lunedì
27 maggio 2019

11:30

1° Maggio: I Maestri del Lavoro consegnano le Stelle al Merito del Lavoro 2019

Quattro Polesani saranno insigniti dell’importante onorificenza, domani, 1° maggio a Mestre.

Domani, primo maggio, si terrà a Mestre, presso il Teatro Toniolo, la cerimonia di conferimento delle “Stelle al Merito del Lavoro” a partire dalle ore 10,30. Le quattro candidature proposte dal Consolato provinciale di Rovigo, hanno avuto tutte esito positivo a testimonianza dell’alto spessore delle medesime e dell’impegno costante del Sodalizio a livello locale, soprattutto nel mondo della scuola, il tutto sempre a titolo esclusivamente di volontariato. Anche quest’anno, l’en plein rodigino, chiude un percorso di sensibilizzazione nei confronti dei potenziali aventi diritto e delle aziende che possono presentare, di propria iniziativa, candidature di dipendenti aventi diritto, al raggiungimento del 25° anno di servizio ed al 50° d’età anagrafica, certificando loro stesse curricula di notevole valore ed alte capacità lavorative che abbiano dato impulso all’attività delle aziende medesime. La compagine dei Maestri del Lavoro polesani esprime, per voce del Console provinciale, Flavio Ambroglini: “viva soddisfazione per l’ottimo risultato ottenuto, dal Sodalizio, che qualifica in toto la nostra provincia, e che colloca il Consolato rodigino tra i più operosi d’Italia”.


Ecco i nuovi Maestri del Lavoro:

Berti Lucia Francesca: Classe 1955, nata a Rovigo, consegue il diploma di “segretaria d’azienda” nel 1970 ed è subito assunta da Confesercenti Rovigo dove si distingue fin dal principio per le sue capacità d’ottimale svolgimento di tutte le mansioni via via assegnatele. Ricopre incarichi dirigenziali, a livello locale, regionale e nazionale quali Audit interno regionale su incarico del Caaf “Sicurzza Fiscale” Nazionale, Coordinatore Regionale Patronato e Data Protection Officer Privacy per il sistema Confesercenti di Rpvigo. Si occupa dell’organizzazione e gestione delle risorse umane relative al settore di responsabilità ed è docente per le materie previdenziali nei corsi di formazioni organizzati da Confesercenti.

Chiarelli Massimo: Classe 1962, frequenta il locale liceo scientifico e successivamente l’Università degli Studi di Bologna per laurearsi a 24 anni in scienze agrarie con tesi in economia della commercializzazione dei prodotti agricoli, relatore il prof. Franco Alvisi. Svolge il servizio militare come ufficiale nella Brigata Alpina Julia. Viene poi assunto dalla società Insiel di Trieste come EDP manager. Nel 1992 vince un concorso come divulgatore agricolo specializzato in marketing agroalimentare e inizia la sua carriera nell’Associazione Agricoltori della provincia di Rovigo come responsabile del servizio tecnico agronomico. Nel 2001 viene nominato vicedirettore e nel 2007 direttore di Confagricoltura Rovigo. Massimo Chiarelli è consigliere di amministrazione in molteplici società ed è agronomo iscritto all’Ordine di Rovigo; sposato con Michela ha due figli Luca e Laura, entrambi laureati.

Polato Ferdinando: Laureato con Lode in Ingegneria Elettronica a Padova, inizia la sua prima collaborazione professionale nel 1985 nella Ricerca e Sviluppo della Divisione Sistemi per la Difesa della Telettra di Chieti (Gruppo FIAT), dedicandosi alla realizzazione di sistemi digitali di comunicazione. Entra poi in IBM Italia nel 1988, dopo una breve attività tecnica passa alla carriera commerciale che ha caratterizzato tutta la sua lavorativa sino ad oggi. Nel corso della carriera ha assunto ruoli via via crescenti, fino a diventare Client Executive responsabile delle relazioni commerciali con uno dei maggiori clienti IBM italiani ed internazionali e quindi Direttore di Filiale nel Nordest ed Emilia Romagna, ruoli nei quali ha potuto contribuire a numerosi progetti di trasformazione di aziende ed istituti del territorio favorendo più di recente i primi passi verso la Industry 4.0. Dal 2018 ricopre il ruolo di Manager of Systems Sales a livello Italia nella Divisione IBM Systems Hardware. Dal 2017 fa inoltre parte del consiglio direttivo della Fondazione IBM Italia e del Country Innovation Team di IBM. Nell’ambito della Fondazione è personalmente impegnato in una delle sue principali attività a valenza sociale supportando gli studenti nella comprensione della trasformazione digitale e nell’orientamento al lavoro.

Sottovia Sergio: Classe 1946, si è diplomato all’Ist.Tecnico “De Amicis” di Rovigo e dopo un periodo lavorativo di alcuni anni sia nell’industria privata che alle Dipendenze del Ministero delle Finanze, è stato sin dall’inizio degli anni ’70 e per oltre 30 anni alle Dipendenze della Cassa Risparmio Padova e Rovigo. Inizialmente prestando servizio nelle Filiali di Montagnana, Casale Scodosia, Merlara, poi in Polesine a Canaro, Polesella e nell’ultimo decennio come Quadro Direttivo nella Succursale di Adria, responsabile del Servizio di Tesoreria per oltre 20 Enti Istituzionali (tra cui ULLSS, Consorzi, Comuni, Istituti Scolastici; ottenendo riconoscimenti e benemerenze), fino al 1.10.2003 data del pensionamento. E’ regolarmente iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Veneto dal maggio 1990 e ne frequenta i relativi Corsi di aggiornamento. E stato ed è tuttora collaboratore di testate giornalistiche locali e nazionali, della carta stampata, della Tv e trentennale cronista sportivo per Delta Radio; da cantastorie sia dei Grandi Personaggi che degli umili ma pluriennali servitori di Sport & valori. Ha pubblicato una serie di libri riguardanti il mondo dello sport spaziando dai fatti di cronaca alle storie riguardanti personaggi sportivi e del mondo dell’associazionismo.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami