sabato
25 maggio 2019

17:08

Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

di Giovanni Litt (Consigliere Comunale di Spinea)

Gentilissimi,

anche il Comune di Spinea ha aderito ufficialmente alla XXIV Edizione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, a Padova, il prossimo 21. 

In tempi recenti, infatti, la Direzione distrettuale antimafia di Venezia e la Direzione investigativa antimafia di Padova hanno svolto inchieste che hanno disvelato la presenze di persone e gruppi legati ad organizzazioni criminali di stampo mafioso anche nell’economia e nei territori del Nord Est e vicini a noi e a trafficare e spacciare ingenti quantitative di sostanze stupefacenti; le mafie non sono solo un esclusivo problema di ordine pubblico, né costituiscono un pericolo solo per le regioni meridionali, ma rappresentano una seria, attuale e concreta minaccia per la democrazia italiana, nonché per la sicurezza dei cittadini e dell’economia nazionale. 

Per questo è importante tenere gli occhi aperti, e continuare a costruire gli anticorpi nelle scuole (negli ultimi anni Libera ha svolto nelle elementari e medie laboratori in oltre 20 classi), nella società civile e nella comunità.

Per poi diffondere la cultura della legalità e “restituire” alla Città la partecipazione alla marcia è previsto per martedì 9 Aprile alle ore 18, organizzato dal Tavolo sella Pace e Nonviolenza di Spinea “Il Ponte” (del quale Libera è membro fondativo e da sempre si occupa di diffondere la cultura della legalità e della giustizia) in collaborazione con Libera un pubblico confronto presso il Cinema Bersaglieri dopo la grande manifestazione del 21 marzo a Padova perché l’antimafia appartiene a tutti i cittadini e a tutte le forze politiche che hanno avuto ed hanno la capacità e la volontà di non piegarsi al ricatto mafioso. All’incontro “La corruzione e le infiltrazioni mafiose nei nostri territori del Nord-Est“ parteciperanno il Sindaco Silvano Checchin, il referente di Libera Veneto Roberto Tommasi e il giornalista d’inchiesta Maurizio Dianese.

Allego, sperando di fare cosa gradita, la delibera in oggetto.

Un cordiale saluto.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami