lunedì
20 novembre 2017

04:48

Vicenza: Note dipinte, primo appuntamento mercoledì 15 al Chiericati con il duo Quintana

E il concerto “Come stelle di stagioni diverse”, nell’ambito del calendario di eventi culturali “Parole e musica in museo”

Si aprirà mercoledì 15 novembre, alle 18.30, nel salone d’onore di Palazzo Chiericati con il concerto “Come stelle di stagioni diverse”, a cura del duo Quintana, la rassegna “Note Dipinte”, organizzata dall’associazione Trait d’Union e dall’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza.

L’iniziativa rientra nell’ambito del calendario di eventi culturali “Parole e musica in museo” che si terranno nel salone d’onore di palazzo Chiericati da ottobre 2017 a giugno 2018.

Note Dipinte accompagnerà il pubblico vicentino e quello di passaggio un mercoledì al mese, da novembre 2017 a maggio 2018, attraverso un viaggio che mette in relazione alcune opere della pinacoteca con la musica dello stesso periodo.

Musica ed esecutori di alto livello si regaleranno al pubblico con note, pensieri, emozioni e parole.

L’obiettivo è proprio quello di trasferire in note le pitture del tempo e regalare una colonna sonora che viaggia dal Medioevo al Rinascimento e al Barocco.

Il duo Quintana è un ensemble ormai conosciuto a Vicenza e formato dalla praghese Katerina Ghannudi all’arpa barocca e voce e dalla vicentina Ilaria Fantin all’arciliuto.

Particolarità del duo, formazione attiva dal 2010 in Italia e all’estero, è quella di vivere i concerti a stretto contatto con il pubblico.

Oltre all’esibizione, l’ensemble racconterà la scelta dei brani e le connessioni tra la Pinacoteca e il repertorio proposto.

Di ritorno da una serie di concerti in Europa per la promozione del nuovo album “I canti dell’altalena”, il duo approda, infatti, al Chiericati con un programma del tutto inedito, ideato e ispirato dalla magnifica Sala del Firmamento affrescata da Domenico Brusasorzi.

Decorazioni ad affresco, stucchi e grottesche raffigurano allegoricamente la volta celeste: il duo Quintana abbinerà ai segni zodiacali e alle costellazioni due figure centrali del Rinascimento musicale, Vincenzo e Michelangelo Galilei, rispettivamente padre e fratello del celebre astronomo.

Il rettangolo centrale della Sala del firmamento mostra una grande allegoria del Sole e della Luna, la cui bellezza è magnificamente descritta nel brano “Alla luna” di Biagio Marini: “Scopri il viso, argentea Luna, che sorella non men bella sei del Sol”.

Il repertorio include brani con richiami al vento, al buio, alle stelle, allo scorrere del tempo e ad altre allegorie tra la natura e l’uomo.

Il biglietto d’ingresso di 10 euro ed è acquistabile direttamente alla biglietteria di Palazzo Chiericati a partire da un’ora prima dell’evento.

L’ingresso è libero fino ai 14 anni.

Per ulteriori informazioni: 0444 222811.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz