domenica
23 luglio 2017

06:59

Assocamerestero: Veneto protagonista dell’Educational Tour

9 top influencer sul food&wine, da Stati Uniti, Canada e Messico, per esportare il valore del vero Made in Italy alimentare all’estero.

Treviso, la provincia con il maggior contributo all’export complessivo regionale (21% circa).

Partirà lunedì dalla provincia di Treviso l’Educational Tour che accompagnerà 9 top influencer esperti sul food&wine, provenienti da Stati Uniti, Messico e Canada, alla scoperta delle eccellenze del panorama enogastronomico italiano in Veneto e in Friuli Venezia Giulia.

Il progetto realizzato da Assocamerestero, nell’ambito della “Campagna di promozione strategica per la valorizzazione del prodotto italiano in rapporto al fenomeno dell’Italian Sounding” sarà presentato il 10 luglio presso Villa Contarini Nenzi con la partecipazione di Mario Pozza, Presidente della Camera di Commercio I.A.A. Treviso – Belluno, partner dell’iniziativa.

Il percorso di esplorazione alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche del territorio si inserisce nella Campagna di promozione del cibo 100% Made in Italy, promossa e finanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata da Assocamerestero in collaborazione con le 9 CCIE di Montreal, Toronto, Vancouver, Chicago, Houston, Los Angeles, Miami, New York, Città del Messico e con il supporto dell’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche (AICIG) e le CCIA di Treviso/Belluno, Udine e Verona.

Il Tour coinvolgerà località dal fascino indiscusso quali Treviso, Belluno, Verona e vedrà protagonisti i top influencer con l’obiettivo di incrementare la conoscenza e il consumo consapevole del vero Made in Italy alimentare in mercati esteri target, in contrasto con il fenomeno dell’Italian Sounding, per favorire l’export delle PMI del settore sul territorio.

I partecipanti avranno infatti l’opportunità di immergersi nella cultura culinaria locale e di conoscere storia, origini e modalità di produzione delle specialità tipiche della Regione e spetterà poi loro il compito di esportare conoscenze e know-how dei prodotti italiani tipici per ispirare oltreoceano i propri follower connazionali e sensibilizzarli in merito al vero gusto e qualità del Made in Italy alimentare autentico.

Il Tour farà una prima tappa a Busche, in provincia di Belluno, realtà produttiva del latte erede di un’antica tradizione rinnovata giorno dopo giorno. Ancora i formaggi DOP (Asiago DOP, Grana Padano DOP, Montasio DOP e Piave DOP) saranno protagonisti con un seminario ed una degustazione dedicati; il Prosecco DOC sarà al centro di un’altra tappa nell’omonimo Consorzio. Per finire il riso diverrà l’alimento principe al centro dello show cooking dello chef Gabriele Ferron originario della famiglia che da cinque generazioni trasmette in Veneto la cultura e la passione per il riso.

Il coinvolgimento del Veneto nell’ambito dell’iniziativa, dedicata alla valorizzazione dell’export alimentare italiano, si comprende alla luce della centralità che le esportazioni interpretano per lo sviluppo e la crescita economica del territorio. Stando alle ultime elaborazioni di Assocamerestero sui dati Istat, infatti, nel primo trimestre 2017 il Veneto si è distinto tra le regioni che forniscono il più ampio contributo positivo alla crescita delle esportazioni italiane (+7,1% rispetto allo stesso periodo 2016, con una quota sull’export nazionale del 13,6%).

Treviso rappresenta la provincia che contribuisce in maggior misura all’export regionale con una quota circa del 21%.

La bilancia commerciale della Regione ha registrato un surplus di 3,3 miliardi di euro. Nel trimestre, il Veneto ha totalizzato, inoltre, il valore più alto delle vendite all’estero (14,8 miliardi di euro) tra le Regioni dell’Italia nord-orientale, con una quota del 42,2% sull’export dell’Area, seguita da Emilia Romagna (valore 14,6 miliardi; quota 41,4%) e Friuli-Venezia Giulia (valore 3,7 miliardi; quota 10,5%).

Assocamerestero è l´Associazione che riunisce le 78 Camere di Commercio Italiane all´Estero (CCIE), presenti in 54 Paesi nel mondo e Unioncamere. Le Camere di Commercio Italiane all’Estero sono Associazioni private, estere e di mercato costituite da imprenditori e professionisti italiani e stranieri, riconosciute dal Governo italiano e radicate nei Paesi a maggiore presenza italiana nel mondo. Tramite 140 uffici distribuiti in 54 mercati, la Rete delle 78 CCIE svolge azioni strategiche a sostegno dell’internazionalizzazione delle PMI, della promozione del Made in Italy e della valorizzazione della business community italiana nel mondo.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz