lunedì
23 aprile 2018

06:31

Finis Terrae

1998–2018: Ancora Boycott

di Gianni Sartori Come suggeriva Ozlem Tanrikulu (vedi l’Espresso del 15 aprile 2018) ognuno di noi può (deve o almeno: dovrebbe) fare, se non proprio la differenza, almeno qualcosina per contribuire alla difesa del popolo curdo. Per esempio denunciando la…Vai →

“Ecologia Sociale” a Carrara

«Quando la natura può essere concepita o come uno spietato mercato competitivo, o come creativa e feconda comunità biotica, ci si aprono davanti due correnti di pensiero e di sensibilità radicalmente divergenti, con prospettive e concezioni contrastanti del futuro dell’umanità….Vai →

Afrin: Il Vietnam di Ankara?

“La rivoluzione in Rojava e il mondo della modernità capitalista sono due bozze di società che si escludono a vicenda“ (Karl Plumba) di Gianni Sartori Afrin resiste. “Con altri mezzi”, ma resiste. Nonostante quanto dichiarato da  vari mezzi di informazione….Vai →

Grup Yorum: Voce dei Popoli oppressi

di Gianni Sartori Attualmente sono undici i membri ancora imprigionati di Grup Yorum; imprigionati per il loro impegno a favore della democrazia e della libertà di stampa. Se nei confronti dei curdi il governo turco sta ormai applicando un autentico…Vai →

Kronstadt 1921

di Gianni Sartori Il centenario della Rivoluzione d’Ottobre è stato sicuramente celebrato sotto tono, meno di quanto meritasse. A mio avviso fu un evento quasi unico, fondamentale per la Storia umana, in particolare per gli oppressi e sfruttati. Indipendentemente dagli…Vai →

Intervista con Miro Merelli

di Gianni Sartori La mia ben nota “passione” per le culture minoritarie e per i popoli oppressi (risalente alla fine degli anni sessanta e ai primi settanta: vedi le manifestazione per il processo di Burgos ai militanti etarra baschi, vedi…Vai →