sabato
23 giugno 2018

08:23

Giornata Mondiale del Rifugiato

Momenti in integrazione. Arte, musica, dibattiti e sport animeranno la “Giornata Mondiale del Rifugiato”, il 15 giugno a Cadoneghe e il 22 giugno a Vigonza.

Ascoltare, scoprire, conoscere, incontrarsi e raccontare sono solo alcune parole chiave che verranno utilizzate come fil rouge durante le due giornate, ad ingresso libero, organizzate per il 15 e il 22 Giugno 2018, rispettivamente a Cadoneghe e Vigonza, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato che cade il 20 giugno.

A Cadoneghe e Vigonza dove da ormai due anni vengono accolti 25 richiedenti asilo (21 a Cadoneghe, 4 a Vigonza) grazie al progetto Sprar e alle cooperative del Consorzio Veneto Insieme che lo gestiscono per conto delle due amministrazioni.

Saranno due giornate ricche di appuntamenti, attività, concerti e mostre fotografiche che vedranno protagonisti appunto il Comune di Cadoneghe e il Comune di Vigonza in collaborazione con le 4 Cooperative del Consorzio Veneto Insieme: Orizzonti, Villaggio Globale, Il Sestante, Gruppo R .

“Ci siamo concentrati sul territorio – spiega l’assessore ai servizi sociali del comune di Cadoneghe, capofila del progetto, Augusta Parizzi –  su una vera e propria inclusione di queste persone, integrandole sia nel tessuto economico ma anche in quello sociale. Non è un caso che molti di loro oggi stiano partendo con attività lavorative e collaborino all’interno di associazioni comunali come quello della Pro loco per fare un esempio. Il segreto del successo? La qualità del servizio offerto, grazie al supporto e competenze delle cooperative coinvolte e il fatto che abbiamo dato delle opportunità ai rifugiati tanto quanto ai nostri concittadini. Non è un caso che la popolazione non si sia mai lamentata di questa accoglienza. L’inserimento di queste persone è avvenuto in maniera molto naturale”.

Entrando nel vivo del cartellone dedicato alla giornata mondiale del rifugiato il programma prevede per iniziare,  nella giornata del 15 Giugno alle 18.30 presso l’Auditorium Ramin di Cadoneghe, una conferenza spettacolo intitolata  “Immigrazione. Cambiare tutto” .

Protagonista il Prof. Stefano Allievi, docente di Sociologia Generale all’Università degli Studi Padova che parlerà di immigrazione irregolare, del trafficking (i suoi costi e i suoi morti), dei salvataggi, i respingimenti, la gestione dei richiedenti asilo con le sue inefficienze, le forme dell’accoglienza .

La giornata proseguirà  alle 20.30 presso Villa Ghedini a Cadoneghe, con la mostra e performance fotografica “Fotografia4Social” a cura di Pamela Mastrilli e Redframe.

La mostra si compone di una raccolta di immagini finalizzate all’inclusione e alla comunicazione sociale di persone e storie altrimenti sconosciute, Una mostra che coinvolgerà in prima persona anche il pubblico. Il fotografo Mauro Vason chiederà infatti ai partecipanti di farsi ritrarre per contribuire a comporre il multi ritratto della comunità, integrando i volti che già appaiono nella locandina della manifestazione .

La serata proseguirà poi alle 21 con lo spettacolo di musica e danza “Arte migrante in concerto”, presso la Piazza del Sindacato di Cadoneghe. (In caso di maltempo lo spettacolo si terrà sempre presso l’Auditorium Ramin)

La settimana successiva invece il 22 Giugno dalle 14 alle 18 spazio allo sport multiculturale  a Vigonza, con il torneo di “calcetto internazionale” a 5, aperto a tutte le squadre informali di Vigonza e Cadoneghe, presso “La città dei ragazzi”.

 Per le iscrizioni al torneo, scrivere a chiaramaugeri@orizzonticoop.it.

“E’ la prima volta – conclude l’assessore Parizzi – che diamo così ampio spazio ad una manifestazione del genere, ma lo abbiamo fatto anche e proprio per il momento storico e politico che stiamo vivendo rispetto al tema delle migrazioni. Iniziative del genere infatti servono ad  ampliare la sensibilizzazione su certi temi e sono importanti anche per ricordare e mostrare ai cittadini cosa sta facendo il comune proprio rispetto all’immigrazione e all’accoglienza.”

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami