lunedì
20 novembre 2017

04:37

ONLIT: Na ad aumento tasse aeroportuali, affosserebbe la competitività degli scali

Riceviamo da Dario Balotta, presidente ONLIT (Osservatorio Nazionale Liberalizzazioni Trasporti e Infrastrutture) e pubblichiamo:

Un emendamento sbagliato nella sostanza e nel metodo. La correzione presentata in parlamento legata al decreto legge collegato alla manovra di bilancio prevede un, ingiusto, incremento della tassa di due a carico dei passeggeri. Il motivo? In sostanza porterebbe a 8,5 euro, dagli attuali 6,5 euro, una già discutibile tassa che finanzia nella maggior parte la cassa integrazione dell’Alitalia. La tassa sul passeggero, di fatto, è una nuova imposta iniqua, perché i passeggeri sono già gravati dal canone di utilizzo degli scali chiamata QW, dal sovrapprezzo dei vettori sul prezzo del petrolio, della sicurezza e delle assicurazioni (definita con la sigla YQ). E per finire, anche dalla tassa di sicurezza e difesa ambiente per il controllo dei passeggeri e degli incendi (XT). Oltre ai 450 milioni che verranno incamerati dallo Stato quest’anno, c’è ora il tentativo di incamerarne altri 140. E’ il peggior modo per attivare un fondo di sostegno della spesa degli Enti Locali visto che la tassa, aggiunta alle altre, farebbe affossare la già limitata competitività degli aeroporti nazionali.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz