martedì
22 gennaio 2019

21:40

Veneto: sempre più le scuole innovative che adottano strumenti per la didattica digitale inclusiva

41 plessi tra primarie e secondarie di primo grado, 120 tablet consegnati, 3.130 studenti e 550 insegnanti coinvolti nel progetto MyEdu School

Chiude un altro anno scolastico ed è tempo di scrutini: le pagelle della scuola digitale riportano punteggi sempre più alti. Cresce in Veneto il numero delle scuole innovative che scelgono MyEdu per portare la didattica digitale in classe. I numeri parlano da soli: 41 plessi tra primarie e secondarie di primo grado, 110 tablet consegnati, 3.130 studenti e 550 insegnanti coinvolti nel progetto MyEdu School.

L’anno scolastico di MyEdu

MyEdu School raddoppia. Da Nord a Sud l’anno scolastico che si è appena concluso è stato molto positivo per il progetto promosso da FME Education. Da quando è partito nell’ottobre del 2016, MyEdu School è stato attivato in più di 100 Istituti comprensivi, ha coinvolto 7.000 docenti e quasi 50.000 ragazzi dai 6 e ai 13 anni.

L’Editore, che ha siglato un protocollo d’intesa con il MIUR per la realizzazione di azioni a supporto dell’innovazione digitale nella Scuola italiana, da anni promuove progetti per portare la tecnologia in classe e, grazie alle 50 “classi virtuali” consegnate solo nell’ultimo anno scolastico, ha dotato le scuole italiane di oltre 500 tablet, a disposizione di docenti e studenti per le lezioni in classe.

Dove troviamo MyEdu School

Il bacino di utenza principale di MyEdu si attesta essere il nord Italia. Il Piemonte con 67 plessi tra primarie e secondarie di primo grado, 6.400 studenti e 1.280 insegnanti è la regione più virtuosa. Segue la Lombardia con 56 plessi, 3.125 studenti e 952 insegnanti. Sul terzo gradino del podio troviamo poi il Veneto con 41 plessi, 3.130 studenti e 550 insegnanti.

Non solo Nord

Oltre alle regioni del Nord, MyEdu si sta diffondendo anche in altre zone dell’Italia. Ultima, ma solo per ordine cronologico, l’attivazione di una scuola in Sicilia. Siamo a Palermo all’IC Nazario Sauro: tre plessi, 600 alunni e 50 insegnanti, che hanno chiuso l’anno all’insegna della didattica digitale. Ma altre scuole della regione, da Palermo a Catania, hanno già programmato le attività previste dal progetto MyEdu School per settembre.

In questo anno scolastico contano anche il lavoro svolto in Emilia Romagna (7 scuole, 1.200 studenti e 235 docenti), Liguria (20 scuole, 680 studenti e 150 docenti) e Lazio (18 scuole, 940 studenti e 280 docenti). E proprio qui, nel Lazio, abbiamo avuto il piacere di portare MyEdu anche nelle scuole di Amatrice: una realtà ancora precaria, ma dove abbiamo colto una grande forza di volontà per continuare e andare avanti.

Il progetto MyEdu School: la scuola digitale in classe

MyEdu School è un progetto completo, rivolto alla scuola primaria e secondaria di primo grado, per portare le tecnologie digitali a supporto della didattica in classe, in modo gratuito per la scuola.

Partecipando al progetto MyEdu School la scuola viene dotata di una “Classe virtuale” comprensiva di 10 tablet Android da utilizzare per fare lezione con gli strumenti e i contenuti disponibili sul portale MyEdu School. Il progetto MyEdu School si compone di 4 asset principali:

⦁ Formazione per i docenti
Seminario di formazione per gli insegnanti sull’utilizzo delle nuove tecnologie per la didattica, sull’ambiente didattico digitale messo a disposizione da MyEdu School e sulla gestione della classe virtuale.
⦁ Laboratori didattici per i ragazzi
Laboratori gestiti da tutor esperte in pedagogia, che coinvolgono i bambini delle primarie e i
ragazzi delle secondarie di primo grado in un gioco educativo, basato sulle tecnologie digitali.
⦁ Dotazione tecnologica per la scuola
La predisposizione gratuita della classe virtuale con la consegna e l’installazione di 10 tablet
Android da utilizzare ai fini didattici durante le lezioni in classe
⦁ Contenuti digitali per docenti e studenti

La dotazione gratuita per un anno dei servizi e dei contenuti di MyEdu School, con accesso al portale online MyEdu School tramite licenze che vengono fornite per ogni insegnante e per ogni studente che partecipa al progetto.

Alcune testimonianze

“I ragazzi hanno apprezzato molto i Quaderni, che sono un ottimo strumento per imparare e ripassare utilizzando la tecnologia, da sempre loro alleata. L’idea di poter rivedere in autonomia un argomento, sempre alla loro portata, anche durante lo svolgimento dell’esercizio, è senza dubbio il punto di forza di queste applicazioni!” – Gli educatori del Centro Ginnasio di Paderno Dugnano (MI)

“Ringrazio le tutor per l’assistenza, la professionalità e la disponibilità che hanno mostrato nella presentazione del progetto MyEdu School. L’opportunità di avere i tablet a disposizione del gruppo classe permetterà di sviluppare metodologie di didattica laboratoriale in grado non solo di interessare gli alunni, ma allo stesso modo di stimolare i docenti verso una didattica interattiva e coinvolgente.” – Silvia Sommaruga, Dirigente Scolastico dell’IC Salvo D’Acquisto di Lonate Ceppino (VA)

Grandi novità di quest’anno sono la partnership con la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo nell’ambito del progetto Riconnessioni e il nuovo laboratorio interattivo sul mare realizzato in collaborazione con Acquario di Genova sul tema dell’ambiente marino e dell’educazione alla sostenibilità delle risorse – presentato al Salone del Libro di Torino da Mario Tozzi.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami