venerdì
15 marzo 2019

20:50

Il commento

#climatestrike

Riceviamo da Giorgia Businaro e pubblichiamo: Venerdì 15 marzo è stata una giornata epocale per l’intero pianeta. Centinaia di migliaia di giovani in tutto il mondo sono scesi in piazza per rivendicare il diritto al proprio futuro e chiedere impegni concreti contro i cambiamenti climatici. La mobilitazione globale nasce dall’esempio di Greta Thunberg, giovanissima attivista svedese divenuta ormai il simbolo della lotta contro il climate change, tanto da essere proposta per il premio Nobel per la pace. Anche in Italia, in Veneto, a Rovigo gli studenti sono scesi in piazza. Una partecipazione che non si vedeva da tempo immemorabile. È fondamentale però non disperdere questo patrimonio, fare in modo che la mobilitazione Fridays for Future non resti fine a se stessa. Per questo è indispensabile far…Vai →

Verdi sulla Lagoon Run 2019: “Corsa in un periodo non felice per l’ambiente faunistico della zona”

di Gianluigi Bergamo – Verdi Metropolitani/e Venezia Domenica prossima 17 Marzo è in programma la manifestazione di corsa podistica denominata Lagoon Run alla sua quinta edizione. A differenza delle ultime edizioni quest’anno gli organizzatori hanno predisposto la corsa in un periodo non felice per l’ambiente faunistico della zona. Il percorso della competizione è: “ interamente immerso nelle bellezze naturali della laguna di Lio Piccolo, si correrà circondati da uno scenario unico, regalato da un paesaggio naturalistico costituito da barene, corsi d’acqua, valli da pesca e la flora e fauna presenti tipicamente a Cavallino-Treporti.” come pubblicizzato dagli stessi organizzatori coadiuvati dall’amministrazione comunale di Cavallino-Treporti. Infatti dato il contesto ambientale del percorso, siamo all’interno della Laguna di Venezia in piena zona SIC-ZPS e…Vai →

Emergenza smog nel veneziano

Considerazioni del gruppo Verdi Metropolitani/e Venezia per rispondere al problema smog nel territorio del Comune di Venezia-Mestre. Articolo scritto ed elaborato da: Marco Trevisan Verdi Metropolitani/e Venezia. Dall’inizio dell’anno gli sforamenti del valore giornaliero di legge del Pm10 per Venezia sono stati ben ventotto (dati Arpav), la concentrazione giornaliera di inquinanti in atmosfera sono oltre il doppio di quelli definiti dalla legge (vedi ultimi dati Legambiente). Il territorio è allo stremo, l’eccessiva cementificazione durante questi anni oltre a risposte basate sul fattore emergenziale (blocco auto) invece che impegnarsi attraverso interventi programmatici coordinati ha portato ad una situazione non accettabile, l’inquinamento atmosferico ha un forte impatto sulla salute di cittadini, soprattutto nelle aree urbane dove vivono e passano la maggior parte…Vai →

Autonomia differenziata: Il federalismo dei trasporti (Lombardo Veneto) è stato un fallimento

di Dario Balotta* Con l’autonomia differenziata c’è il rischio che sfugga il controllo della spesa pubblica e che i servizi non aumentino la loro efficienza. Almeno questo è quanto si è già visto per i trasporti e per le infrastrutture, nonostante sia già delegato da oltre un decennio in tutte le regioni italiane. La politica non è ancora pronta per questo salto, che necessita di ben altra responsabilità di spesa, cultura amministrativa e di un contesto economico di crescita. E’ il caso di due delle oltre 20 materie che andrebbero trasferite, armi e bagagli, alle regioni. In Lombardia e in Veneto, 15 anni di federalismo ferroviario e autostradale sono già falliti: Ferrovie Nord è stata ed è oggetto di plateali…Vai →

Bosco di Campalto: Recinzione e pavimentazione pericolose

di Marco Trevisan*  Da diverso tempo nei vari gruppi facebook di Campalto si segnala una condizione pericolosa della pavimentazione e della staccionata del “Bosco di Campalto” situato fronte il cimitero della città. Il bosco è stato inaugurato nel 2008 da allora è stato mantenuto in modo decorso, fino a pochi anni fa, dove sono apparse (tramite social network) diverse segnalazioni che evidenziano aree di notevole degrado e pericolo da parte di vari residenti. In questi anni però nulla pare essersi mosso per mettere in sicurezza le zone più compromesse, l’ultimo episodio pubblicato su internet è il racconto di utente che sarebbe caduto pericolosamente per via della pavimentazione ormai composta da materiale usurato, oltre ad un video (l’ultimo di diversi), pubblicato recentemente,…Vai →

Al lupo! Al lupo!

di Gianluigi Bergamo* Ci sembra di essere tornati al Medioevo. Sui Lupi cattivi. Oggi un articolo di giornale a diffusione nazionale riportava “la paura degli umani” verso i lupi, che addirittura stanno diventando un “problema di sicurezza pubblica”, come se ci fosse un’invasione di lupi pronti a sbranare gli essere umani nelle nostre montagne. Fake News. La soluzione molto semplice: abbatterli. Allora che ci sia un problema di conflittualità tra il lupo e le attività umane è innegabile, soprattutto pastorizia e allevamenti bovini (non quindi con gli esseri umani di cui non risulta nessuna aggressione nel Veneto e nel resto d’Italia). Nel 2018 in Veneto ci sono state 450 predazioni e indennizzi per 215.000 euro. Ci auguriamo che la Regione abbia…Vai →

Nuovo piano casa? Si è già consumato troppo suolo

di Marco Trevisan (Verdi Metropolitani/e Venezia) Il nuovo piano urbanistico varato dalla giunta veneziana qualche giorno fa, dove viene prevista la possibilità di realizzare fino a 800 metri cubi, anche in area agricola per esigenze abitative familiari, è un progetto controproducente per la vivibilità del territorio e per l’ambiente. Prendiamo i dati, sul consumo del suolo nel 2017, il Veneto è la seconda regione d’Italia dopo la Lombardia per quota di nuova cementificazione (12,35%), si ricorda inoltre che nel 2016 si è consumato tre volte più suolo nel comune di Venezia, da novembre 2015 a luglio 2016 ben 71 chilometri quadrati di suolo, il 45,1% del suolo è stato edificato, di quanto invece sia avvenuto a livello provinciale (17%). Solo prendendo questi…Vai →

Problemi a Rovigo?…Come la saga di guerre stellari!

Gradimento zero per gli interventi viabilistici, sempre “a tampone”. Ed i Rodigini pagano il conto! di Flavio Ambroglini La saga di “guerre stellari”, meglio nota come Star wars, cavalca sempre l’onda proponendo l’eterna lotta tra l’ordine degli Jedi e quello dei Sith che attingono il loro potere dal lato chiaro della “Forza”, i primi, e da quello oscuro, i secondi.         L’antagonismo tra il bene ed il male, non conosce stagioni, né confini geografici, né situazioni particolari ed è così che a Rovigo, grazie alle continue “novità” legate alla viabilità cittadina, potremo gustare sempre nuovi episodi senza scomodarci andando al cinema! In questo tormentone tutto di casa nostra, Rodigini (Jedi) devono vedersela con l’Amministrazione comunale (Sith) e la saga potrà continuare…Vai →

Il “Night Bus” una buona idea da importare anche a Mestre

L’autobus a chiamata notturno da pochi giorni attivo a Padova, ideato dal Comune e Università di Padova con la gestione di BusItalia, è un servizio innovativo e intelligente, facile da utilizzare e prenotabile con una semplice app. Il servizio ideato per i giovani (universitari e non), permette scegliere il percorso e prenotare il viaggio, pagabile a bordo (1 euro e 50 cent), è attivo tutti i giorni nel territorio comunale di Padova fino ad ore tarde (dalle 21 alle 24 di lunedì, martedì, giovedì e domenica, e fino alle 3 mercoledì, venerdì e sabato fino alle 3), è un esempio da far proprio per il territorio di Mestre per ravvivare la città ai giovani e permetterebbe di dare maggior indipendenza…Vai →

Un piano metropolitano per contenere lo smog

di Marco Trevisan (Verdi Metropolitani Venezia) Nel 2017 quasi tutti i capoluogo di provincia del Veneto, tranne la città di Belluno, si confermano con livelli eccessi nello sforamento delle polveri sottili (Pm10). Venezia, in particolare, risulta essere al secondo posto tra le città più inquinate, per ben 94 volte al di fuori dei limiti imposti per legge (50 µg/m3), secondo i dati resi pubblici da Legambiente in riferimento all’inquinamento atmosferico regionale. Prendendo riferimento questi numeri, considerando il rapporto Arpav in relazione alla qualità dell’aria 2017 nella provincia di Venezia, dove si legge nella parte conclusiva che: “in tutte le stazioni di misura è stato ampiamente superato il numero di giorni consentiti dal Dlgs 155/10 (35 giorni) del valore limite di 24…Vai →

L’anno è agli sgoccioli…e l’Amministrazione comunale di Rovigo?

Illazioni e previsioni sulla tenuta della Giunta Bergamin, con un occhio al prossimo futuro di Flavio Ambroglini Nell’imminenza della fine d’anno, come di consuetudine si sprecano previsioni su tutto: dal prossimo vincitore a Sanremo, all’esito futuro dell’azione del Governo; dalla squadra che vincerà il campionato di calcio, ai tentennamenti della Britain exit, più comunemente nota come “Brexit”!            E sin qui siamo perfettamente nella norma e se aggiungiamo i vari oroscopi, il quadro è pressoché completo: peccato che neanche leggendo questi ultimi si possa sapere in anticipo che fine farà la Giunta Bergamin, la quale stoicamente si regge su vari “puntelli” che sembrano a prova di futuri terremoti politici in città.          Già, perché di questo tipo di terremoti ultimamente se ne…Vai →

Eccellenze rodigine: Giovane scienziato premiato a livello internazionale

Riceviamo da Giorgia Businaro e pubblichiamo: Enrico Milan è nato a Rovigo 33 anni fa, ed è ricercatore presso l’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano (postdoc nel laboratorio del Professore Simone Cenci “malattie dell’invecchiamento”) Con un proprio progetto di ricerca ha ricevuto il “Brian D. Novis Junior Award 2019″, un finanziamento dalla International Myeloma Foundation che ha ritirato a San Diego l’1 dicembre u.s. in occasione dell’importante congresso internazionale della Società Americana di Ematologia (ASH 2018) Enrico è il più giovane e l’unico ricercatore italiano fra i 6 selezionati dei quali un belga, due australiani e due che operano negli Stati Uniti.  Si occupa da anni dello studio della biologia delle malattie legate alle cellule che producono gli anticorpi, le plasmacellule, quali il mieloma multiplo e l’amiloidosi sistemica…Vai →

Qualità della vita a Rovigo

Riceviamo da Giorgia Businaro e pubblichiamo: L’indagine annuale de Il Sole 24 Ore, che misura la qualità della vita nelle province italiane, fotografa una situazione ampiamente prevedibile: Rovigo resta fanalino di coda non solo del Veneto ma dell’intero Nord Italia, insieme a Pavia e Alessandria. A trascinare verso il basso il territorio polesano sono, in particolare, gli indicatori della macro-area “Ambiente e Servizi” (88^ posizione). Interessante vedere come uno dei dati peggiori si registri per l’indicatore relativo alla Smart City: il prestigioso quotidiano paragona Rovigo a Teramo, Oristano, Imperia e Napoli, tutte verso il fondo della classifica. Eppure, del concetto di Smart City, durante l’ultima campagna elettorale, tutti i candidati si riempivano la bocca, da destra a sinistra, probabilmente senza…Vai →

Rovigo: Demolizione ex biglietteria autocorriere …ennesima boutade!

di Flavio Ambroglini “Doveva sparire entro la fine dell’anno ma il tempo rimasto è veramente poco!” Comincia ad assumere i contorni dell’ennesima boutade l’annunciata e tanto sbandierata demolizione dell’ex stazione delle autocorriere, ormai in disuso e fatiscente da moltissimo tempo.         Con grande rilievo mediatico venne annunciata già ad ottobre, da parte dell’Amministrazione comunale, ponendo il termine della fine del corrente anno ma per chi passa oppure abita da quelle parti i dubbi cominciano ad esserci…eccome!            Il macilento fabbricato è ancora lì e di cantierazione del sito non v’è ombra.      E poi, secondo il mai tramontato proverbio che recita: “A pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina” si capisce facilmente di non essere nel peccato e viene…Vai →