martedì
22 gennaio 2019

19:29

Il commento

Un piano metropolitano per contenere lo smog

di Marco Trevisan (Verdi Metropolitani Venezia) Nel 2017 quasi tutti i capoluogo di provincia del Veneto, tranne la città di Belluno, si confermano con livelli eccessi nello sforamento delle polveri sottili (Pm10). Venezia, in particolare, risulta essere al secondo posto tra le città più inquinate, per ben 94 volte al di fuori dei limiti imposti per legge (50 µg/m3), secondo i dati resi pubblici da Legambiente in riferimento all’inquinamento atmosferico regionale. Prendendo riferimento questi numeri, considerando il rapporto Arpav in relazione alla qualità dell’aria 2017 nella provincia di Venezia, dove si legge nella parte conclusiva che: “in tutte le stazioni di misura è stato ampiamente superato il numero di giorni consentiti dal Dlgs 155/10 (35 giorni) del valore limite di 24…Vai →

L’anno è agli sgoccioli…e l’Amministrazione comunale di Rovigo?

Illazioni e previsioni sulla tenuta della Giunta Bergamin, con un occhio al prossimo futuro di Flavio Ambroglini Nell’imminenza della fine d’anno, come di consuetudine si sprecano previsioni su tutto: dal prossimo vincitore a Sanremo, all’esito futuro dell’azione del Governo; dalla squadra che vincerà il campionato di calcio, ai tentennamenti della Britain exit, più comunemente nota come “Brexit”!            E sin qui siamo perfettamente nella norma e se aggiungiamo i vari oroscopi, il quadro è pressoché completo: peccato che neanche leggendo questi ultimi si possa sapere in anticipo che fine farà la Giunta Bergamin, la quale stoicamente si regge su vari “puntelli” che sembrano a prova di futuri terremoti politici in città.          Già, perché di questo tipo di terremoti ultimamente se ne…Vai →

Eccellenze rodigine: Giovane scienziato premiato a livello internazionale

Riceviamo da Giorgia Businaro e pubblichiamo: Enrico Milan è nato a Rovigo 33 anni fa, ed è ricercatore presso l’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano (postdoc nel laboratorio del Professore Simone Cenci “malattie dell’invecchiamento”) Con un proprio progetto di ricerca ha ricevuto il “Brian D. Novis Junior Award 2019″, un finanziamento dalla International Myeloma Foundation che ha ritirato a San Diego l’1 dicembre u.s. in occasione dell’importante congresso internazionale della Società Americana di Ematologia (ASH 2018) Enrico è il più giovane e l’unico ricercatore italiano fra i 6 selezionati dei quali un belga, due australiani e due che operano negli Stati Uniti.  Si occupa da anni dello studio della biologia delle malattie legate alle cellule che producono gli anticorpi, le plasmacellule, quali il mieloma multiplo e l’amiloidosi sistemica…Vai →

Qualità della vita a Rovigo

Riceviamo da Giorgia Businaro e pubblichiamo: L’indagine annuale de Il Sole 24 Ore, che misura la qualità della vita nelle province italiane, fotografa una situazione ampiamente prevedibile: Rovigo resta fanalino di coda non solo del Veneto ma dell’intero Nord Italia, insieme a Pavia e Alessandria. A trascinare verso il basso il territorio polesano sono, in particolare, gli indicatori della macro-area “Ambiente e Servizi” (88^ posizione). Interessante vedere come uno dei dati peggiori si registri per l’indicatore relativo alla Smart City: il prestigioso quotidiano paragona Rovigo a Teramo, Oristano, Imperia e Napoli, tutte verso il fondo della classifica. Eppure, del concetto di Smart City, durante l’ultima campagna elettorale, tutti i candidati si riempivano la bocca, da destra a sinistra, probabilmente senza…Vai →

Rovigo: Demolizione ex biglietteria autocorriere …ennesima boutade!

di Flavio Ambroglini “Doveva sparire entro la fine dell’anno ma il tempo rimasto è veramente poco!” Comincia ad assumere i contorni dell’ennesima boutade l’annunciata e tanto sbandierata demolizione dell’ex stazione delle autocorriere, ormai in disuso e fatiscente da moltissimo tempo.         Con grande rilievo mediatico venne annunciata già ad ottobre, da parte dell’Amministrazione comunale, ponendo il termine della fine del corrente anno ma per chi passa oppure abita da quelle parti i dubbi cominciano ad esserci…eccome!            Il macilento fabbricato è ancora lì e di cantierazione del sito non v’è ombra.      E poi, secondo il mai tramontato proverbio che recita: “A pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina” si capisce facilmente di non essere nel peccato e viene…Vai →

Rovigo, ovvero la “minima moralia” nell’amministrazione della “res-publica”

di Flavio Ambroglini Con lo spirito di chi cerca di comprendere il perché a Rovigo si sia toccato un livello così basso nella gestione della cosa pubblica, tale da far impallidire sociologi, come Theodor Adorno, che già  nella metà degli anni ’50 del secolo scorso ipotizzavano un profondo decadentismo politico-sociale, nella società che loro prevedevano sarebbe presto diventata “post-industriale”, debbo ipotizzare a mia volta che la mancata conoscenza delle dinamiche socio-economiche in capo a chi dovrebbe oculatamente gestire la cosa pubblica sia perlomeno una pesante concausa dello sfacelo in cui versa la nostra Rovigo.          Lo studio, la conoscenza, l’osservazione, il dialogo, il confronto politico, sono il sale della democrazia e della sua applicazione corretta e pertinente al significato del termine in…Vai →

Poesia di Natale 2018

di Francesco Lena  Anche quest’anno con entusiasmo, in una fantastica atmosfera, si festeggia il magnifico Natale, ci porta sempre fiocchi di neve e quella luce che ci aiuta ad aprirsi, ai bisogni del mondo attuale. Aprirsi a un Natale luminoso, lo splendore di Gesù Bambino, indica la via dei principi universali, da attuare, Costruire, quella pace che ci unisce, che semina tra persone, rispetto, condivisione e amore. Aprirsi a un Natale creativo, con la mente e col cuore, praticare i valori umani e della vita, quelli che ci fanno vivere in armonia bene insieme, nella solidarietà, giustizia sociale e nella fraternità. Aprirsi a un Natale positivo, guardare l’alba con gli occhi dei bambini, per scoprire nuovi colori ed emozioni, quelli,…Vai →

La “didattica delle incompetenze”

di Lucio Garofalo A proposito dei “compiti autentici”, o di realtà (che dir si voglia), mi permetto di sollecitare una riflessione personale.  Da marxista, so bene che una “sintesi dialettica” tra teoria e prassi è la giusta risposta fornita all’antica questione che colloca i due termini in netta antitesi.  L’una non esclude l’altra, anzi: sono due valori che si compenetrano tra loro in un rapporto dialettico. Per cui anteporre l’una all’altra, o viceversa, è un errore.  Sul versante didattico, la disputa degli ultimi tempi tra quanti si ostinano ad anteporre le competenze pratiche alle conoscenze teoriche, o viceversa, si risolve in una sintesi dialettica (ossia in una relazione di interdipendenza logica e pedagogica) tra due elementi preziosi ed indispensabili alla formazione…Vai →

Rovigo: Amministrazione Bergamin, probabilmente la peggiore di sempre

di Flavio Ambroglini La saggezza antica asseriva che: “al peggio non c’è mai limite”; ma per una città “imbalsamata” da un’amministrazione che pare ben avviata ad essere ricordata solo per il nulla, o quasi, realizzato, son dolori ed i rodigini – vox Populi – pensano ora annichiliti, delusi ed arrabbiati ai tantissimi sacrifici che dovranno sopportare, per lungo tempo, al fine di rimettere a posto le cose.          Un altro proverbio, con altrettanta saggezza, asserisce che “errare è umano ma perseverare è diabolico” ed a questo punto, in base ai risultati tendenti a zero, prodotti da chi governa Rovigo, e con un saldo sottozero per via dei danni arrecati (lampadario della sala consiliare docet), fatta salva la buonafede, sino a prova contraria,…Vai →

I sovranisti e il welfare caritatevole

di Luigi Pandolfi Dal 27 settembre non facciamo che parlare di deficit, di miliardi qua, di miliardi là. Invero, parliamo di niente, perché né il 27 settembre né il 3 ottobre si è definito alcunché sui vari capitoli della manovra che verrà. Ipotesi (che vengono smentite di ora in ora), indiscrezioni, eccetto l’innalzamento dell’asticella del deficit sul Pil e le ottimistiche previsioni sulla crescita contenute nella Nadef (la Nota di aggiornamento non è la manovra di bilancio). Dei provvedimenti core (reddito di cittadinanza, pensioni, fisco) e del modo in cui gli stessi verranno finanziati, per il 2019, ma anche, e soprattutto, per gli anni successivi, daranno conto, nello specifico, la legge di bilancio ed i cosiddetti “collegati” (ne sono stati…Vai →

Alcune considerazioni su Salvini e Di Maio

Riceviamo da Francesco Lena e pubblichiamo: Caro Salvini, prima del voto del 4 marzo 2018, in campagna elettorale hai giurato sul Vangelo con la corona del rosario in mano, ti chiedo: lo hai letto il Vangelo? Non sta scritto di respingere o bloccare sulle navi gli immigrati e di chiudere i porti alle navi che trasportano immigrati. Non sta scritto, di essere contro i fratelli che fuggono, dalla fame, guerre e orrori. Poi ti chiedo quante sono le persone morte annegate in mare o nei lager libici?  Caro Salvini, salvarli è un fatto umanitario, ancora prima della legge universale del mare che dà il diritto di essere salvati. Caro Salvini t’invito gentilmente ad andare su uno di quei gommoni assieme…Vai →

L’appello dell’ambientalista Gino Spolaore: “Sindaci assieme contro lo smog”

Colonnette per auto elettriche nella Noalese Gentile redazione, vorrei ricordare che l’inquinamento atmosferico ha un impatto significativo sulla salute dei cittadini. Soprattutto nelle aree urbane. Rimane il più grande pericolo per la salute ambientale in Europa. Bisogna limitare le fonti fossili, incentivare le auto elettriche, eco città, car-sharing, aumentare le stazioni di ricarica, ospedali nuovi green e uso delle moderne tecnologie di riscaldamento. Perché i danni causati dallo smog sono ormai ben documentati. Gino Spolaore

C’è bisogno di più umanità

Riceviamo e pubblichiamo questa bellissima poesia di Francesco Lena C’è bisogno di più umanità. C’è bisogno di più umanità, l’obiettivo del diritto alla vita va perseguito, aprire il cuore e la mente, prendere coscienza, portare aiuti ai bambini nel mondo,…Vai →

Camion esploso a Bologna – Balotta (Onlit): Servono più controlli e riequilibrio trasporti

Riceviamo da Dario Balotta, Presidente ONLIT Osservatorio Nazionale Liberalizzazioni Infrastrutture e Trasporti, e pubblichiamo: Troppi Tir sulle strade italiane. Servono più controlli di polizia e autostradali. Il sistema va riequilibrato verso l’uso della più sicura e meno inquinante ferrovia. Se le FS coprono a malapena il 7% del trasporto delle merci terrestre, sull’alta velocità i treni merci non possono accedere, i trasporti su gomma invece fanno la parte del leone con una quota di oltre il 90 %. Ogni giorno circolano sulle strade e autostrade italiane 6,5 milioni di Tir. Molti di questi per essere competitivi viaggiano in condizioni pericolose: eccesso di velocità, mezzi vecchi e sovraccarichi (con ridotta capacità frenante e stabilità precaria dei mezzi), eccesso di ore di guida dei…Vai →

Rovigo d’Estate …non ci rimane che la smorfia!

di Flavio Ambroglini* In questi ultimi giorni di luglio, preambolo delle ferie d’agosto, l’estate fa un po’ le bizze, la politica pure e la gente… si adegua; abituata com’è – suo malgrado – a sopportare le intemperanze di tutto e tutti e cosa ci può essere di meglio se non cercare d’ammazzare il tempo del riposo dedicandosi ad amenità che i tumultuosi ritmi quotidiani spesso ci precludono?          I Rodigini si ingegnano come possono: chi va al mare, chi va ai monti e quelli che restano in città fanno i conti con l’afa e cercano, al calar della notte, un po’ di refrigerio all’aperto, magari in compagnia degli amici sempre attenti però a non incappare negli strali…Vai →