova, 10 ottobre 2017 – Sono così tanti che in quattro giorni tutti non ci stavano. DIGITALmeet 2017, il festival diffuso sul mondo del digitale più grande d’Italia, torna per il quinto anno consecutivo con oltre 140 incontri (tutti gratis) e 300 speaker dal 19 al 22 ottobre, ma il ricchissimo menu servito da Fondazione Comunica e Talent Garden Padova (con il patrocinio dell’Università di Padova e la main partnership di un istituto bancario orientato all’innovazione come Crédit Agricole FriulAdria) si estende di fatto dal 17 al 24 ottobre con tanto di antipasti, tempi supplementari e gran finale, tutti all’insegna dell’hashtag #DM17 e di uno slogan collaudato come Scopri, Usa, Crea, Sogna.

L’espansione continua

L’invito è rivolto a imprese, istituzioni e cittadini, esperti e neofiti; la spinta arriva dal basso, come confermano gli eventi organizzati da molteplici realtà vicine al territorio che hanno sete di giocare un ruolo attivo nella sfida dell’innovazione: dopo aver raggiunto l’Emilia Romagna nel 2016, quest’anno DIGITALmeet abbraccia dieci regioni e una settantina di location, dal Nordovest al Sud passando per il Centro. Un ulteriore passo avanti per un festival in crescita esponenziale: partito nel 2013 dal Nordest con 20 incontri e 78 speaker, DIGITALmeet si prepara a superare di slancio le 11 mila presenze registrate l’anno scorso. Un ottimo motivo per brindare con Sport Digital Beer, la nuova birra creata apposta per #DM17 che verrà servita gratis ai partecipanti di molti incontri.  

«Ci sono tutti gli ingredienti per un’edizione record, contraddistinta dalla spontaneità delle candidature – commenta Gianni Potti, Presidente di Fondazione Comunica e Founder DIGITALmeetInfatti ci tengo a sottolineare che un evento su due è bottom up, nel senso che nasce direttamente dalle richieste dei territori e delle comunità digitali: dopo cinque anni possiamo dire che finalmente DIGITALmeet è ovunque, proprio come volevamo quando abbiamo mosso i primi passi. Questo ci consente anche di trattare alcuni temi che in passato non riuscivamo a intercettare, come quelli di grande attualità legati a Internet of Things (IoT) e cybersecurity che saranno al centro di #DM17. Senza dimenticare gli approfondimenti sulla realtà virtuale».

Palati fini e follower

Oltre all’aspetto tecnologico, sotto i riflettori finisce quello etico: #DM17 presidierà il labile confine tra giusto e sbagliato, con approcci diversificati per raggiungere il più ampio pubblico possibile. Da una parte dunque ecco gli incontri per palati fini come quello con il Presidente Emerito della Camera dei Deputati Luciano Violante, che venerdì 20 a Padova analizza il mutamento delle relazioni sociali nell’era digitale; dall’altra ecco invece eventi pop come Vivere di Facebook, che nel pomeriggio di sabato 21 porta all’Università di Padova le digistar di tre pagine FB da 3,5 milioni di follower come Il Milanese Imbruttito, Casa Surace e Lercio.it, o quello con Daniele Doesn’t Matter, youtuber con oltre un milione di follower che subito dopo partecipa all’incontro I social cambiano il modo di fare giornali, radio e televisione: i casi di RDS, Repubblica/Stampa e Wired.

Studenti, Evangelist e professionisti

Rosario Rizzuto (Rettore UNIPD) con Holones

Lunedì 23 ci sarà spazio anche per un confronto laico con l’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Padova, che coinvolgerà gli studenti in una performance sulla ricerca del contatto fisico e in una riflessione sull’etica nel web; sabato 21, nei supermercati Despar di Padova e Vicenza, i Digital Evangelist spiegheranno ai clienti quali sono i trucchi per usare al meglio il proprio smartphone, come effettuare acquisti online in sicurezza e come tutelare i propri dati. Dal 19 al 22 ottobre, inoltre, #DM17 avrà quattro reporter speciali: Alberto, Andrea, Matteo e Tommaso, studenti del liceo scientifico Romano Bruni di Padova che trasmetteranno alcuni incontri in diretta sui social. Dalla scuola al mondo del lavoro il passo è breve e propone due incontri organizzati in collaborazione con il Digital Innovation Hub t2i: giovedì 19 la Camera di Commercio di Treviso ospita un incontro per tirare le somme sul primo semestre del Piano Industria 4.0, mentre venerdì 20 la Camera di Commercio di Belluno propone un focus sul Digital Manufacturing. Sempre venerdì 20 a Treviso c’è il convegno Agenda Digitale del Veneto 2020: i nuovi finanziamenti per lo sviluppo del Veneto con il Vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin, mentre negli spazi di Confindustria Vicenza va in scena Cybersecurity4Factory con Marco Mauceli, Chief Technology Officer di Microsoft.    

Robotica giapponese e ingegno italiano

Due gli appuntamenti da non perdere. Giovedì 19, a Padova, il guru giapponese della robotica Keiju Matsushima parlerà di Industria 4.0 e Robotica, più PIL, più posti di lavoro? con un panel che comprende imprenditori e professori, nell’ambito di un incontro organizzato in collaborazione con Considi. Matsushima, docente alla Hosey University di Tokyo e presidente del Working Group per il sostegno alle Pmi compreso nel consorzio giapponese RRI (Robot Revolution Initiative), esporrà la sua ricetta per coniugare automazione e tutela dell’occupazione senza traumi. Martedì 24 il gran finale con Federico Faggin, il fisico italiano che ha inventato il microprocessore e nel 2010 ha ricevuto la Medaglia d’oro all’Innovazione da Barack Obama: a Padova, Faggin descriverà la storia, l’esperienza e le lezioni di vita imparate nella sua carriera di ricercatore, inventore, ingegnere e imprenditore in Silicon Valley, dove vive dal 1968, illustrando anche la sua recente ricerca sulla natura della consapevolezza.

Dal museo alla fattoria (e oltre)

DIGITALmeet è anche l’occasione per (ri)scoprire luoghi sconosciuti o dimenticati, veri e propri gioielli dove il digitale è di casa. Due esempi: da una parte il Museo dell’Informatica dell’Università di Verona, che venerdì 20 ospita un incontro sulla realtà mixata con un computer olografico indossabile fornito da Vecomp Software e sabato 21 apre al pubblico; dall’altra Vallevecchia, azienda pilota di Veneto Agricoltura con sede a Caorle (Venezia) che lunedì 23 apre le porte per mostrare i processi digitali avviati nella filiera delle colture estensive, della zootecnia e della tutela forestale. Con #DM17 inoltre va in scena MeetFactory, un format che vuole dare spazio ai luoghi dell’innovazione dove si fa ricerca e si crea il futuro con un occhio di riguardo a manifatturiero, servizi e formazione: dal 19 al 22 aziende, centri di formazione e centri di ricerca apriranno le porte ai visitatori e presenteranno le loro attività con visite guidate, workshop ed eventi esperienziali. E quest’anno scatta anche la prima edizione di DIGITALmeet Award, contest dedicato a tutti gli innovatori del digitale: in palio c’è un viaggio a Barcellona fra Talent Garden, hub innovativi e startup.

Per orientarvi e geolocalizzarvi, il programma completo di DIGITALmeet 2017 è disponibile su www.digitalmeet.it.   


DIGITALmeet 2017
Gli eventi da non perdere

Martedì 17 ottobre

9.00 / 13.00
DIGITALTOURISM17 – L’innovazione digitale nella filiera turistica
Centro Conferenze della Stanga, Piazza Zanellato 21, Padova

La nuova gestione integrata di informazione, promozione e commercializzazione dell’offerta, ma anche l’interoperabilità tra portali turistici dei diversi livelli di destinazione. Strumenti e strategie digitali per avere successo sul web. Esperti a confronto e tavoli di lavoro per definire le nuove linee guida sulla promozione delle destinazioni turistiche.

Mercoledì 18 ottobre

11.00 / 12.30
Le eccellenze dell’Industria 4.0: quando l’IoT sposa il colore
ARD f.lli Raccanello S.p.A., Via Prima Strada 13, Padova

L’evoluzione tecnologica e la digitalizzazione non comportano solo più qualità e meno costi, ma anche un’efficienza che coinvolge tutti i settori e i processi aziendali. La ARD f.lli Raccanello S.p.A., specializzata in prodotti vernicianti, racconta quali azioni ha intrapreso per rinnovare il suo apparato produttivo, con cui oggi può gestire e archiviare in formato elettronico tutti i dati processati.

15.30 / 18.30
Aziende, Città e Cittadini 4.0: il Rinascimento Digitale
Auditorium G. Fini, Confindustria Emilia, Via Bellinzona 27/A, Modena

Le PMI possono essere fautrici del Rinascimento Digitale con le istituzioni e i cittadini, che quindi possono contribuire e diventare “mecenati dell’innovazione”. AD Consulting Group propone un incontro con imprenditori, amministratori pubblici e manager su temi come Internet delle Cose (IoT), Industria 4.0, trasformazione digitale e SmartCity, con la premessa che spesso i progetti più ambiziosi si rivelano fallimentari proprio perché manca un tassello decisivo: il mecenatismo.

18.30
Internet of Things entra nelle imprese e nella vita delle persone
Talent Garden Pordenone, Piazzetta Furlan 4, Pordenone

Il 2016 è stato un anno importante per i big data, con sempre più organizzazioni che memorizzano, elaborano ed estraggono valore da dati di ogni forma e dimensione. Nel 2018 i big data aumenteranno in maniera esponenziale e si avvicineranno ad alcuni yottabyte (un numero di 24 cifre!) all’anno. La conseguenza sarà una forte domanda di piattaforme in grado di governare e proteggere i dati. Ma chi sono e chi saranno gli utenti di questi device? E come cambieranno le nostre abitudini?

Giovedì 19 ottobre  
9.30 / 11.30
La trasformazione digitale dalla cyber security all’Industria 4.0
Aula 311, Via Lungadige Galtarossa 21, Verona

Nel 2020, almeno 60 miliardi di oggetti intelligenti saranno collegati in rete. Oltre a saper leggere e usare questa enorme mole di big data, bisogna metterla al riparo dagli hacker: nel 2016 il mondo ha assistito a 1.050 attacchi informatici e l’Italia è salita al quarto posto per numero di vittime, colpite soprattutto da malware che chiedono un riscatto per sbloccare i file criptati. L’escalation coinvolge comuni, aziende, metropolitane, aeroporti, ospedali e centrali nucleari. Da proteggere con inferriate virtuali.

15.00 / 17.30
OPEN INNOVATION & I4.0
Camera di Commercio di Treviso, Piazza Borsa, Treviso

Da una parte l’incremento degli ordinativi sul mercato interno di beni strumentali come i macchinari (+11,6%), i dati positivi sul numero di imprese che aumenteranno la spesa in ricerca e sviluppo (+10/15%), l’investimento di 3,5 miliardi per la Banda Ultra Larga, l’importo del Fondo di Garanzia (+10,7%) e le agevolazioni concesse con i Contratti di Sviluppo; dall’altra la crescita contenuta degli investimenti early stage e soprattutto il ritardo nella costituzione dei Competence Center. Il Piano Industria 4.0 ha chiuso il primo semestre tra luci ed ombre: a DIGITALmeet si cerca di capire cos’è stato fatto e cosa c’è da fare.

18.00 / 19.30
INDUSTRIA 4.0 E ROBOTICA, più PIL, più posti di lavoro?
Sala dei Giganti di Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7, Padova

Una rivoluzione industriale, la quarta, è indubbiamente in corso. Ogni rivoluzione ha un prezzo e un possibile futuro: il capitale umano, decisivo per le nostre imprese, quale prezzo paga o ci guadagna? I primi confortanti dati su Industria 4.0 sono frutto di propaganda o un avvio concreto di digital transformation del sistema produttivo Paese? Il Giappone, padre della più avanzata robotica, cosa ha da dire al riguardo e cosa può insegnarci? Dal Giappone, e dal guru della robotica Keijyu Matsushima, arrivano ricette utili al sistema delle PMI italiane.

19.30 / 20.00
DIGITALmeet AWARD
Sala dei Giganti di Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7, Padova

DIGITALmeet AWARD è il nuovo premio dedicato a tutti gli innovatori del digitale che mette in palio un’esperienza a Barcellona fra Talent Garden, hub innovativi, incontri di business matching e startup. I progetti in lizza spaziano dall’IoT all’intelligenza artificiale passando per la realtà aumentata, dal marketing al fashion passando per la sanità. Chi sarà il primo a vincere?

Venerdì 20 ottobre

9.30 / 12.00
La realtà mixata: quando mondo reale e virtuale si fondono
Sala Verde, Dipartimento di Informatica Università, Via Le Grazie 15, Verona

Un’immagine sintetica da maneggiare a piacimento, sovrapposta con coerenza alle immagini dell’ambiente circostante: è questo l’effetto prodotto dai visori interattivi di realtà mixata come HoloLens. Per scoprire questa tecnologia, Vecomp Software porta in aula un computer olografico indossabile e diversi esperti di trasformazione digitale, accomunati dalla voglia di mostrarvi che il futuro è già presente.

10.00 / 12.30
Agenda Digitale del Veneto 2020: i nuovi finanziamenti per lo sviluppo del Veneto
Auditorium Chiesa di Santa Caterina, Piazzetta Botter 1, Treviso

Rispondere alla frammentazione dei mercati digitali e del commercio elettronico, alla mancanza di cooperazione e standardizzazione dei processi e delle applicazioni, al problema dei crimini informatici, all’esiguità degli investimenti nelle infrastrutture di accesso alla rete e nella ricerca, all’arretratezza culturale e alla carenza di competenze per vincere le nuove sfide, come il cambiamento climatico e l’invecchiamento demografico: è a questo che servono le Agende Digitali. E DIGITALmeet invita tutti a scoprire quella approvata lo scorso giugno in Veneto, nel corso di un incontro che vedrà tra gli speaker anche il Vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin. 

15.00 / 17.00
Digital Manufacturing & AR/Cobotics
Camera di Commercio, Piazza Santo Stefano 15/17, Belluno

Lo scenario digital ha ridefinito gli equilibri del mercato cambiando il concetto stesso di business, che oggi deve rivolgersi ad un’audience sempre più connessa, tecnologica ed esigente. La digital transformation è una rivoluzione che ogni imprenditore o manager prima o poi si troverà ad affrontare insieme alla sua azienda. Si partirà dal fondamentale concetto della re-ingenirizzazione del processo produttivo, fino alle nuove sfide della robotica integrata, per arrivare ad una produzione sempre più flessibile e connessa con il mercato e quindi il consumatore finale.

16.00 / 18.00
Cybersecurity4Factory – Viaggio in sicurezza verso la digital era
Palazzo Bonin Longare, Corso Palladio 13, Vicenza

Oltre a quello di pubblicare i bandi per i Competence Center, il piano Industria 4.0 si pone diversi obiettivi a breve termine, come incrementare gli investimenti privati da 80 miliardi a più di 90 entro il 2018 e aumentare di 11,3 miliardi la spesa privata in ricerca e sviluppo 4.0 entro il 2020. Termine entro il quale le previsioni parlano di 200 mila studenti universitari e tremila manager specializzati in temi 4.0. Voli pindarici o obiettivi a portata di mano?

18.15 / 19.30
Il mutamento delle relazioni sociali nell’era digitale: riflessi politici, giuridici e scientifici
Teatro Ruzante, Riviera Tito Livio 45, Padova

Il mondo digitale ha modificato le modalità della comunicazione, ma anche i contesti sociali di riferimento. La diffusione di internet incide sullo sviluppo economico e sociale ed anche sui caratteri della democrazia. Non viviamo un’epoca di cambiamento, ma un cambiamento d’epoca. Diviene quindi indispensabile riflettere sull’influenza del digitale sulla formazione dell’opinione pubblica e sulle sue ricadute anche nell’ambito del diritto e della scienza. Il compito è affidato a Luciano Violante, che presenterà il suo libro “Democrazie senza memoria”.

Sabato 21 ottobre

10.00 / 12.00
Smart City da provare. Dalle parole all’esperienza
Consorzio ZIP, Galleria Spagna 35, Padova

Mobilità, comunicazione, rispetto dell’ambiente, efficienza energetica: sono questi i temi al centro della Smart City, la città intelligente che sfrutta le tecnologie per ottimizzare servizi e infrastrutture. Muoversi in un contesto del genere significa vivere meglio e ha ricadute positive sotto tutti gli aspetti, competitività compresa. In Italia, da questo punto di vista, ci sono ampi margini di miglioramento. A DIGITALmeet ne parleranno il direttore generale di AcegasAps Roberto Gasparetto, il presidente del Consorzio ZIP Alberto Cecolin, l’amministratore delegato di AD Consulting Group Christian Maiolo e il direttore generale di Acantho S.p.A. Donato Rocchi, durante un incontro di stampo esperienziale che porterà diversi esempi di Smart City.  

10.30 / 16.30
Io e il digitale. Tecnologia facile per tutti
Incontri di alfabetizzazione digitale organizzati negli spazi del circuito DESPAR presso il Centro Commerciale Brentelle e Ipercity a Padova, Interspar a Pontevigodarzere, Il Grifone a Bassano del Grappa e Centro Commerciale Adigeo a Verona

Despar e Fondazione Comunica uniscono le forze in occasione di DIGITALmeet, il più grande festival italiano sul digitale, per lavorare a un obiettivo comune: contribuire alla diffusione delle competenze digitali nel nostro territorio, perché nessuno deve essere lasciato indietro! Quali sono i trucchi per utilizzare al meglio il proprio smartphone? Come effettuare acquisti online in sicurezza? Come tutelare i propri dati online? Scopritelo insieme a Despar e DIGITALmeet!

11.00 / 13.00
Cybersecurity e Industria 4.0. Industria e infrastrutture critiche: vulnerabilità e sicurezza con le  nuove tecnologie
Archivio Antico di Palazzo Bo, Via VIII Febbraio 2, Padova

L’Industria 4.0, con l’interconnessione tra sistemi industriali (Scada) e IoT, è una grande opportunità per le aziende che però aumenta enormemente la superficie di attacco. L’evento illustrerà covert channel e side channel, due nuove tipologie di cyberattacco che permettono comunicazioni nascoste per rubare informazioni e inferenze senza bisogno di violare o di accedere al sistema. Le difese di infrastrutture e industria devono aggiornarsi per tenere conto di queste nuove minacce.

11.00 / 19.00
Wingsuit VR – Vitruvian Game
Via VIII Febbraio, davanti al Comune, Padova

Alla fine del XV secolo Leonardo Da Vinci disegnava l’Uomo Vitruviano, inscritto armoniosamente sia nel cerchio che nel quadrato per evidenziare le perfette proporzioni del suo corpo. Oggi, 2017, FabLab Network srl da Padova lancia un simulatore di volo con tuta alare che si ispira proprio al capolavoro di Leonardo: chi vuole provare l’emozione del volo in modalità realtà virtuale dovrà semplicemente indossare lo zaino e gli occhiali del prototipo, realizzato per Intel. Da provare! 

15.00 / 17.00
Vivere di Facebook. Faccio cose e vedo gente… ai tempi della rete
Aula Nievo, Palazzo Bo, Via VIII Febbraio 2, Padova

Com’è possibile far entrare tre milioni e mezzo di persone nell’Aula Nievo di Palazzo Bo? Il giornalista freelance Cesare Granati ci proverà mettendo a confronto Il Milanese Imbruttito, Casa Surace e Lercio.it. Più che tre pagine Facebook, tre produttori digitali che ogni giorno fanno community, spettacolo e controinformazione attraverso il social network più famoso del mondo. Gli esperti, il Professor Luca De Pietro dell’Università di Padova e il Professor Fabrizio Panozzo dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, incalzeranno le web star presenti per spiegare e far capire che dietro ad ogni successo (anche se fa ridere) c’è sempre lavoro e competenza.

17.00 / 19.00
I social cambiano modo di fare giornali, radio e televisione: i casi di RDS, REPUBBLICA/STAMPA, WIRED
Aula Nievo, Palazzo Bo, Via VIII Febbraio 2, Padova

In principio erano le telefonate, poi sono arrivati sms e mail. Oggi, con le mille opzioni offerte dai social, l’interazione tra conduttori e pubblico è aumentata a dismisura. E questo è solo l’aspetto più eclatante di una mutazione ancora in corso, che riguarda anche il dietro le quinte. Il modo migliore di scoprirla è farla raccontare a chi la sta vivendo in prima persona: a DIGITALmeet arrivano il direttore generale di RDS Massimiliano Montefusco, la conduttrice di RDS Petra Loreggian, il direttore della divisione digitale di Espresso/Repubblica Massimo Russo, il direttore di Wired Federico Ferrazza e Daniele Doesn’t Matter, star del web con oltre un milione di contatti su YouTube.

Lunedì 23 ottobre

10.30 / 12.30
Innovazione 4.0. La digitalizzazione in Agricoltura
Azienda Pilota e Dimostrativa Vallevecchia, Caorle(Venezia)

Cosa c’entra il digitale con l’agricoltura? C’entra nella misura in cui l’innovazione sta trasformando approcci e risultati anche nel settore primario: i contadini sono sempre più interessati a big data, sensori, droni e Gps. Per ridurre i costi e ottimizzare la distribuzione, ma anche per valorizzare la biodiversità e la sicurezza dei prodotti, proprio come ha fatto Valleverde con l’agricoltura di precisione. Un incontro in collaborazione con Veneto Agricoltura e Coldiretti Veneto, per scoprire le potenzialità del digitale all’aria aperta. Tra gli ospiti, il Direttore di Veneto Agricoltura Alberto Negro.

17.00
ETHICAL BRAINFRAME
Sala Paladin di Palazzo Moroni, Via VIII Febbraio 8, Padova

Abitare correttamente gli ecosistemi digitali presuppone una presa di coscienza. Per far fronte a questa sfida, DIGITALmeet e l’Ufficio comunicazione della Diocesi di Padova propongono il concetto di Ethical brainframe, ovvero una struttura mentale di percezione e interpretazione della realtà che consenta il collocamento di alcuni confini etici, sviluppata sulla scorta del noto massmediologo Derrick de Kerckhove. A elaborare la cornice etica sarà un gruppo di studenti universitari guidati da Mauro Conti, docente e fondatore di SPRITZ (Security and Privacy Research Group), Anna Spagnolli, psicologa e docente, e Marco Sanavio, direttore dell’Ufficio comunicazione della diocesi di Padova e autore del libro “Generazioni digitali”.

Martedì 24 ottobre  

17.30
Lectio Magistralis di Federico Faggin, fisico e inventore del microprocessore
Dai Microprocessori alla Consapevolezza
Auditorium dell’Orto Botanico, via Orto Botanico 15, Padova

Nel 1971, dopo la laurea in Fisica all’Università di Padova, ha realizzato 4004, il primo microprocessore al mondo. E nel 2010 Barack Obama gli ha consegnato la medaglia d’oro per l’innovazione. A DIGITALmeet Federico Faggin descriverà la storia, l’esperienza e le lezioni di vita imparate nella sua carriera di ricercatore, inventore, ingegnere e imprenditore in Silicon Valley, USA, dove vive dal 1968. Faggin illustrerà brevemente anche la sua recente ricerca sulla natura della consapevolezza, con l’obbiettivo di sviluppare un modello che unifica mente e materia.

Lascia un commento

1 Commento su "DIGITALmeet 2017 si presenta"

Avvisami
avatar
Ordina per:   Data (dal più recente) | Data (dal più vecchio) | I più votati
trackback

[…] 22 ottobre 2017 farodiroma.it Il Mattino di Padova venetoeconomia.it Sito Università di Padova ilpopoloveneto.it […]

wpDiscuz