domenica
16 dicembre 2018

11:26

“Non cambierò mai”, il nuovo singolo di Fabio Poli

La ballad acustica “Non cambierò mai”, verrà pubblicata in tutte le piattaforme digitali venerdì 16 novembre

“Non vorrei fare il solito discorso sugli anni che passano e sulla crescita personale, anche perché, sono sempre molto attento a preservare la mia immaturità, ma, arrivando da due anni di concerti ininterrotti dall’uscita di “Primo in classifica”, tra grandi esaltazioni e stress, mi sono chiesto se stesse cambiando qualcosa nel mio approccio alla musica e alla vita, se mi divertissi ancora o se in qualche modo sentissi una certa responsabilità nell’essere quello che sono, voltandomi un attimo indietro. Quello che ho scoperto è racchiuso nel titolo del brano…” ha dichiarato il cantautore veneziano Fabio Poli alla vigilia della pubblicazione del nuovo singolo Non cambierò mai.

“Nel testo – ha spiegato Poli – ho usato una narrazione per flash, un registro cinematografico, partendo dagli anni del liceo, dai professori che mi hanno segnato, dai miei miti musicali e non di quel periodo, in un turbinio di esperienze di vita, fino ad arrivare all’ultimo pensiero prima di dormire. Una seduta di autocoscienza, in pratica…”

Ed ha proseguito: “Nella vita si cambia sempre, ci si adatta al mondo e alle sue stramberie, come se fosse una cosa normale. Si cambia di continuo, a volte per migliorarsi, altre per quieto vivere, ma poi arriva quel momento, pure un po’ comico, dopo tutto questo lungo e tortuoso peregrinare, in cui scopri, magari guardando una foto da bambino, che i gesti e i modi sono sempre quelli. Che sei fatto così, e te ne fai una ragione”.

Contemporaneamente all’uscita del singolo uscirà anche il videoclip promozionale, girato da Matteo Battellino per Atelier nr.33, tra la foresta del Cansiglio e Monte Pizzoc: “Nel video abbiamo voluto rappresentare le asperità dello stare al mondo, le difficoltà che incontri nel percorso, il non sapere cosa troverai in alto, ammesso che trovi la strada. Porto con me una chitarra, a volte pesante, altre volte consolatoria, per cristallizzare le emozioni”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami