lunedì
18 giugno 2018

20:42

Rugby: Un po’ di Polesine a L’Aquila

Inaugurato sabato il campo di minirugby realizzato anche col contributo di 54 mila euro della Provincia di Rovigo

E alla fine i 54 mila euro raccolti in Polesine per la realizzazione di un campo di rugby per i ragazzini aquilani furono utilizzati. Quasi un decennio di burocrazia abruzzese prima di vedere inaugurato sabato alle porte de L’Aquila la struttura intitolata a Natalino Mariani, il Maci da noi.

“La vicenda – ha ricordato stamani a Palazzo Celio Sergio Rossi coordinatore del comitato “Polesine in mischia per L’Aquila” costituitosi dopo il terremoto dell’anno precedente per dare un campo di rugby alle giovanili neroverdi – vede coinvolto subito l’intero Polesine.

Nella gara di solidarietà ci sono: enti, operatori economici, istituzioni e privati cittadini “il terremoto aveva distrutto tutto e la ricostruzione era lontana dal prevedere un ritorno alla normalità anche attraverso il gioco”.

In un contenitore alto circa 10 centimetri Sergio Rossi ha raccolto tutta la documentazione, i dieci anni di lettere, nomi di donatori, di bilanci, di fondi che non si riusciva ad investire per “una burocrazia esasperata e cambi di destinazione d’uso che non arrivavano mai”.

“Siamo abruzzesi, aquilani, rugbisti – dirà Vincenzo De Masi presidente della polisportiva Aquila – non potevamo arrenderci soprattutto per l’aiuto che ci veniva dato da un’altra città di rugby. Volevamo creare un luogo d’aggregazione per quei ragazzini che il giorno del terremoto non erano ancora nati”.

Il campo ora c’è ed costruito letteralmente sulle macerie della città. L’area concessa confina con un corso d’acqua che regolarmente esonda. Tritate le macerie depositate in un paese vicino, l’area è stata alzata di quasi un metro “con una vagonata di tir”ed ora “su quelle macerie, che rivivono, ci giochiamo sopra”.

Poi Giorgio Scipioni, presidente Old Rugby Aquila, le vecchie glorie, che ripercorsa la strada della perdita del contributo di un milione di euro “sempre per via della burocrazia” ha detto ai suoi “quando passate per Rovigo toglietevi il cappello”.

In aprile in città si giocherà l’Aldo Milani e sarà presente anche l’Under 16 abruzzese ,”ovviamente ospiti nostri” ha detto Roberto Aggio ricordando come l’ultima volta del Club neroverde al torneo fosse stata dopo il terremoto. In sala fra i tanti i presenti e dopo l’intervento dell’assessore Luigi Paulon “un gesto di grande cuore” un “saluto particolare” da parte di Rossi a Paolo Mariani, ex capitano Aquila Rugby, Luigi Cerroni segretario del club (partito con gli altri presto di mattina da L’Aquila per essere a Rovigo in tempo per la conferenza stampa) il papà di Sergio Parisse, Sergio pure lui e da Brescia l’ex arbitro internazionale Mario Angelantoni.

A chiusura della mattinata la proiezione dell’inaugurazione del campo di gioco sabato a L’Aquila costatato complessivamente 233 mila euro.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami