venerdì
20 luglio 2018

22:18

Oltre 300 le presenze solo nella prima settimana allo Stage di Progetto Danza di Treviso

Treviso, 6 luglio 2018 – Classica, moderna, jazz, musical, contemporanea con repertorio dei grandi coreografi, lezioni di tecnica maschile, passo a due, punte: proseguono le lezioni intensive allo Stage Internazionale di Progetto Danza che si sta svolgendo alla Ghirada di Treviso. 

La prima settimana di lezioni sta volgendo al termine e sono già oltre 300 i ballerini e ballerine che hanno raggiunto Treviso per questa opportunità unica. 

Con i suoi 32 anni lo Stage Internazionale di Danza organizzato da Progetto Danza ASD si attesta ancora una volta non solo il più longevo d’Europa ma anche il punto di riferimento per perfezionare la tanto sudata tecnica di danza e perchè no, essere notati dai grandi maestri per una possibilie chance nella prossima stagione. 

Una storia: Alessandro, 14enne di Ravenna, pronto per iniziare il percorso della scuola superiore e giunto al quarto anno di studi come ballerino presso la Scala di Milano.

Dopo varie edizioni che lo hanno visto partecipe proprio allo Stage di Progetto Danza, quest’anno non potrà usufruire dell’ opportunità di approfondimento ulteriore sulle sue conoscenze coreutiche. Il motivo è comunque una soddisfazione per Ornella Camillo e Anna Martinelli, da sempre alla guida dell’evento: è impegnato per le prove di “Alì Babà e i 40 ladroni”, una nuova produzione del Teatro alla Scala, con le coreografie di Emanuela Tagliavia per la regia di Liliana Cavani conosciuta soprattutto per aver diretto film come “Il portiere di notte” del 1974 con Charlotte Rampling e “Il gioco di Ripley” del 2002 con John Malkovich. Lo spettacolo andrà in scena dall’ 1 al 27 settembre 2018 proprio al Teatro alla Scala di Milano.

Nonostante questo grande impegno sarà comunque presente domenica, giorno di riposo per le prove, per partecipare a tutte le lezioni del giorno, in quanto molto affezionato allo stage di Progetto Danza. Uno Stage che è motivo di crescita, confronto, frutto di competenza e professionalità e che conferma dopo 32 anni la sua validità con la dimostrazione di risultati di storie di successi come quella di Alessandro e di Rachele Buriassi, allieva dello stage negli anni passati ed ora Prima Ballerina al Boston Ballett. 

Altre curiosità: ballerini e ballerine provenenienti da tutta Italia con una ragazza di 13 anni che si è recata da Palermo, o ancora, una studentessa della Scala di Milano che però proviene dalla Svizzera ed ha 17 anni; Francesco Piccinin professionista diplomato alla Scuola di Balletto dell’Opera di Vienna ormai frequentatore di Treviso, si era esibito lo scorso anno proprio in piazza dei Signori a Treviso, ed ora arriva direttamente dall’Estonia dove sta lavorando; molte le età in cui i ballerini e le ballerine già da tempo immersi nel mondo della danza, si stanno interessando sempre di più allo Stage di Treviso, tenendo anche conto che la più giovane si è presentata nonostante i suoi 7 anni.

Questa settimana è il turno di: Margarita Smirnova e Rachele Buriassi per la danza classica, a seguire moderna e jazz con Claudia Rossi, Fernando Lazaro e Kledi Kadiu, per la danza contemporanea Carl Portal e Fabienne Debastiani e Brigel Gjoka col repertorio dei grandi coreografi contemporanei. 

Tra le novità il corso di musical con Fernando Lazaro co-direttore di Danza 180° di Madrid, il quale vanta esperienze teatrali e televisive come ballerino, insegnante al Conservatorio di Danza di Madrid, il quale collabora con importanti centri coreografici in Spagna e che sabato termina la sua presenza a Treviso; si ricorda inoltre una declinazione tutta al maschile delle lezioni del direttore del Corpo di Ballo della Scala Frederic Olivieri. 

Lo stage si svolgerà fino al 14 luglio a Treviso.

Info: www.progettodanza.org

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami