lunedì
27 maggio 2019

11:44

Cinesi in delegazione a Padova per studiare come praticare l’agopuntura e la manipolazione fasciale

Venti fisioterapisti cinesi parteciperanno ad un workshop a fine mese organizzato dall’Istituto Stecco. La vicinanza tra i due metodi in un nuovo libro scritto dal fondatore della manipolazione fasciale Luigi Stecco 

La via della seta passa anche attraverso il nuovo libro di un fisioterapista vicentino ideatore e fondatore del metodo di manipolazione fasciale. www.fascialmanipulation.com/

Stiamo parlando dell’ultimo scritto di Luigi Stecco fisioterapista originario di Arzignano (VI) “Agopuntura Medicina Occidentale Manipolazione Fasciale” edito di Piccin che mette assieme proprio questi due mondi. www.piccin.it/it/fisioterapia-e-riabilitazione/2420-agopuntura-medicina-occidentale-manipolazione-fasciale-9788829929542.html

Il libro spiega nei minimi dettagli le corrispondenze anatomiche e funzionali dei meridiani con le strutture fasciali, li prende in rassegna tutti, dai regolari fino ad arrivare ai Luo o collaterali esterni, passando per i meridiani straordinari e i distinti.

E la Cina ringrazia, in particolare i tanti studiosi della disciplina che a fine mese parteciperanno numerosi ad un workshop organizzato a Padova presso l’Istituto Stecco di Mortise in lingua inglese, ma non solo.

E’ l’undicesimo congresso di manipolazione fasciale organizzato dal Fascial Manipulation Institute by Stecco in Via Cavalieri di Vittorio Veneto 19 a Padova, dal titolo “PHYSIOLOGY OF FASCIA”

In particolare il 29 , proprio per la delegazione composta da 20 cinesi già iscritti , verrà fatta una dissezione presso l’Istituto di Anatomia dell’Università di Padova mentre il 30 e 31 maggio si svolgerà il workshop vero e proprio aperto anche ad altri 20 stranieri provenienti da ogni parte del mondo.

Il 1 giugno spazio poi per tutta la giornata al Congresso di Manipolazione Fasciale che vedrà la partecipazione di 50 stranieri provenienti da tutto il mondo, più i 20 cinesi della delegazione.

Il metodo italiano da tempo sta avendo pieno sostegno sia a livello universitario che governativo in Cina perché qui si ritiene che la fascia sia la spiegazione anatomica dei meridiani,il tessuto connettivo che connette la medicina occidentale con l’orientale .

Ma non è solo la Cina ad interessarsi della materia e della nuova disciplina . Anche il mondo tedesco sta apprezzando le ricerche sulla Manipolazione Fasciale. E’ uscito da poco su Focus Tedesco un approfondimento sui punti della Manipolazione fasciale.

E alcune realtà sportive internazionali come per esempio in Italia la Juventus e il Napoli, solo per citarne alcune, hanno chiesto un approfondimento del metodo per i propri fisioterapisti, così come anche i Mets di New York o la squadra di baseball di Chicago, proprio perché con la manipolazione fasciale sembra che gli infortuni guariscano prima.

Il metodo della manipolazione fasciale è presente in tutto il mondo anche se questa metodologia ha solo 40 anni di età. Il primo libro scritto e pubblicato dal suo fondatore Stecco risale al 1983.

Luigi Stecco, Carla Stecco e Antonio Stecco

Luigi Stecco, Carla Stecco e Antonio Stecco

A portarlo avanti oggi sono i figli di Luigi, Carla e Antonio rispettivamente ortopedico e fisiatra, una professore associato presso il dipartimento di neuroscienze presso l’università di Padova, l’altro presso l’ateneo di New York. Entrambi stanno studiando e lavorando per dare anche una base scientifica agli studi del padre.

Nella loro esperienza hanno visto che la metodologia fasciale riesce a mettere assieme i precetti dell’ortopedia con la riabilitazione in maniera rapida, efficace.

Con al massimo tre sedute infatti il paziente si ritrova guarito. Un risparmio anche dal punto di vista economico.

Di qui la decisione di aprire una scuola dedicata principalmente agli addetti ai lavori, medici, fisioterapisti alla quale ci si può già iscrivere per iniziare a frequentarla da settembre in poi.

Solo lo scorso anno infatti sono state formate più di 3000 persone in tutto il mondo in 12 mila ore di lezione.

Di qui la decisione di aprire una scuola in quel di Padova per dare strumenti sicuri per applicare correttamente la manipolazione fasciale e dare una nuova abilitazione agli addetti ai lavori.

La scuola è triennale con tanto di tirocini e dissezioni. Le lezioni si svolgono dal venerdì alla domenica, dalle 8.30 alle 18, per sei settimane all’anno. Gli iscritti possono inoltre partecipare al congresso annuale durante un settimo weekend.
A turno agli iscritti sono richieste delle presenze straordinarie il lunedì o il giovedì per partecipare ai tirocini pratici.

Alla conclusione del percorso triennale i partecipanti ottengono il titolo di Manipolatore Fasciale®Certificato

Per info ed iscrizioni è necessario mandare il proprio CV a info@fascialmanipulation.com. La selezione dei partecipanti sarà fatta dal gruppo docenti in base al curriculum dei partecipanti; le classi saranno costituite da un minimo di 28 a un massimo di 34 partecipanti.

Info: info@fascialmanipulation.com
institute@fascialmanipulation.com
Phone 049 5462902; 349 2893516
Website: www.fascialmanipulation.com

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami