sabato
18 novembre 2017

13:10

Questa sera a I Migliori Anni su Rai 1 arriva Patty Pravo. Tra gli ospiti Elena Sofia Ricci e i protagonisti di Drive In

A “I Migliori Anni” arriva la “Ragazza del Piper” Patty Pravo, ospite del quarto appuntamento con la sfida tra decenni condotta da Carlo Conti con Anna Tatangelo, in onda venerdì 19 maggio in prima serata su Rai1. Dagli anni ’70 in poi lo stile e il carisma di questa artista eclettica e trasgressiva hanno incantato fan di tutte le età e i suoi 110 milioni di dischi l’hanno posta di diritto sul podio delle artiste italiane con più vendite di sempre. Ragazzo triste, La Bambola e Pazza idea sono solo un assaggio dei tanti successi che proporrà a raffica nello spazio dedicato al “Jukebox”.
Musica di ieri e di oggi, mode e grandi personaggi saranno come sempre i protagonisti del confronto tra generazioni più avvincente del piccolo schermo. Si parte dal “Mito” anni ’80 Kelly McGillis, bellissima interprete di film entrati a pieno titolo nella storia del cinema, come Witness e Top Gun. Ad accompagnarla le note new wave dei Berlin, sul palco de “I Migliori Anni” con l’indimenticabile Take My Breath Away, “love theme” da Oscar di Top Gun.
Ancora fascino e talento con un’altra splendida attrice, Elena Sofia Ricci, stella del cinema e della tv italiana, che con Carlo Conti ripercorrerà i momenti più significativi della sua brillante carriera.
Sempre per gli anni ’80, l’unica e inimitabile Cristina D’Avena, interprete delle più belle sigle dei cartoni animati, beniamina di intere generazioni di piccoli fan cresciuti, anche grazie a lei, a pane, sogni e fantasia. E poi un programma-simbolo di quegli anni, il mitico Drive In. Con un team d’eccezione come Gianfranco D’Angelo, Sergio Vastano, Enrico Beruschi, Margherita Fumero e Tini Cansino, dall’armadio dei ricordi usciranno le più belle gag comiche, le parodie, i tormentoni e i personaggi di uno show innovativo, diventato presto un cult tv.
Tuffo nei favolosi anni ’60 con la voce inconfondibile e il sorriso contagioso di Wilma De Angelis, che canterà uno dei suoi primi successi “Quando vien la sera”, terzo posto a Sanremo 1960 con Joe Sentieri. E, per chi sta ancora “Sognando la California”, ecco gli intramontabili Dik Dik e le loro più belle canzoni, da Senza Luce a L’Isola di Wight, protagoniste del “Jukebox”. Spazio poi agli anni ’70 con i falsetti pop della hit Miele proposta da Il Giardino dei Semplici e con l’energia dei 5 fratelli statunitensi, di origine capoverdiana, che hanno prestato volto e voce ai Tavares e alle loro ballatissime Heaven Must Be Missing an Angel e More than a woman, indimenticabile colonna sonora de La Febbre del Sabato Sera. Si ballerà anche con i Londonbeat, balzati in cima alle classifiche anni ‘90 con il brano dance I’ve Been Thinking About You, mentre le armonie dei Daniel Sentacruz Ensemble, “padri” di Soleado, riporteranno il pubblico nell’atmosfera dei magnifici anni ’70.
Anche in questa puntata il pubblico da casa potrà contribuire all’album dei “Noi che…”, condividendo i propri ricordi attraverso Internet e i profili social del programma, oppure scegliere video, foto e oggetti cult con i quali riempire i “carrelli dei decenni”, per scrivere tutti insieme il racconto di “Cosa resterà dei Migliori Anni”.
In studio, come sempre, la speciale Giuria dei 100 ragazzi tra i 18 e i 20 anni, cui spetta il compito di rappresentare il programma sui social e di decretare, in ogni puntata, il decennio vincitore.
I momenti più belli di sempre saranno rievocati anche grazie alle coreografie firmate da Fabrizio Mainini e alle musiche dell’Orchestra diretta dal Maestro Pinuccio Pirazzoli.
I Migliori anni è presente su Twitter @RaiMiglioriAnni e all’interno del nuovo portale RaiPlay, con la pagina dedicata: http://www.raiplay.it/programmi/imigliorianni
Prodotto da Rai1 e realizzato in collaborazione con Endemol Shine Italy, “I MiglioriAnni” è un programma di Carlo Conti, Ivana Sabatini, Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano, Mario d’Amico, Francesco Valitutti. Le musiche sono di Pinuccio Pirazzoli, le coreografie di Fabrizio Mainini e i costumi di Donato Citro. La scenografia è di Flaminia Suri e Gennaro Amendola. La regia è firmata da Maurizio Pagnussat.

Lascia un commento

Inserisci per primo un commento

Avvisami
avatar
wpDiscuz