venerdì
20 ottobre 2017

10:49

“L’italiano siamo noi. Le varietà dell’italiano nel doppiaggio cinematografico”, organizzato da Mondadori Education in collaborazione con l’Istituto Antonioni, in programma il 28 aprile

Abituati come siamo a guardare un film o una serie televisiva comprendendone i dialoghi, anche quando si tratta di una produzione straniera, raramente ci capita di pensare al lavoro che sta a monte: la traduzione e l’adattamento del testo originale, la trasposizione di modi di dire tipici di un paese, e la sostituzione della voce originale di un attore con quella di un doppiatore.

Quali difficoltà devono affrontare i traduttori, i dialoghisti e i doppiatori nel realizzare la versione italiana di film stranieri ? A questo e ad altri quesiti legati all’uso della lingua italiana cercherà di rispondere il seminario “L’italiano siamo noi. Le varietà dell’italiano nel doppiaggio cinematografico”, in programma venerdì 28 aprile a partire dalle 15.00 a Villa Calcaterra (Via Magenta 70, Busto Arsizio).

Organizzato da Mondadori Education, in collaborazione con L’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, l’incontro tratterà, anche attraverso la visione e l’ascolto di sequenze, alcuni tra i principali problemi della traduzione e dell’adattamento in italiano di film stranieri: «Il traduttore e l’adattatore devono misurarsi non solo con questioni come la sincronizzazione del labiale o il riferimento a elementi visivi presenti sulla scena, ma anche con le variazioni di registro, le caratterizzazioni diastratiche o sociali e la componente regionale o dialettale dell’originale». Per spiegare meglio questi passaggi, si analizzeranno diverse scelte esemplari adottate nel corso della storia del doppiaggio italiano.

Alla padrona di casa Minnie Ferrara, direttrice didattica dell’Istituto Antonioni, il compito di moderare gli interventi. Dopo un’introduzione affidata a Giuseppe Antonelli, Docente di Linguistica Italiana all’Università di Cassino, la parola passerà a Emiliano Picchiorri, Docente di Linguistica Italiana all’Università di Chieti e Pescara, e a due professionisti del settore: Mary Pellegatta, adattatrice dialoghista cinetelevisiva, e Raffaele Fallica, attore, doppiatore e direttore di doppiaggio presso ADC Group, titolare del corso di doppiaggio attivato all’Istituto Antonioni proprio nell’anno accademico che volge al termine.

L’appuntamento – pensato come momento di formazione e aggiornamento per i docenti delle scuole superiori e organizzato in occasione dell’uscita del manuale L’italiano siamo noi. Grammatica, comunicazione, scrittura (Einaudi Scuola) di G. Antonelli ed E. Picchiorri – è a ingresso libero e gratuito per chiunque fosse interessato.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria dell’Istituto Antonioni (Tel. 0331/070847) o direttamente a Mondadori Education (Tel. 02/21213517).

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz