martedì
22 gennaio 2019

11:34

Novità fiscali spaventano gli agenti di commercio, ma Usarci dichiara: “Non vogliamo subire passivamente”

Belluno- Il 2019 parte male, per gli agenti di commercio. Le novità in arrivo suscitano dubbi e perplessità nella categoria che dovrà vedersela con la fatturazione elettronica, come tutti coloro che lavorano in proprio, ma anche con l’eliminazione della scheda carburanti e le restrizioni nell’utilizzo delle auto in città. Tutte  misure che rischiano di appesantire il lavoro e di far desistere qualcuno dal proseguire. “Non vogliamo subire passivamente – annuncia il segretario Usarci di Belluno e del Veneto, Franco Roccon -, avvieremo incontri formativi”.

Nell’ultimo direttivo di Usarci Veneto, riunitosi ad Albignasego il 17 dicembre, si è parlato proprio di questo. Di come affrontare il nuovo anno e le sfide che, di necessità, porterà con sé. In Veneto si contano oggi circa 28 mila agenti, operanti nei più disparati settori commerciali in rappresentanza di un vasto distretto regionale. “Siamo attenti ai cambianti allo studio del Parlamento – spiega Roccon -, soprattutto per quanto riguarda le modifiche fiscali. Ci preoccupano molto il nuovo sistema di fatturazione elettronica, l’eliminazione della scheda carburante, le restrizioni nell’uso delle auto in città causate dalle ordinanze antismog dei capoluoghi. Dal 2025 si dovranno acquistare solo auto a gasolio? Peccato che il sistema di ammortamento quinquennale sia fisso, da più di dieci anni, a 25 mila euro. E vogliamo parlare delle disposizioni fiscali  per il 2019 relative alla flat tax al 15% per redditi fino a 65 mila euro? In realtà a molti agenti non conviene nemmeno, perché non possono inserire le spese sostenute nel corso dell’anno”.

“Le nuove norme in vigore dal primo di gennaio relativamente alla fattura elettronica – prosegue Roccon -, se da una parte consentiranno al “grande fratello” chiamato Agenzia delle Entrate di avere un controllo capillare su ogni singola fattura emessa e ricevuta, dall’altra, aggiungeranno ulteriori costi gestionali per acquisto di software e per la contabilità in generale anche alle piccole imprese individuali come sono quelle degli agenti”. 

Fatto il punto, il direttivo ha deciso di agire. Si sta così valutando l’avvio di incontri formativi specifici su ogni singola problematica, momenti di approfondimento e di confronto aperti anche ai professionisti non iscritti alla sigla, oltre all’aumento di tiratura del giornale Usarci Magazine, distribuito a tutti gli agenti Usarci del Veneto e contenente notizie, norme e soluzioni relative alla categoria.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami