sabato
20 aprile 2019

10:57

E’ successo un ’48: Fasti e vicende del caffè senza porte. Visite animate® al Caffe’ Pedrocchi

Padova, Stabilimento Pedrocchi 10 febbraio 2019, ore 16.00

La Festa degli studenti è stata indetta l’8 febbraio del 1900, ricordando la fatidica giornata dell’insurrezione degli universitari e dei popolani del 1848 che preannunciò i famosi (e sfortunati) moti risorgimentali che coinvolsero l’Europa intera. Di quegli scontri, che costarono sette morti tra giovani padovani e soldati austriaci e poi l’espulsione di 73 studenti e di quattro professori, resta tuttora traccia nella sala bianca del Caffè Pedrocchi, con il foro nel muro di una pallottola austriaca.

La visita animata porta in scena Arnaldo Fusinato, studente, poeta e redattore del foglio settimanale Il Caffè Pedrocchi, e una misteriosa matricola, che dietro gli abiti da studente cela fattezze femminili e ardori patriottici. Nella finzione scenica, dietro al travestimento si cela la giovane rodigina Erminia Fuà, anch’ella poetessa di italiano sentire, che diventerà poi moglie di Arnaldo e conduttrice di benemeriti istituti femminili.

Ai due studenti viene affidato il compito di presentare il giornale edito tra il 1845 e il 1848, tratteggiando nel contempo la vita studentesca attraverso i versi umoristici de “Lo studente di Padova”scritto dal Fusinato. Quello, per intendersi, che esordisce così: 

“Studente, come insegna la grammatica
è il participio di studiare; ma
dacché un tal nome conferì la pratica
a chi frequenta l’Università
tutti sanno che il nome di studente
vuol dire – un tale che non studia niente”

Tra salotti e caffè, tra le poesie del Prati e le burle contro il dominio straniero, prendono vita le cospirazioni e si preparano i drammatici giorni della prima guerra d’indipendenza e delle eroiche resistenze al ritorno degli austriaci a Venezia cantate nella celebre poesia dello stesso Arnaldo Fusinato “L’ultima ora di Venezia”: 

“È fosco l’aere È l’onda muta!… Ed io sul tacit veron seduta, in solitaria malinconia, ti guardo, e lagrimo, Venezia mia!”

Biglietti
intero: 12,00 euro, ridotto: 10,00 euro (gruppo min. 30 persone), bambini: 8,00 euro (fino ai 12 anni)
ridotto per il Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea euro 2,50
prenotazione obbligatoria

Info e prenotazioni
tel: 324 6286197
e-mail: prenotazioni@teatrortaet.it
Siti: www.teatrortaet.it – www.visiteanimate.it

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami