venerdì
21 settembre 2018

20:23

Venezia: Nova Charta presenta “Il Libro d’Ore”

Giovedì 15 marzo, alle ore 17.00 – Venezia, Libreria Sansoviniana, P. tta San Marco  13/a 

La Biblioteca Nazionale Marciana ospiterà, giovedì 15 marzo 2018, alle ore 17.00, nelle sue Sale Monumentali (Libreria Sansoviniana, Piazzetta San Marco n. 13/a), l’evento Nova Charta presenta Il Libro d’Ore. Introduzione alla conoscenza e allo studio di una delle tipologie librarie  più diffuse e amate in Europa tra Medioevo e Rinascimento. Saluto di Maurizio Messina (Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana). 

Interventi: Salviamo un Codice e Nova Charta: Giovanni Rapazzini (Nova Charta); La composizione del Libro d’Ore: Giuseppe Solmi (Co-autore del libro); Il mondo nei libri d’ore e le tecniche di decorazione: Daniela Villani (Co-autore del libro) ; Libri d’ore italiani e a stampa: Alessandro Balistrieri (Co-autore del libro). 

La casa editrice Nova Charta presenta nella collana “Cimelia” un’introduzione alla conoscenza e allo studio di una delle tipologie librarie più diffuse e amate in Europa tra Medioevo e Rinascimento. Manoscritti vergati in latino, lingua del culto cristiano e in diverse lingue europee, “insieme alla Bibbia, i Libri d’Ore furono i libri più diffusi – se si pensa che dall’invenzione della stampa (1455), circa alla metà del XV secolo, se ne conoscono più di 700 edizioni, mentre i “testimoni” manoscritti, compresi frammenti, cuttings, fogli sciolti e naturalmente esemplari integri, sono ancora più numerosi delle versioni stampate giunte fino ai nostri giorni, ci rendiamo conto della vastità della loro diffusione”. Questo è quanto spiega all’inizio Giuseppe Solmi, coautore del saggio, libraio antiquario bolognese esperto in manoscritti medievali. Attraverso un avvincente racconto storico e l’analisi iconografica dell’apparato decorativo dei Libri d’Ore, lo studio di Solmi, Villani, Balistrieri restituisce al lettore gli aspetti sociali, di costume e di vita quotidiana di epoche nelle quali il magistero dell’arte, la riflessione sulla realtà e il sentimento della fede si fusero in un’unica percezione del mondo. 

Gli autori: 

Giuseppe Solmi (Bologna, 1956), libraio antiquario e titolare dello studio bibliografico Solmi, specializzato in manoscritti occidentali e orientali di epoca medievale, ha pubblicato per le edizioni Nova Charta, Il manoscritto islamico, 2015 

Daniela Villani (Milano, 1957), architetto e studiosa d’arte. 

Alessandro Balistrieri (Bologna, 1976), consulente bibliografico. 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami