lunedì
27 maggio 2019

11:31

è Tempo – Prospettiva Spinea: La Città come Comunità che educa

Riceviamo dalla lista è Tempo – Prospettiva Spinea e pubblichiamo:

Nella scuola si cresce e si sviluppa cultura, conoscenza reciproca, senso civico. Per questa ragione, il nostro progetto parte dall’idea di scuola come “luogo di vita” nel quale radicare valori, realtà dove è possibile realizzare una vera inclusione, strumento per definire e consolidare aspirazioni e aspettative. Riteniamo, dunque, che ogni sforzo messo in atto e ogni risorsa impiegata per migliorare la scuola, rendendola luogo sempre più vivo di opportunità e di crescita, costituisca per il percorso di vita di ciascun individuo e per la comunità nella sua interezza un’occasione importante per guardare al proprio futuro.

Per questo motivo abbiamo scelto di organizzare l’incontro La Città come Comunità che educa, che si terrà giovedì 16 alle 20.45 in Villa Fiorita (via Murano 7). 

Ne parleremo con Loredana Mainardi, Assessora del Comune di Spinea, Daniela Bizi, già Dirigente Scolastico di Spinea, Rocco Fiano, Dirigente Scolastico e Consigliere Comunale di Venezia, Domenico Canciani, Movimento Cooperazione Educativa – nazionale, Monica Favaretto, Insegnante, È Tempo – Prospettiva Spinea.

Qui l’evento Facebook: www.facebook.com/events/1655102624593085/

Sarà l’occasione anche per raccontare il programma della Coalizione per la scuola (potete trovarlo integralmente qui da pagina 60 www.ditadisindaco.it/ditadi-programma2019-2024.pdf). Tra le proposte:

-favorire lo star bene in una scuola sicura, accogliente, generatrice di benessere e opportunità;

– promuovere il diritto all’apprendimento e allo sviluppo delle diverse potenzialità di ognuno;

– diffondere una cultura dell’accoglienza e dell’inclusione che riconosce le differenze e sa valorizzare gli intrecci tra diverse culture, professionalità e appartenenze;

– rendere gli spazi scolastici luoghi di formazione, promozione e sviluppo di tutti i cittadini, anche attraverso un progetto di “Scuola Aperta”, che prevede l’apertura della scuola agli studenti e alle loro famiglie oltre i tempi classici della didattica: il pomeriggio, il sabato e nei tempi di vacanza;

– garantire la sicurezza stradale nel tragitto casa scuola insieme ad una mobilità sostenibile e rispettosa dell’ambiente;

– istituire uno “Sportello Scuola” attraverso il quale i genitori potranno condividere in ogni momento problemi legati al mondo della scuola e trovare risposte, anche attraverso incontri mirati con le istituzioni scolastiche;

– creare identità e appartenenza attraverso la conoscenza del territorio, della sua storia e della memoria da trasmettere alle giovani generazioni.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami