sabato
24 giugno 2017

21:00

Recensione di “Qualcosa di nuovo”, la nuova commedia di Cristina Comencini con Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti

E’ uscito al cinema il 13 ottobre “Qualcosa di nuovo”, film con la regia di Cristina Comencini, che vede protagoniste Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti, nei panni di due donne profondamente diverse tra loro, legate da una grande amicizia. Lucia (Cortellesi) e Maria (Ramazzotti) sono entrambe divorziate, la prima è una cantante jazz, la seconda una manager, mamma di due figli, ma hanno una diversa visione della vita e delle relazioni amorose. Lucia è algida, rigida e dopo tante delusioni ha chiuso la porta del cuore all’amore, Maria invece è vulcanica e combatte la solitudine passando le serate con uomini che incontra in discoteca e di cui non conosce nemmeno il nome, trovandosi a volte in situazioni complicate che vengono risolte dall’intervento di Lucia. Finchè nelle loro vite entra come un ciclone Luca (Eduardo Valdarnini), un giovane affascinante di soli 19 anni, con cui Maria, sbronza, ha passato la notte, senza nemmeno rendersi conto della sua età e che la mattina seguente scambia Lucia per la donna con cui si è divertito.

Così le due amiche si invertono i ruoli, cambiando il loro modo di agire e di vedere le cose, prendendosi una vacanza da loro stesse.

“Qualcosa di nuovo” è la versione cinematografica adattata dello spettacolo teatrale di grande successo “La scena” e va ad indagare gli intrecciati rapporti umani tra uomini e donne, in quel complesso sistema di relazioni, sensazioni, pensieri, situazioni che ci troviamo a vivere quotidianamente. Cristina Comencini racconta con eleganza e sensibilità le contraddizioni dell’universo femminile, affrontando anche argomenti complessi con un tocco di ironia, tratteggiando temi come l’amicizia, la solidarietà tra donne, la maternità, la ricerca dell’uomo perfetto, attraverso l’incontro tra Lucia, Maria e Luca, in cui vengono portate alla luce le fragilità, le riflessioni, le paure, il mondo nascosto che alberga in ognuno di loro.

Strepitose le interpretazioni di Paola Cortellesi (che firma anche la sceneggiatura del film con Cristina Comencini e Giulia Calenda), che dà prova ancora una volta del suo immenso talento attoriale e canoro, e di Micaela Ramazzotti che conquista con la sua travolgente simpatia e con le sue grandi capacità interpretative. Entrambe riescono a dare ai loro personaggi profondità e allo stesso tempo ironia.

Bravissimi anche il giovane Eduardo Valdarnini, al debutto sul grande schermo, ed Eleonora Danco che riveste i panni di Flavia.

Una commedia che diverte e fa riflettere, che vi consigliamo di andare a vedere.

Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz