venerdì
21 settembre 2018

19:42

Mostra documentaria su Ernesto Teodoro Moneta

“Ernesto Teodoro Moneta milanese illustre, patriota, giornalista, Premio Nobel per la Pace 1907”, Mostra documentaria dal 14 febbraio al 5 Marzo presso l’Archivio di Stato di Milano, Via Senato 10 – Milano a cura di Fondazione Anna Kuliscioff e Società per la Pace e la Giustizia Internazionale in collaborazione con Archivio di Stato di Milano. Orari: Lunedì, Martedì, Mercoledì e Giovedì: 9.00-17.30 Venerdì: 9.00-14.30 Sabato: 9.00-13.30 Domenica chiuso. Inaugurazione mercoledì 14 febbraio alle ore 15.00

La Mostra documentaria e la Giornata di Studio inaugurale vogliono ripercorre, in occasione del centenario della morte, la vita e l’opera di Ernesto Teodoro Moneta, unico italiano a cui fu conferito nel 1907 il Premio Nobel per la Pace.

Il patriota: fin dall’adolescenza fu influenzato dai sentimenti patriottici ed appena quindicenne combatte sulle barricate, durante le Cinque Giornate di Milano, insieme con il padre e i fratelli ed in seguito, nel 1859, si arruola tra le file garibaldine, diventando aiutante di campo del Generale Sirtori.

Il giornalista: nel 1866 assume la direzione de “Il secolo” che con lui diventa uno strumento di formazione dell’opinione pubblica. Come direttore si distingue per scelte editoriali fortemente innovative, accompagnate dall’acquisizione di macchine tecnologicamente avanzate, l’uso del telegrafo. Gli incassi pubblicitari ne fecero il primo giornale italiano. L’orientamento politico del giornale, che si rivolgeva ad un target popolare, era di tipo democratico-radicale. Quando Moneta lascia la direzione del giornale nel 1896, la tiratura del quotidiano superava stabilmente le 100.000 copie.

Il pacifista: nel 1887 si costituisce a Milano la “Unione Lombarda per la Pace e l’Arbitrato”, poi “Società per la Pace e la Giustizia Internazionale”, alla cui fondazione Moneta collabora, offrendo il suo maggiore contributo. E’ in questi anni che passa gradualmente dall’attività di giornalista a quella di diffusore di idee pacifiste. Come Unione Lombarda per la Pace dal 1890 pubblica un almanacco annuale che, grazie anche alla collaborazione di numerosi artisti e letterati, raggiunge la tiratura di 40.000 copie e che, negli anni a seguire, si chiamerà con nomi diversi: L’amico della Pace, Giù le armi, Leggetemi, Almanacco pro pace. 1898: Moneta fonda la rivista La Vita Internazionale, che diventò subito l’organo ufficiale dell’”Unione Lombarda”. Nel 1906 organizza un “padiglione per la pace” all’Esposizione Internazionale di Milano Per il suo meritevole lavoro e attivismo contro la guerra e per le innumerevoli azioni volte alla creazione di un movimento pacifista internazionale, il 10 dicembre del 1907, Moneta riceve il Nobel per la Pace.


14 Febbraio 2018 Archivio di Stato di Milano- Sala Conferenze – ore 15

Giornata di Studio Inaugurale “Ernesto Teodoro Moneta e i movimenti pacifisti dell’epoca”:

Saluti di:

Raffaele Cattaneo – Presidente Consiglio Regionale Lombardia

Filippo Del Corno – Assessore alla Cultura Comune di Milano

Maurizio Savoja – Soprintendenza Archivistica e bibliografica della Lombardia

Renato Ferrari – Società per la Pace e la Giustizia Internazionale

Intervengono:

Prof. Barbara Bracco – Università Bicocca di Milano: I socialisti e la guerra

Prof. Giampaolo Romanato – Università di Padova: Il pacifismo cattolico e la Chiesa

Angela Stevani Colantoni, Presidente Unione Femminile Nazionale: Il movimento femminile e la guerra. Rosa Genoni

Introduce e coordina:

Walter Galbusera, Presidente Fondazione Anna Kulisciof

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami