martedì
17 ottobre 2017

09:59

Monselice: Il 18 giugno il docufilm Storie di Piombo di Toni Andreetta all’Etnofilmfest

Domenica 18 giugno alle ore 11.30 al Castello di Monselice – Aula Businaro verrà proiettato fuori concorso nell’ambito del Etnofilmfestival il docu-film “Storie di Piombo”  di Toni Andreetta, presentato nello spazio della Regione alla 73. Mostra d’ Arte Cinematografica di Venezia. Saranno presenti il regista Toni Andreetta, il professor Fabrizio Ferrari dell’Università di Padova e il produttore Michele Parisi, per approfondire l’argomento con un dibattito che coinvolgerà il pubblico. Il lavoro racconta la Padova degli anni di piombo, quando, alla fine degli anni ’70, tra terrorismo e teoremi, la città fu uno dei centri vitali della lotta armata allo Stato. Tra documentazione e dramma, Toni Andreetta, regista e docente al Dams padovano, con questo lavoro ha inteso appunto ripercorrere la vita sociale e politica alla fine degli anni ’70 a Padova, raccogliendo testimonianze di quel tempo, per poter disegnare un quadro ampio e variegato, ora filtrato dalla distanza del tempo, della città di allora. Voce su tutte quella di Sabino Acquaviva, scomparso alla fine del 2015, sociologo e scrittore autorevole, noto nel mondo per il suo libro “l’eclissi del sacro nella civiltà industriale”. In quel periodo Acquaviva fu senza dubbio protagonista importante, in quanto preside della facoltà di Scienze Politiche a Padova, negli anni 1977-1978 (in precedenza era stato anche a Trento), «gli strumenti ideologici di sovversione e rivoluzione utilizzati dai ribelli di allora – racconta Acquaviva – appartenevano al passato, quindi destinati al fallimento. Mentre forse il futuro del mondo si stava preparando nei laboratori, nei centri di ricerca scientifica tra coloro che lavoravano senza avere coscienza del significato politico di quanto andavano facendo».

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz