domenica
17 dicembre 2017

10:48

“Operai”, l’inchiesta-reportage realizzata da Gad Lerner per Rai3, in onda domenica 14 aprile in seconda serata

La nuova questione sociale, le vite, i luoghi, i lavori di una classe operaia che esiste ancora, trasformata nei numeri, nelle forme di lotta e nel rapporto con i suoi datori di lavoro, nel “racconto” di “Operai”, l’inchiesta-reportage in sei puntate realizzato da Gad Lerner per Rai3.
“Inferno e Paradiso” è il titolo del secondo appuntamento in onda domenica 14 maggio, alle 22.45, che mette a confronto lavori sempre meno retribuiti e sempre meno rispettati ed esemplari modelli di welfare aziendale. L’inchiesta  racconta come nello stesso luogo di lavoro convivano addetti che svolgono le stesse mansioni con condizioni normative e retributive diversissime e spiega come accanto ai fortunati utenti del welfare aziendale, è il caso dei “cittadini Luxottica”, operino lavoratori delle mense, della logistica o delle pulizie per i quali quei benefit sono miraggi inarrivabili. Ma l’indispensabile lavoro di cura delle persone, anziani e malati, può valere tanto meno del lavoro di chi fabbrica occhiali? E tra orari e paghe che rievocano rapporti lavorativi quasi servili, come si è trasformato il ruolo di chi svolge un lavoro salariato nei settori più invisibili del terziario?
A Genova Lerner darà voce alle lavoratrici delle imprese di pulizie in presidio sotto la sede di Banca Carige. Donne costrette dall’appaltatore, per effetto di una gara al ribasso, a lavorare anche per 40 euro al mese. Forniscono prestazioni di soli quindici minuti,  le più fortunate un paio di volte al giorno, in orari lontani l’uno dall’altro. Tempo di vita disintegrato, in cambio di un non-salario. Intervisterà Carolina, sudamericana, che pulisce uffici. Ascolterà il racconto di Ramona, che fa le pulizie nei bagni degli ospedali per 500 euro al mese in una famiglia monoreddito, dopo che suo marito ha perduto il posto di lavoro per problemi di salute. All’ospedale civico di Palermo, tra chi svolge con professionalità, orgoglio e passione il lavoro di cura alla persone, Lerner ascolterà le testimonianze di operatori sanitari, infermieri, ostetriche che lavorano con contratti annuali e trimestrali e a partita Iva: stessi orari dei colleghi, ma compenso che non cambia né di notte, né nei  festivi.
Ad Agordo, nel cuore del distretto di eccellenza dell’ottica italiana e culla della Luxottica, il giornalista visiterà gli impianti produttivi dell’azienda di occhiali più grande del mondo che vanta la più avanzata esperienza di welfare aziendale in Italia: un sistema di “cittadinanza Luxottica” che garantisce assistenza e servizi ai dipendenti e alle loro famiglie, dai libri di scuola per i figli ai soggiorni estivi residenziali in lingua inglese. Un mondo felice di lavoro e di diritti: impegno e sacrificio, ben retribuito e privilegiato. Lerner ne parlerà con operai e dirigenti degli impianti agordini e di Sedico, sede della logistica del gigante internazionale dell’ottica: rimasta in Italia e non trasferita negli Usa in cambio di un accordo sull’avvio del lavoro alle 5 del mattino.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz