martedì
26 settembre 2017

16:31

Filippo Tognazzo in “Fole e filò”, parole e musica da un Veneto misterioso e poetico

Per la rassegna “S-centrati” curata da La Piccionaia, domenica 16 luglio nel Parco giochi di Laghetto lo spettacolo dell’attore padovano, in scena insieme al musicista Ivan Tibolla. Racconti popolari e leggende, poesia e letteratura riconsegnano un Veneto sconosciuto, in un percorso immaginario fra fiumi, grotte, cave e campi.

 Vicenza – Secondo appuntamento con “S-CENTRATI”, il programma di spettacoli curato da La Piccionaia che nei mesi di luglio e agosto porterà il teatro nei quartieri. Domenica 16 luglio (ore 21.15) l’appuntamento è nel Parco giochi di Laghetto (Via Lago d’Iseo) con “FOLE E FILÒ. 7 STORIE PER 7 PROVINCIE”, uno spettacolo di Filippo Tognazzo dedicato ad adulti e bambini, che ridisegna con parole e musica un Veneto sconosciuto rivisitando in chiave moderna il genere dei cantastorie. L’evento si inserisce nella rassegna “L’estate a Vicenza 2017” promossa dall’Assessorato alla Crescita del Comune di Vicenza.

Con “FOLE E FILÒ” l’attore e regista padovano porta in scena l’immaginario e la storia della nostra regione: una storia per ogni provincia, disegnando un percorso fantastico fra fiumi, grotte, cave e campi sulle tracce di miti e leggende venete. Un lavoro che intreccia racconti popolari, miti e leggende tradizionali, e ancora cronaca, poesia e letteratura: dalla storia della bambina di nebbia che appare e scompare nelle notti di novembre a quella del pesce siluro che dorme sul fondo delle paludi rodigine, dai briganti nascosti nelle dolomiti bellunesi alle anguane misteriose che popolano la laguna di Venezia, passando per le “Fiabe Italiane” di Italo Calvino,  “Veneto Perduto” di Dino Coltro,  “Il cunto de li cunti” di Giovanni Basile e le contaminazioni poetiche tratte dalle opere di Romano Pascutto, Ernesto Calzavara e Berto Barbarani. Una narrazione resa ancora più affascinante dalle musiche dal vivo del compositore bellunese Ivan Tibolla, con le sue atmosfere gli effetti sonori creati con strumenti classici come la fisarmonica, la chitarra e il flauto traverso, ma anche con altri più esotici come lo hang, il flauto bansuri e la campana tibetana. Completano la parte musicale anche stornelli, strambotti, contrasti e villotte ispirati al canto popolare italiano e, in particolare, alle ricerche musicologiche di Roberto De Simone.

Uno spettacolo ogni volta unico: “FOLE E FILÒ” è costruito infatti su una struttura variabile, per essere adattato di volta in volta alla toponomastica e alla geografia del luogo in cui è ospitato; inoltre, nel corso della narrazione il pubblico sarà chiamato a contribuire all’evoluzione della storia e ad introdurre nuovi personaggi, grazie all’utilizzo da parte di Tognazzo di alcune strutture narrative di base per permettere al racconto di fluire senza intoppi integrando i suggerimenti del pubblico.

In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà al Teatro Astra.

Biglietti € 7, Astracard 4 ingressi € 20

, utilizzabile anche da più persone per lo stesso spettacolo. La partecipazione è a numero limitato, si consiglia la prenotazione.

Info e biglietteria:
Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 – Vicenza;
telefono 0444 323725, info@teatroastra.it
www.teatroastra.it 

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz