venerdì
18 gennaio 2019

18:57

Autobrennero, Balotta (Osservatorio Trasporti) scrive al ministro dei Trasporti Toninelli: “Lo Stato annulli la concessione e prenda le redini”

In una lettera indirizzata al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, Dario Balotta presidente ONLIT, Osservatorio Nazionale Liberalizzazioni e Infrastrutture di Trasporto, chiede che lo Stato annulli la concessione in atto e prenda le redini della gestione dell’Autobrennero Spa.

“La proroga senza corrispettivo, dall’aprile 2014, data di scadenza della concessione, ha generato una perdita di entrate per lo Stato stimata per oltre 100 milioni l’anno (tanto è il profitto della società concessionaria)” scrive Balotta. “Da quattro anni Autobrennero SpA opera senza concessione definitiva e il protocollo d’intesa Stato Concessionario è scaduto dal 2016”.

“Oggi Autobrennero SpA è controllata a maggioranza, con il 54% delle quote, dalla Provincia Autonoma di Trento e da quella di Bolzano, il resto da altri enti locali” continua Balotta, “ma della nuova società in house (tutta pubblica), che doveva costituire il presupposto per il prolungamento della concessione, restano da acqusire il 14,1% di quote private e mancano anche lo statuto e la convenzione con il Ministero delle Infrastrutture”.

Oltre ai mancati introiti derivanti dalla proroga senza corrispettivo, il presidente ONLIT sottolinea che “lo Stato sta rinunciando anche agli interessi del fondo ferroviario (550 milioni accantonati) in capo alla concessionaria”. Viste le inadempienze e la gestione poco chiara dell’Autobrennero Spa, Balotta richiede quindi “l’annullamento della procedura in atto al fine di spostare gli incassi autostradali nelle casse dello Stato”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami