sabato
23 giugno 2018

08:24

Logistic Net entra in Bracchi, nasce uno dei poli logistici più grandi d’Europa

Svolta nella proprietà dell’azienda di Bassano del Grappa, obiettivi di crescita e sviluppo a doppia cifra. L’amministratore delegato Matteo Vaccari: “Per noi è un grande passo, grazie alle sinergie e al nuovo network siamo pronti a crescere molto più velocemente”

Logistic Net, controllata al 100 % da Bas Group Spa, annuncia un nuovo salto di qualità. L’azienda entra a far parte (assieme alle “sorelle” Bassanosped, Il Corriere, Ribosped e Bas Express) del gruppo Bracchi, società di Bergamo leader nella logistica tecnica nel settore degli ascensori, delle scale mobili, delle macchine agricole, nella farmaceutica e nella cosmesi. Un gruppo leader europeo nel proprio segmento di azione: nel 2017 ha fatturato oltre 90 milioni di euro e occupato circa 220 dipendenti nelle quattro sedi.

“L’opportunità di crescita e di sviluppo per noi è enorme”, commenta Matteo Vaccari, amministratore delegato di Logistic Net, confermato al timone dopo l’acquisizione con l’obiettivo di dare continuità ad una gestione aziendale che negli anni è sempre stata in costante crescita. Con lui, confermati anche i desk dirigenziali di Bassanosped con Cristiano Pellizzari, Bas Express con Michele Ferro e Il Corriere con Luca Andolfatto. “Abbiamo fatto un grande passo che ci permetterà di acquisire e gestire nuovi clienti, in particolare nel settore del fashion, una delle nostre specializzazioni”, incalza Vaccari. “Ma potremo anche proporre nuovi servizi legati al core business del gruppo Bracchi tramite le sedi logistiche e distributive di Fara Gera d’Adda (BG), Lublin (PL), Levice (SK), Dunajska Streda (SK), Ettenheim-Mahlberg (DE)”. 

Oggi a Bassano del Grappa è nato un polo logistico tra i più grandi e specializzati del Mitteleuropa che potrà garantire alle aziende venete, ma non solo, velocità e professionalità nella gestione e movimentazione delle loro merci.

Le sinergie nelle quali adesso Logistic Net si muove sono molto ampie. Grazie all’unione con Bas Group Spa, Bracchi può ora disporre infatti di strutture per quasi 180.000 mq per un fatturato di gruppo pari a circa 130 milioni euro, rafforzando la leadership nella logistica tecnica e nei servizi di trasporto a livello europeo.

Matteo Cirla, amministratore delegato di IGI Private Equity e presidente di Bracchi ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di poter contribuire alla crescita della Bracchi al fianco di tutto il team di manager e soci e crediamo che l’integrazione con Bas Group potrà dare ulteriori soddisfazioni, grazie soprattutto all’eccellente management team che abbiamo trovato e alla loro consolidata capacità di essere protagonisti d’eccellenza nel servizio offerto ai clienti. IGI Private Equity prosegue nella attività di investimento in eccellenze italiane e nel loro consolidamento attraverso acquisizioni mirate. Tale strategia ha guidato l’investimento del fondo IGI Investimenti Cinque e proseguirà nel nuovo fondo IGI Investimenti Sei in fase di raccolta con un target fissato a 150 milioni di euro”.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami