domenica
19 maggio 2019

20:29

Emergenza smog nel veneziano

Considerazioni del gruppo Verdi Metropolitani/e Venezia per rispondere al problema smog nel territorio del Comune di Venezia-Mestre. Articolo scritto ed elaborato da: Marco Trevisan Verdi Metropolitani/e Venezia.

Dall’inizio dell’anno gli sforamenti del valore giornaliero di legge del Pm10 per Venezia sono stati ben ventotto (dati Arpav), la concentrazione giornaliera di inquinanti in atmosfera sono oltre il doppio di quelli definiti dalla legge (vedi ultimi dati Legambiente).

Il territorio è allo stremo, l’eccessiva cementificazione durante questi anni oltre a risposte basate sul fattore emergenziale (blocco auto) invece che impegnarsi attraverso interventi programmatici coordinati ha portato ad una situazione non accettabile, l’inquinamento atmosferico ha un forte impatto sulla salute di cittadini, soprattutto nelle aree urbane dove vivono e passano la maggior parte del loro del tempo.

Eliminare l’idea di emergenzialità sul tema smog e sviluppare progetti di lunga durata dovrebbe essere la soluzione più efficace per risolvere questo problema, bisogna partire dalla una riqualificazione green per le aree degradate, mezzi pubblici gratuiti nei periodi di maggior concentrazione di smog, serve incentivare il fotovoltaico e l’accumulo di energia, seguire soluzioni europee come le terrazze verdi e siepi in ambito urbano, cinture boscate di sempreverdi vicino alle strade, “barriere stradali” verdi di edera (riduce le particelle inquinanti e il biossido di azoto), introdurre concetti urbanistici vicino all’emissione zero e limitare il consumo del suolo, incentivare il riuso urbano e lo stop alle costruzioni lontane dalle linee di trasporto pubblico, ripristinare linee di navigazione fluviale e migliorare il trasporto su treno (facendo pressione alla regione), l’introduzione di idee vincenti come i Night Bus a Padova (autobus che può essere prenotato tramite app per il trasporto notturno), l’utilizzo di cemento mangia smog (o cemento autopulente), l’inserimento di semafori intelligenti contro lo smog come quelli realizzati dai ricercatori del MIT di Boston, che coordinano il traffico attraverso un algoritmo che analizza l’inquinamento in città in tempo reale e impegnarsi nel seguire Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile anche a livello locale, sono risposte di ambia veduta e risolutive al contrario del blocco del traffico che risulta una soluzione obsoleta e colpisce chi non può permettersi di cambiare auto, molti lavoratori e fasce produttive come le piccole medie imprese, senza risolvere il problema.

Invitiamo il comune di Venezia, Città Metropolitana e Regione Veneto a stilare un programma per risolvere il problema smog aprendo un tavolo con le associazioni ed enti di ricerca, come ha sottolineato Greta Thunberg (l’ambientalista 16enne che si batte contro i cambiamenti climatici, v. foto in alto) davanti ai rappresentati europei invitiamo ad ascoltare quello che dice la scienza perché il tempo a disposizione per cambiare ciò che ci circonda è ormai poco.

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
Data (dal più recente) Data (dal più vecchio) I più votati
Avvisami
trackback

[…] Emergenza smog nel veneziano Pubblicato in Uncategorized […]