lunedì
22 ottobre 2018

12:31

Al via il progetto Alta Percezione, contaminazioni artistiche nell’era digitale

A San Martino di Lupari, presso la Chiesa Storica, dal 14 al 28 ottobre, si apre con la mostra Intersezioni Digitali.

La mostra Intersezioni Digitali inaugurerà il 14 ottobre, presso la chiesa Storica di San Martino di Lupari, è il primo capitolo del progetto Alta Percezione: cinque appuntamenti fatti di mostre, conferenze, laboratori e performance che avranno luogo nei prossimi mesi del 2018 e nel corso del 2019.

Il denominatore comune è l’arte digitale e la sua interazione con il fruitore: sulla base di una visione dialogica, formativa e multisensoriale, questi eventi si propongono di creare esperienze percettive nell’arte di oggi, legata alle tecnologie.

Il progetto è ideato e organizzato dall’associazione culturale Cartavetrata.

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2017.

14 artisti internazionali selezionati dal curatore Ennio Bianco, con le loro opere, coinvolgeranno i visitatori in un percorso dove matematica, geometria e bioalgoritmi diventano codice espressivo di una manifestazione artistica della scienza.

Il luogo è la Chiesa Storica di San Martino di Lupari con l’obiettivo di riqualificare gli spazi delle città locali nella cultura.

La mostra, fino al 28 ottobre, proporrà un ricco programma di esperienze di danza, musica e performance 3D, alternato da conferenze sull’arte digitale e sul patrimonio artistico  locale legato ai movimenti dell’arte programmata, costruttivista, cinetica, che in questa città, dalla fine degli anni ‘60, trovava un appuntamento biennale d’arte internazionale.

L’evento Intersezioni Digitali è adatto ad ogni età, bambini, ragazzi e adulti; in particolare, saranno organizzati dei percorsi per gli studenti delle scuole primarie e secondarie.

Per informazioni e approfondimenti sul programma della mostra e l’associazione:

intersezionidigitali.it
altapercezione.com
cartavetrata.eu


Cartavetrata, con sede a San Martino, si occupa di organizzare eventi che promuovono una visione e una fruizione dell’arte contemporanea come elemento imprescindibile per creare cultura e socialità; un’attitudine orientata anche a riqualificare spazi urbani e naturali dismessi e a rivalutare il patrimonio artistico del territorio per fruire e vivere la città nella cultura. Cartavetrata è un gruppo di persone che cercano di portare il loro contributo, la loro esperienza e sensibilità per coltivare e seminare cultura e socialità. 

Culturamente è il bando con cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo sostiene la crescita delle associazioni senza scopo di lucro che operano nei settori dell’arte e della cultura, per promuovere lo sviluppo culturale, sociale e turistico del territorio delle province di Padova e Rovigo.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami