lunedì
22 ottobre 2018

12:42

Tavoli di guerra e di pace a Padova

1918 Padova capitale al fronte da Caporetto a Villa Giusti0. 5 Ottobre 2018 a 06 Gennaio 2019. Centro Culturale Altinate San Gaetano. Inaugurazione: venerdì 5 ottobre 2018, ore 17:30

Tavoli di guerra e di pace. 1918. Padova capitale al fronte da Caporetto a Villa Giusti ripropone l’ultimo, fondamentale anno di guerra e lo fa da dietro le quinte, conducendo il visitatore dentro le stanze del comando.

Per un intero anno, dalla disfatta di Caporetto nell’autunno 1917 fino ai giorni dell’armistizio di Villa Giusti nel novembre 1918, Padova fu la capitale della guerra e della pace in Italia. Ospitò il Comando Supremo, che poi si trasferì ad Abano, e il re Vittorio Emanuele III si stabilì nei suoi dintorni. Dalla stazione di Padova passavano i soldati in marcia verso il fronte e a Padova tornavano i feriti, diretti ai molti ospedali disseminati in città, dove decine di migliaia furono salvati e curati grazie anche ai professori e ai giovanissimi medici appena usciti dalle sue aule universitarie.

«A Padova – racconta Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune di Padova – Armando Vittorio Antonio Giovanni Francesco Nicola Diaz, il Maresciallo d’Italia, Capo di Stato Maggiore, destinato a fregiarsi del titolo di Duca della Vittoria, coordinava un manipolo di esperti che, passo dopo passo, riuscì a sterilizzare gli effetti della Rotta di Caporetto, a bloccare il nemico con la Battaglia del Solstizio; poi la guerra di logoramento in montagna, ma anche le azioni dimostrative, come il Volo su Vienna.

Da qui si creano le condizioni per cambiare le sorti di una guerra che era stata vicina ad essere perduta, sino a quell’armistizio che il  4 novembre del 1918  venne sottoscritto alla periferia della città, in Villa Giusti, dopo essere stato attentamente preparato all’hotel Trieste di Abano Terme che da quel momento divenne Trieste & Vittoria».

L’esposizione è un viaggio nelle emozioni dei contemporanei: dal panico successivo a Caporetto, all’atmosfera delle trattative di pace attraverso i ritratti e le voci dei protagonisti. Il racconto si snoda tra oggetti evocativi – armi e uniformi dei soldati, ma anche tessere per il pane, rare fotografie d’epoca e manifesti di propaganda – e il racconto di eventi simbolici.

Mostra a cura di Marco Mondini.

Iniziativa realizzata con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Parallelamente all’esposizione al Centro culturale Altinate San Gaetano, il MUSME, Museo di Storia della Medicina in via San Francesco 94, propone un originale approfondimento riservato alla gestione della Sanità nel corso del conflitto.

Informazioni
Ingresso libero

Orari: da martedì a domenica, dalle ore 10 alle 19; chiuso il lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio

Servizio mostre – Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche
Tel. 049 8204528 – 8204553
tedeschif@comune.padova.it
ghiraldinir@comune.padova.it

www.centenariograndeguerra.com

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami