giovedì
27 luglio 2017

06:45

Il Trio de Il Volo si racconta: il tour europeo in partenza il 5 maggio da Torino, il progetto di un nuovo disco e un film al cinema il 15 giugno

di Francesca Monti

Dopo aver conquistato gli Stati Uniti con ben 15 sold out durante la prima parte del tour mondiale, Il Volo è pronto a far innamorare l’Europa con lo spettacolo “Notte Magica – A Tribute To The Three Tenors” (un progetto di Michele Torpedine), confermando così il grande successo del progetto dedicato ai tre tenori.

La prima data italiana sarà venerdì 5 maggio, al Pala Alpitour di Torino; da qui Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble torneranno a portare sul palcoscenico un programma dove le melodie del repertorio napoletano, italiano e internazionale si alterneranno a brani tratti da grandi musical e con le più celebri arie d’opera.

Il Volo, il trio dei giovani tenori italiani, definito il fenomeno del pop lirico, ha presentato il tour alla stampa, raccontando anche i nuovi progetti.

Porteremo sul palco l’ultimo nostro concerto “Notte magica” e faremo un tributo ai tre grandi tenori Domingo, Carreras e Pavarotti con classici italiani, napoletani e stranieri, arie d’opera e due inediti, l’Ave Maria Madre Misericordia, scritta appositamente per noi, e la versione sinfonica di “Grande Amore”. Placido Domingo continua ad accompagnarci in questo cammino, è tornato con noi sul palco a Los Angeles poche settimane fa. Noi siamo arrivati il 2 marzo in America e avevamo paura alla dogana di non poter entrare (dopo il rifiuto di cantare per Trump). Siamo tornati felicissimi dei 15 sold out, abbiamo rischiato molto: abbiamo aumentato la capienza e ridotto le date, facendo i live però nelle grandi città come New York e Los Angeles”, hanno raccontato Piero, Gianluca e Ignazio.

“Il successo americano è stato il primo ad arrivare, ancor prima della vittoria di Sanremo che ha consacrato la popolarità del trio anche in Italia, dove c’era diffidenza verso il loro repertorio. Dobbiamo far capire a tutti la differenza che c’è fra questo progetto e tutti gli altri. In pochi anni siamo arrivati a ottenere gli stessi palchi di Andrea Bocelli”, ha spiegato Michele Torpedine.

I teatri sono frequentati da persone adulte o anziani. Oggi non potremmo cantare alla Scala ma dopo Sanremo abbiamo usato la nostra fama per portare anche il Nessun Dorma ad un pubblico più giovane, che oltre a Grande Amore può così conoscere anche le opere liriche”, ha aggiunto Gianluca Ginoble.

Piero Barone ha parlato della versione dell’Ave Maria Madre Misericordia, canzone che doveva essere cantata durante la GMG 2016 a Cracovia (la partecipazione del trio all’evento è saltata all’ultimo istante) e dell’incontro in udienza privata con il Papa che avverrà tra pochi giorni: “Non ci aspettavamo un riscontro del genere. Era il brano che avremmo dovuto cantare alla Giornata Mondiale della Gioventù ma non è stato possibile. Tra pochi giorni avremo un’udienza privata con Papa Francesco e gli consegneremo un disco fatto appositamente per lui con questa canzone e gli spiegheremo il progetto che stiamo realizzando con la Caritas per regalare una giornata in musica a tutte le persone povere di Roma”.

Dopo lo straordinario successo di “Notte Magica – A tribute To the Three Tenors”, l’ultimo album del trio con la partecipazione straordinaria di Placido Domingo, uscito in tutto il mondo per Sony Music, disco di platino in Italia, tra i prossimi progetti c’è la realizzazione di un disco pop, come ha spiegato Ignazio Boschetto: “A fine anno ci rinchiuderemo in studio per lavorare al nostro album. Sarà un progetto importante e speriamo possa consolidare il valore de Il Volo. Lavoreremo con Emilio Estefan per un disco legato al mercato latino. Le canzoni spagnole stanno spopolando anche se non faremo Despacito (scherzano). Vogliamo dimostrare che siamo in grado di poter cantare anche brani pop. Sarà però sempre un disco in cui si sentirà l’impronta de Il Volo. Il mercato latino è importante per noi. Vogliamo fare un disco di inediti leggero, sarà anche tradotto in italiano, ma ci saranno brani dal sapore latino. Ci stiamo lavorando con Sony Italia e Sony Latin”.

Non ci sono invece progetti solisti all’orizzonte: “In questo momento sarebbe una follia. Dobbiamo dimostrare ancora tanto con il Volo però esperienze diverse soliste potrebbero portare valore e prestigio al gruppo. Ad esempio Piero sta studiando lirica. Al momento però siamo concentrati sui progetti insieme”, hanno dichiarato i tre tenori.

Il 13 maggio a Kyev ci sarà l’Eurovision a cui Il Volo ha preso parte nel 2015, dopo la vittoria a Sanremo: “Rappresentare l’Italia all’Eurovision è stata una grandissima esperienza, nonostante il terzo posto finale. Francesco Gabbani è un grande artista, lo stimiamo e gli auguriamo tanto successo”, ha raccontato Gianluca Ginoble.

Per quanto riguarda gli autori con cui vorrebbero collaborare per i testi del nuovo disco  Ignazio, Piero e Gianluca hanno le idee chiare: “Siamo alla ricerca di brani. Ermal Meta ci ha mandato delle canzoni, probabilmente l’album conterrà qualche suo pezzo. Ci piacerebbe avere un singolo scritto da Tiziano Ferro”.

I tre tenori hanno parlato della passione per il calcio, infatti Piero è tifoso del Milan, Ignazio della Juventus e Gianluca della Roma, e del fatto che per essere ventenni non è necessario sballarsi: “Assaporiamo un calice di vino bianco con il pesce. Oppure andiamo ogni tanto in discoteca. Bisogna bere o ubriacarsi per aver vent’anni? Non ci piacciono le etichette, noi siamo alternativi, non vogliamo fare quello che fanno tutti. E facciamo tutte le cazzate che i ventenni fanno”.

Infine i tre ragazzi hanno risposto ad una domanda del critico musicale Fegiz che ha chiesto loro se è vero che il tenore non deve avere rapporti prima di andare in scena mentre il soprano sì: “E’ molto vero ed è scientifico. Per cantare, soprattutto questo genere, si usano molto i muscoli addominali, gli obliqui in particolare. E se si hanno rapporti prima, i muscoli non sono più tonici come dovrebbero essere. Però dopo il concerto non dobbiamo più cantare e i muscoli possono anche lavorare diversamente”.

Ma non finisce qui. Il Volo sbarcherà anche al cinema il 15 giugno, per un solo giorno, con il film-concerto “Notte Magica” che farà rivivere vari momenti del Tour 2017, dal backstage della recentissima tappa di marzo a Los Angeles, indietro fino alla “nascita” del tour con il concerto a Firenze nella magnifica cornice di Piazza Santa Croce.

Questo evento, nella versione masterizzata in 2K con suono surround, è distribuito a livello internazionale da Rising Alternative a partire dal mese di giugno 2017. In Italia, in un’unica data – 15 giugno – nei circuiti The Space Cinema e UCI Cinemas e in molte sale cinematografiche indipendenti. Le prenotazioni sono ancora in corso. Presto sarà disponibile la lista delle sale su ilvoloincinema.com

Sono già state definite le vendite in una ventina di Paesi. In Finlandia sarà nelle sale il 7 giugno 2017, in Spagna il 13 giugno mentre negli Stati Uniti il tour nei cinema inizierà il 13 giugno, in Italia il 15 giugno, in Ecuador dal 19 giugno, in Slovacchia il 20 giugno, in Messico il 9 e il 13 luglio 2017, e quindi con date da definirsi in Brasile, Perù, Colombia, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Germania, Austria, Svizzera, Danimarca e Irlanda.

Queste le date (in Italia e in Europa) del tour de Il Volo finora confermate: il 3 maggio al Palasport G. Bolino di ROCCARASO (DATA ZERO); il 5 maggio al Pala Alpitour di TORINO; il 6 maggio alla Unipol Arena di BOLOGNA; il 9 maggio al Mediolanum Forum di MILANO; il 12 e il 13 maggio al Pala Lottomatica di ROMA; il 15 maggio al Pala Prometeo di ANCONA; il 17 maggio al Modigliani Forum di LIVORNO; il 19 e il 20 maggio all’Arena di VERONA; il 23 maggio alla Royal Albert Hall di LONDRA; l’1, il 3 e il 4 giugno al Teatro Antico di TAORMINA; l’8 giugno all’MFCC di MALTA; il 10 giugno all’Arena Flegrea di NAPOLI; il 15 giugno alla Mitsubishi Electric Halle di DUSSELDORF; il 16 giugno al Mehr! Theater di AMBURGO; il 18 giugno alla Crocus Hall di MOSCA; il 20 giugno a KIEV al Palatz Ukraini; il 22 giugno a ODESSA al Teatr Muzkomedii; il 24 giugno a MADRID ai Jardines del Botanico; il 26 giugno a VARSAVIA al Hala Torwar; il 28 giugno a VIENNA allo Stadthalle/Halle F; il 30 giugno a SOFIA al National Palace of Culture/Hall 1; l’8 luglio in Piazza Grande a PALMANOVA – Ud; il 9 luglio all’Anfiteatro Camerini di PIAZZOLA SUL BRENTA – Pd per il Postepay Sound Festival; il 14 luglio alla Summer Arena di SOVERATO – Cz; il 21 luglio in Piazza Napoleone a LUCCA per il Lucca Summer Festival; il 28 luglio alla Forte Arena di PULA – Ca.

Special guest dell’appuntamento del 23 maggio alla Royal Albert Hall di Londra, tempio della grande musica inglese, sarà Mario Biondi.

I biglietti per le date sono disponibili suwww.ticketone.it e nei punti vendita autorizzati (per info: www.fepgroup.it).

A settembre il trio tornerà a esibirsi oltreoceano con alcune date nelle più importanti città dell’America Latina, per poi volare in Australia, Nuova Zelanda e Giappone.

Lascia un commento

1 Commento su "Il Trio de Il Volo si racconta: il tour europeo in partenza il 5 maggio da Torino, il progetto di un nuovo disco e un film al cinema il 15 giugno"

Avvisami
avatar
Ordina per:   Data (dal più recente) | Data (dal più vecchio) | I più votati
trackback

[…] – TV Sorrisi e Canzoni – Radio Italia – ADN Kronos – Rockol – Il Popolo Veneto – Il Giorno Photo galleries: Ansa – Kika Press Videos: Il […]

wpDiscuz