mercoledì
23 agosto 2017

02:29

Intervista con Laura Bono: l’ingresso nel gruppo Le Deva, il nuovo disco e il sogno Sanremo

di Francesca Monti

“Un’atra idea” è il titolo del primo singolo ufficiale de Le Deva, la nuova fortissima band tutta al femminile composta da Laura Bono, Greta, Verdiana e Roberta Pompa, estratto dal nuovo disco, “4”, che uscirà all’inizio dell’estate. Il brano, firmato da Antonio Maggio, Zibba, Marco Rettani e dalla stessa Verdiana, parla di un amore in difficoltà, alla ricerca di un’altra idea per andare avanti e voltare pagina.

In questa piacevole chiacchierata, la rocker varesina Laura Bono ci ha parlato della sua prima esperienza in un gruppo musicale, del tour, del nuovo album e degli obiettivi de Le Deva, tra i quali c’è anche partecipare al Festival di Sanremo.

Sarà possibile ascoltare Le Deva live l’11 giugno a Gallipoli (LE); il 17 giugno a Pisa; l’11 luglio a Cecina (LI); il 3 agosto a Roma; l’8 settembre a Calciano (MT).

Laura, nel 2015 è uscito il tuo ultimo disco solista “Segreto”. Ci racconti come è avvenuto il tuo ingresso nel gruppo Le Deva?

“Stavo pensando di fare qualcosa di nuovo, di uscire supportata da una band, magari con un trio, insomma sentivo il bisogno di nuovi stimoli. Tre giorni dopo mi ha chiamata Manuel Magni e mi ha proposto di entrare nel gruppo de L’amore merita. Io ho accettato subito, ho ascoltato alcuni brani, abbiamo iniziato a lavorare insieme ed è stato amore a prima vista fin dal primo istante”.

Come ti sei trovata a lavorare per la prima volta in un gruppo?

“Benissimo. Ho un rapporto fantastico con le ragazze, si dice spesso che le donne faticano a lavorare insieme, non è sempre così. C’era una stima reciproca anche prima di iniziare questo progetto insieme, siamo tutte e quattro un po’ pazze, ci supportiamo a vicenda, dove non arriva una arriva l’altra. Metti la forte passione per la musica di ognuna di noi, moltiplicala per quattro e viene una bomba”.

Ciascuna di voi quattro rappresenta uno degli elementi naturali. Tu quale sei?

“Io sono il fuoco, mi si addice molto questo elemento. Stiamo facendo le prove per il tour e siamo andate a tatuarci ognuna il proprio elemento naturale, perché in questo modo siamo ancora più unite. Stiamo vivendo un momento idilliaco”.

Il disco è stato anticipato dal singolo “Un’altra idea” e parla d’amore, precisamente di quel momento in una relazione in cui due persone non riescono più a comunicare…

““Un’altra idea” è firmata da grandi autori come Antonio Di Maggio, Zibba, Marco Restani (che ha firmato anche L’amore merita e L’Origine) e la stessa Verdiana che si è messa in gioco moltissimo in questo pezzo. Quando cantiamo abbiamo ognuna la nostra impronta digitale rappresentata dalla nostra voce, ma quando siamo insieme si crea una sorta di magia, diventiamo una cosa sola. Il brano parla di quel momento che abbiamo vissuto tutti almeno una volta nella vita, io anche più di una volta, in cui si riesce più a comunicare con la persona amata, non si riesce più a sentirsi come ci si sentiva prima, e piuttosto che continuare a fingere bisogna cercare un’altra idea, altrimenti continuiamo a far finta che tutto vada bene anche se non è così”.

Il video de “Un’altra idea” è stato diretto dal giovane regista pugliese Mauro Russo… 

“Lui ha un modo fantastico di girare i video, riesce a dar vita alle immagini, è giovane ma ha un grandissimo talento. La clip è stata girata a Lecce, abbiamo preso tutta l’energia di questa bellissima terra, riprendendo il concetto de l’Origine dove già erano presenti i quattro elementi e li abbiamo enfatizzati. Greta infatti è in una stanza piena d’acqua, Roberta in una stanza piena di sabbia, Verdiana con aria che arriva da ogni parte e io in mezzo al fuoco. Per fortuna non mi sono ustionata…(ride)”.

Ci puoi anticipare qualcosa riguardo il disco “4”? 

“Saranno 11 tracce, vestite da Nico Palmosi, grandissimo arrangiatore, e tratteranno tematiche diverse, dalla donna all’amore perché il mondo senza non esisterebbe, da noi ai quattro elementi. Abbiamo il fior fiore degli autori in questo disco ma la cosa bella è che anche noi ci siamo messe in gioco scrivendo insieme dei pezzi”.

I tuoi “pezzi di cuore” hanno accolto bene il tuo ingresso ne Le Deva….

“Avevo un po’ di timore all’inizio su come i miei fan avrebbero visto il mio ingresso ne Le Deva, ma da persona trasparente quale sono sono riuscita a trasmettere loro quello che sentivo, il mio entusiasmo li ha contagiati. Poi se qualcuno aveva ancora dei dubbi quando ha sentito Un’altra idea non ne ha più avuti”.

Parlando di autori, con chi ti piacerebbe collaborare?

“Ce ne sono tanti, te ne dico due, Jovanotti e Tiziano Ferro”.

Cosa vedremo nel tour?

“Nel tour che è partito da Crotone canteremo a modo nostro dei capolavori che hanno fatto la storia della musica, non avendo ancora un vasto repertorio alle spalle. Faremo i brani de Le Deva e poi una canzone di ognuna di noi quattro cantata insieme”.

Quale messaggio vorreste passasse e quali obiettivi vi ponete?

“Il messaggio che vorremmo passasse è che l’unione fa la forza, lo stiamo appurando sulla nostra pelle. Oggi la gente si ignora, invece se ci si unisce, se ci si ascolta, tutto cambia e il mondo diventa più bello.  L’obiettivo è spaccare tutto (ride)”.

Stai pensando anche a un nuovo progetto solista?

“Adesso mi concentro su Le Deva, tutta la mia energia è rivolta verso questo progetto. Poi essendo una cantautrice scrivo in continuazione. Magari firmerò qualche brano per il gruppo”.

Il Festival di Sanremo è tra i vostri obiettivi?

“Assolutamente sì. Puntiamo al prossimo fFstival di Sanremo, ci piacerebbe molto  portare un nostro brano sul palco dell’Ariston. Prsenteremo un pezzo e speriamo che il sogno diventi realtà”.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz