sabato
21 ottobre 2017

04:46

L’opinione

La “solitudine” di Alex

“Continuate in ciò che era giusto” scriveva Alex Langer nel suo messaggio d’addio il 3 luglio 1995. Leggendo il libro “Fare la pace. Scritti su Azione Nonviolenta”, edito da Cierre e Movimento Nonviolento, si possono trovare tantissime idee, spunti e cose “giuste”. Il problema è proprio continuare, ovvero raccogliere l’eredità di Alex. Sono passati 22 anni dalla sua morte, ma resta ancora forte il rimpianto di quanto sarebbe ancora utile la sua lucida capacità d’analisi e di proposta e la sua azione politica spassionata, radicale, ma al tempo stesso concreta. Pensiamo alla crisi di questi giorni tra Italia e Austria con la minaccia del governo austriaco di chiudere la frontiera del Brennero per impedire l’arrivo dei migranti. Alex avrebbe sicuramente…Vai →

People at work

Mercoledì 19 luglio, alle ore 20.45, presso il Teatro Comunale di Recoaro Terme (Via Roma, 15) presentazione dell’ultimo volume di Iago Corazza e Greta Ropa “People at work, l’arte di vivere e sopravvivere”. Un nuovo spettacolare reportage sul mondo del lavoro informale. Evento del Guanxinet. Ingresso libero di Emanuele Bellato “Il fare è espressione umana di civiltà, di evoluzione, di cultura” scrivono Iago Corazza  e Greta Ropa nella prefazione del libro fotografico “People at work, l’arte di vivere e sopravvivere” edito da National Geographic. Dunque un libro sul “fare” dove le immagini sono accomunate – proseguono gli autori – “dalla loro non omologazione, dallo sfuggire alla logica del capitale e del profitto”. Non si tratta di celebrare la povertà, l’obiettivo…Vai →

L’ultima spiaggia del duce

di Emanuele Bellato Dalla spiaggia fascista di Sottomarina all’esaltazione del duce sui social network l’“amarcord del ventennio”, dopo oltre settant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale, non sembra placarsi. Complice la crisi economica che ha esasperato e messo sul lastrico tantissime famiglie, o più semplicemente per ignoranza, si evoca un periodo aureo che non è mai esistito. E’ un’impresa impossibile spiegare a quelli come Gianni Scarpa, gestore del bagno “Punta Canna” di Sottomarina che il fascismo è stato il male assoluto. Loro sanno solo rispondere: “Me ne frego”, il contrario dell’ “I care” (mi interessa) di don Lorenzo Milani. Inutile spiegare che il cosiddetto “ordine fascista” fu solo disordine, violenza, corruzione, guerra, morti. Basti ricordare alcune illustri vittime del fascismo:…Vai →

Il giornalismo è caduto in basso

In una intervista pubblicata sul portale di Tiscali.it con Domenico Quirico, caposervizio esteri de “La Stampa” e noto inviato di guerra, alla domanda sullo stato del giornalismo ha risposto:  “Il giornalismo? È caduto in basso”. Difficile dargli torto leggendo il titolo de “La Voce di Rovigo” di oggi, giovedì 29 giugno 2017: “Profughi, il ‘bubbone’ estivo”. Non bastano la virgola e le virgolette per depotenziarlo. Una vera e propria caduta di stile. Leggiamo dal dizionario Sabatini Coletti il significato di bubbone: [bub-bó-ne] s.m. 1 Rigonfiamento patologico delle ghiandole linfatiche. 2 fig. Fenomeno sociale che corrompe e inquina in profondità e viene fatto un esempio pertinente: “la mafia è un bubbone che va estirpato”. Naturalmente “la Voce” fa riferimento al senso figurato, ma davvero…Vai →

Il ritorno delle tribù

Un libro in rete a Valdagno: “Il ritorno delle tribù. La sfida dei nuovi clan all’ordine mondiale” (Rizzoli, 2017). Mercoledì 28 giugno 2017, alle ore 18.30, Palazzo Festari (Corso Italia n°63) Valdagno (VI) Maurizio Molinari, autore del libro in dialogo con Paolo Gubitta, Università di Padova – CUOA Business School. Evento promosso da Guanxinet di Emanuele Bellato Le tribù sono tornate. Da oriente ad occidente, da nord a sud. E’ la tesi di Maurizio Molinari contenuta nel suo nuovo libro edito da Rizzoli. Si tratta di un ritorno al passato? Non precisamente, piuttosto si può parlare di fenomeni sopiti ma sempre pronti a risvegliarsi, per esempio il millenario scontro tra sunniti e sciiti o quello delle tribù dell’Africa mediterranea. Molinari,…Vai →

Un libro in rete a Valdagno: Psicoterapia breve per il benessere psicologico

Venerdì 12 maggio 2017, alle ore 20.30, a Valdagno presso Palazzo Festari corso Italia n.63. incontro con  Giovanni A. Fava che presenta il suo nuovo libro “Psicoterapia breve per il benessere psicologico”. Introduce la serata Fabrizio Fusco. Evento promosso da Guanxinet in collaborazione con l’Associazione Progetto Salute Valle dell’Agno Onlus. Per informazioni: info@guanxinet.it – www.guanxinet.it tel. 0445 406758 Colorare la vita con la Well-Being Therapy (WBT) A Valdagno continua il viaggio nella mente umana. Dopo il grande successo di pubblico ottenuto da Michela Marzano con il suo romanzo introspettivo “L’amore che mi resta” che racconta, dal punto di vista di una madre, la perdita di una figlia è il turno di Giovanni A. Fava, docente di Psicologia clinica all’Università di…Vai →

Un libro in rete a Valdagno: “L’amore che mi resta” di Michela Marzano

Presentazione del libro Giovedì 4 maggio 2017, alle ore 20.30, presso Palazzo Festari – Corso Italia n.63 – Valdagno (VI) con Michela Marzano e  Maria Pierdicchi. Evento promosso da Guanxinet in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 Per informazioni: info@guanxinet.it – www.guanxinet.it tel. 0445 406758 Quando un lettore si trova tra le mani un buon libro, avvincente o coinvolgente, è solito dire “l’ho letto tutto d’un fiato” e poco importa il numero delle pagine. Per l’ultimo libro di Michela Marzano, “L’amore che mi resta” (Einaudi, Cles, 2017), che non è solo un buon libro ma un capolavoro, non si può utilizzare la suddetta formula. E’ un libro che va dosato per non rimanere schiacciati dal dolore, un dolore autentico che supera…Vai →

Un libro in rete a Valdagno: “Vergogna ed esclusione. L’Europa di fronte alla sfida dell’emigrazione”

Mercoledì 26 aprile 2017, ore 20.30, Palazzo Festari – Corso Italia n.63 – Valdagno (VI) presentazione del libro “Vergogna ed esclusione. L’Europa di fronte alla sfida dell’emigrazione” (Castelvecchi, Collana I timoni, 2017). Ne parleranno: Umberto Curi, curatore del volume e Giovanni Palombari, della Corte di Cassazione. Introdurrà Eliseo Fioraso. Evento promosso dal network Guanxinet in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 Per informazioni: info@guanxinet.it – www.guanxinet.it tel. 0445 406758 e Libreria De Franceschi snc Valdagno (VI) tel. 0445 412877 di Emanuele Bellato Nella Germania nazista il movimento di resistenza, pur presente, fu un fenomeno sotterraneo ed eterogeneo. Tra gli oppositori al regime totalitario di Hitler spicca la “Rosa Bianca” un gruppo di studenti cristiani che diffusero volantini incitando alla rivolta non…Vai →

Una mostra in rete: Andrea Palladio, il mistero del volto

Del mistero svelato del volto di Andrea Palladio e della mostra in corso a Vicenza ne parleranno Guido Beltramini, direttore del Palladio Museum e Alessandra Bertoldi, dei Licei Valdagno stasera Giovedì 13 aprile 2017, alle ore 20.30, presso Palazzo Festari (Corso Italia n.63) a Valdagno (VI) di Emanuele Bellato “Il mistero del volto di Palladio comincia da una immagine che non c’è: ne I Quattro Libri dell’Architettura di Andrea Palladio, stampati a Venezia dall’editore Domenico de’ Franceschi nel 1570, manca il ritratto dell’autore. E’ una assenza sorprendente? Per certi versi sì”. Queste sono le parole introduttive del catalogo della mostra “Andrea Palladio, il mistero del volto” (Officina Libraria, 2016) a cura di Guido Beltramini   Il direttore del Palladio Museum…Vai →

Un film in rete a Valdagno: “La pelle dell’orso”

Proiezione giovedì 16 marzo 2017 ore 21.00 Cinema Teatro Super – Viale Trento n. 28 – Valdagno (VI). Con la partecipazione di Marco Segato, regista e Leonardo Mason, attore. Introduce e coordina Sabrina Bollori. Ingresso € 5,50. Per informazioni: info@guanxinet.it – www.guanxinet.it tel. 0445 406758 in collaborazione con Libreria De Franceschi snc Valdagno (VI) tel. 0445 412877  di Emanuele Bellato “Essere in cammino dà quasi sempre più soddisfazione che non arrivare a destinazione. Preferiamo la caccia alla preda” scrive l’esploratore norvegese Erling Kagge nel suo ultimo libro “Il silenzio” (Einaudi, 2017). Queste parole mi sembrano perfette per descrivere sia il romanzo di Matteo Righetto “La pelle dell’orso” (Guanda, 2013) sia l’omonimo film di Marco Segato.   La caccia all’orso diventa…Vai →