martedì
26 settembre 2017

16:39

Premio Marco Tamburini 2017

Domenica 16 luglio, nel giardino di Palazzo Casalini, la finale del prestigioso concorso nazionale dedicato ai gruppi jazz

Domenica 16 luglio a Rovigo, presso il giardino di Palazzo Casalini, nell’ambito del festival “Jazz nights at Casalini’s garden” avrà luogo la finale del Premio Marco Tamburini 2017, manifestazione fortemente voluta da RovigoBanca che, per l’organizzazione, si avvale della preziosa collaborazione del Dipartimento Jazz del Conservatorio Statale di Musica “F. Venezze” di Rovigo.

Il premio intitolato all’indimenticabile Marco, musicista di caratura internazionale, ideatore del Festival e per molti anni direttore dei corsi di jazz a Rovigo, nasce da un’idea pienamente condivisa tra RovigoBanca, il Conservatorio “Venezze” e, ovviamente, la famiglia Tamburini che sarà presente all’evento.

L’obiettivo è quello di fare in modo che si possa continuare negli anni a tener viva la memoria del grande musicista, consentendo, nel contempo, che nel nome di Tamburini si possa continuare a dare aiuto a dei giovani musicisti emergenti: una finalità che gli è sempre stata cara.

La serata vedrà salire sul palco otto gruppi finalisti, selezionati dall’apposita commissione tra decine di domande pervenute alla segreteria del concorso. Ciascuna formazione, composta da due a otto elementi, proporrà un brano di Marco Tamburini.

A contendersi il premio saranno, in ordine di esibizione: Emanuele Filippi Quintet (Capolinea); L.E.G.S. (Giochi di luci); Di Teodoro – Parissi Duo (My life is now); Francesco Minutello Quartet (Napoli); Off/Set Quartet (Nebbie); Traversa – Saggin – Cogo Trio (Rifugi); Aldo Bertolino Trio (Primavera); Tool Jay Quartet (Ostuni).

Nel complesso saranno in ventinove musicisti ad esibirsi. Segni particolari: tutti giovani, molto talentuosi, provenienti da ogni parte d’Italia e molto motivati a fare della musica, del Jazz in particolare, non solo una passione ma anche la loro vita.

Si tratta di talenti emergenti che hanno tutte le carte in regola per farcela. A stilare la classifica finale e a decretare la formazione con gli strumentisti più meritevoli sarà una giuria composta dal direttore del Conservatorio rodigino, Giuseppe Fagnocchi, e da sei docenti del Dipartimento Jazz. A presiedere tale giuria è stato invitato Gegè Telesforo, musicista di fama internazionale con collaborazioni varie in campo jazz e pop. Il noto artista avrà modo di esibirsi nel corso della serata accompagnato da una ritmica formata da Stefano Onorati (pianoforte), Fabio Petretti (sax tenore), Fulvio Sigurtà (tromba), Stefano Senni (contrabbasso), Stefano Paolini (batteria).

Per i primi tre classificati sono previsti premi in denaro: 1.500 euro al primo, 1.000 al secondo e 500 al terzo.

A fine serata, in attesa del verdetto, suonerà il “Chautauqua Trio” con Federico Leder (chitarra), Augusto Dalle Aste (contrabbasso), Massimo Cogo (batteria).

L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21,15. L´ingresso non richiede prenotazione ed è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. In caso di maltempo l’evento si svolgerà al coperto, nelle immediate adiacenze, presso l’auditorium “Marco Tamburini”, in via Pighin n. 2.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz