sabato
26 maggio 2018

14:17

Rovigo: Teatro pieno e grandi emozioni con Lo Verso che ha chiuso la Stagione di Prosa

Si è conclusa ieri sera la Stagione di Prosa con lo spettacolo “Uno nessuno e centomila”

Lo spettacolo nello spettacolo. Si è chiusa così ieri sera la Stagione di Prosa del Teatro Sociale di Rovigo, con uno strepitoso Antonio Lo Verso che ha accolto il pubblico nel foyer ed è sceso in platea al termine del suo “Uno nessuno e centomila”, per salutare e conversare con tutti i presenti.

Un grande artista che ha dato il meglio di sé con una impeccabile interpretazione sul palco, ma che, con la sua simpatia e disponibilità, ha saputo affascinare gli spettatori anche fuori scena.

Ineccepibile e molto coinvolgente, Lo Verso nel ruolo di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita a partire da un dettaglio fisico e da qui le cento maschere della quotidianità che lasciano il posto alla ricerca del SÉ autentico, vero, profondo, ha toccato la mente e l’anima di tutti, portando ognuno ad interrogarsi sul proprio essere.

Tantissimi applausi e tutti positivi i commenti da parte del pubblico, ma tanta soddisfazione anche dall’attore, per un teatro così vitale, energico e partecipato. “La vostra energia arriva sul palco – ha detto al termine della messa in scena -, si sente e aiuta tantissimo, in questo modo un attore non è mai solo. Ringrazio il pubblico di questo bellissimo teatro e tutti coloro che ci sono, e anche se non si vedono, sono fondamentali per lo spettacolo”.

“Avrei voluto che Pirandello fosse vivo – ha detto la regista Alessandra Pizzi -, per mostrargli la grandezza della sua parola, la contemporaneità di un messaggio, più attuale oggi a 100 anni dalla sua formulazione, il bisogno impellente, necessario, autentico del pubblico di approvvigionarsi della conoscenza di sé, di leggere per provare a decodificare quei segni della quotidianità come codici di accesso ai meandri delle proprie emozioni”. Emozioni che il Teatro Sociale ieri sera, ha vissuto in pieno.

Grande orgoglio e gioia da parte dell’assessore alla Cultura Alessandra Sguotti e del sindaco Massimo Bergamin, per un’altra grande stagione di successo, che ha dato al Teatro Sociale una nuova linfa di positività e partecipazione.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami