venerdì
21 settembre 2018

06:37

Omaggio al Maestro Claudio Scimone

Venerdì 14 Settembre ore 21.00, Padova Chiesa di Santa Caterina

Sarà la chiesa padovana di Santa Caterina, antichissimo centro di culto che sin dal 1770 custodisce il sepolcro di Giuseppe Tartini (che abitava proprio di fronte!), violinista al quale il “Veneto Festival 2018” (48° Festival Internazionale G. Tartini) è intitolato sin dalla sua fondazione, ad ospitare il prossimo importante evento padovano del Festival stesso: un concerto dedicato al Maestro Claudio Scimone, recentemente quanto improvvisamente scomparso, e organizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura della Repubblica Slovena e con il “Tartini Festival” di Pirano. Si tratta del primo segno tangibile del fortissimo e determinato impegno con il quale l´Ente “I Solisti Veneti”, fondato da Claudio Scimone nel 1959, intende perpetuare la memoria del suo grande Maestro e onorare il suo insegnamento di vita e di bellezza. L´Ente infatti non solo non cancellerà alcuno degli eventi già in calendario ma nello spirito del suo grande Fondatore e Direttore continuerà incessante nell´opera da lui intrappresa, ambasciatore dell´arte e della cultura, cantore nel linguaggio della musica di una civiltà senza tramonto. Questo il messaggio di un´attesa serata che celebra insieme Giuseppe Tartini e Claudio Scimone. Varrebbe infatti dire subito che se oggi il nome di Tartini è noto nel mondo si deve proprio ai “Solisti” di Claudio Scimone che già nei primi anni di attività inclusero nei loro programmi le pagine più interessanti di questo Compositore, copiandole pazientemente dai manoscritti ancora oggi conservati alla Basilica del Santo, chiamando ad eseguirle i migliori violinisti, incidendole in disco per primi. Insomma c´è una chiara linea di pensiero, ma si dovrebbe dir meglio di affetto, tra Tartini, Claudio Scimone, Padova e “I Solisti Veneti” che da vari anni, proprio nel nome di Tartini, hanno stretto una collaborazione musicale con il “Festival Tartini” di Pirano, città dove Tartini nacque. La trama si fa densa e il discorso interessante: Padova, ove Tartini trascorse tutta la vita quale “Primo violino e Maestro de´Concerti” alla Basilica del Santo, Pirano, che nel 1692 gli diede i natali, la padovana Chiesa di Santa Caterina che per sua volontà ne accolse e tuttora ne conserva le spoglie, Claudio Scimone che ai capolavori tartiniani ha dato nuova vita e un programma musicale di indubbio interesse. Attesi interpreti sono i solisti dell´”Ensemble Terzo Suono”, gruppo strumentale già celebre, che raccoglie alcuni dei migliori solisti sloveni e altri validi musicisti stranieri, felici di visitare Padova e onorare Tartini a Santa Caterina nel segno di un ormai solido dialogo culturale – quello tra il “Veneto Festival” e il “Festival Tartini” di Pirano – che anche quest´anno, in agosto, ha veduto “I Solisti Veneti” a Pirano invitati a interpretare una selezione di capolavori tartiniani. Una collaborazione da lungo voluta e specificamente pensata per durare a lungo esprimendosi non solo in eccezionali concerti ma anche in interessanti iniziative didattiche.

Raffinato l´itinerario musicale che l´”Ensemble Terzo Suono” presenterà a Padova la sera del 14 settembre: una visione del panorama musicale europeo del secondo Settecento visto da un angolazione mitteleuropea (la Slovenia fu a lungo parte dell´impero austriaco). Sapiente quindi l´accostamento di Tartini, centro del programma, ad Haydn e Stamitz, come di straordinario interesse la visione prospettica in certo senso “moderna” che chiude la serata con due composizioni novecentesche rispettivamente di Kumar e Villa Lobos. Una parola infine sul suggestivo nome dell´Ensemble protagonista della serata: “Terzo Suono”, affettuosa memoria di quel fenomeno acustico che proprio Giuseppe Tartini scoprì nel 1714 mentre insegnava al Teatro della Fenice di Ancona, quando si accorse che intonando sul violino una quinta esatta si produceva un chiaro e prepotente terzo suono più grave. L´inesauribile meraviglia della natura ha sempre premiato chi ha avuto occhi – in questo caso orecchi – curiosi per indagarla!   

Il “Veneto Festival”, spettacolare evoluzione artistica del Festival Tartiniano, giunge quest’anno alla sua quarantottesima edizione confermando la propria vocazione all’esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Sin da maggio e per tutto settembre ancora il Festival ha presentato e presenterà al pubblico un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival, caratterizzate dall’esecuzione di opere celebri e amate ma anche di pagine musicali bellissime e talvolta meno note, si arricchiranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati ad interpretarle per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sè eccezionali e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, sin dalla sua fondazione ha oltrepassato le soglie del Veneto e dell’Italia per conquistarsi la più meritata considerazione fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d’Europa.

Ingresso: Per informazioni rivolgersi a PADOVA presso Gabbia (Via Dante, 8 – tel. 049 8751166) ed Ente I Solisti Veneti (Piazzale Pontecorvo 4/a – tel. 049 666128, e-mail: info@solistiveneti.it).


VENETO FESTIVAL 2018

(48° Festival Internazionale G. Tartini)

“ENSEMBLE TERZO SUONO”

del

“TARTINI FESTIVAL”

di Pirano

CONCERTO DEDICATO A CLAUDIO SCIMONE

PADOVA – CHIESA DI SANTA CATERINA

VENERDI 14 SETTEMBRE 2018 – ore 21

________________________________________________________________________________

Programma

HAYDN – “London Trio” n. 1 in do maggiore Hob.IV,1

TARTINI – Triosonata in sol maggiore

TARTINI – Triosonata in re maggiore

HAYDN – “London Trio” n. 3 in sol maggiore Hob.IV,3

TARTINI – Piccola Sonata in sol maggiore per violino e violoncello

KUMAR – “New piece”

VILLA-LOBOS – “Assobio a Jato” per flauto e violoncello

STAMITZ – Trio in sol maggiore

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami