martedì
23 gennaio 2018

06:45

“Lasciate che i pargoli vengano a me”: al Teatro a l’Avogaria arriva Velia Lalli, la bad girl della comicità

Sabato 18 novembre 2017, ore 21.00, nello storico teatro lagunare, ritorna la rassegna di stand up comedy a cura di Nicolò Falcone e Maddalena Pugliese.

Venezia – Secondo appuntamento al Teatro a l’Avogaria di Venezia (Dorsoduro 1607, Corte Zappa) con la stand – up comedy, una comicità trasgressiva e senza censure, dove si ride di gusto su temi scottanti e delicati mettendo da parte il politicamente corretto. Una rassegna, riservata rigorosamente ad un pubblico adulto, a cura di Nicolò Falcone e Maddalena Pugliese.

Sabato prossimo, 18 novembre 2017,  ore 21.00, va in scena “Lasciate che i pargoli vengano a me” di Velia Lalli. La “bad girl” della comicità italiana, protagonista di #Sbandati su Rai 2 e di Stand up comedy su Comedy Central, posa il suo sguardo inclemente sui ruoli sociali contemporanei. Ancora una volta nessuno sarà al riparo dalla sua satira sferzante e impietosa: al centro della narrazione la  sorpresa di non essere più una ragazza, ma una donna. Uno sguardo acuto su come sia difficile dare una definizione a questo ruolo, specialmente se non si è seguito il percorso canonico: matrimonio, famiglia, figli. Lo spettacolo è la demolizione dei fantasmi del passato, una zavorra di cui ci si può liberare solo ridendo. E’ la decostruzione dei ruoli imposti, in cui ci troviamo nelle diverse età della vita. Madri, padri, figli, mogli, mariti, compagni, nemmeno uno viene risparmiato, ogni ruolo ha il suo risvolto tragicomico, ed accettarlo è l’unico modo per sublimarlo.

La stand up comedy è un genere di commedia in cui l’artista interpreta dei monologhi in modo corrosivo all’insegna del politicamente scorretto, dove si distruggono i luoghi comuni per infrangere le sicurezze dell’essere umano, una comicità non per tutti con un linguaggio diretto e talvolta offensivo che mira, senza preamboli, alla pancia delle persone. Uno spettacolo dove il comico, con il solo ausilio di un microfono, senza parrucche o tormentoni, in primis fa ridere di sé per poi passare ad attaccare ciò che lo circonda.

Per partecipare agli spettacoli, tutti alle ore 21.00, è necessario prenotare telefonicamente ai numeri 0410991967-335372889 o via mail all’indirizzo avogaria@gmail.com.

Info: www.teatro-avogaria.it

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar