lunedì
27 maggio 2019

02:10

Silvia Benedetti (Misto-Sogno Italia): “Sui PFAS possiamo introdurre limiti nazionali finché aspettiamo quelli europei”

“Nell’attesa di una direttiva UE che normi il limite dei Pfas, nulla vieta che tale limite sia fissato a 0 da una legge italiana”.

Questo l’intervento della deputata Silvia Benedetti: “Se il Governo volesse finalmente occuparsi seriamente di questo problema, ricordo che ho depositato sia nella precedente che nella legislatura in corso una proposta di legge per portare a 0 i limiti di PFAS nell’acqua. Auspico un intervento celere, in quanto si parla di sostanze persistenti nell’ambiente, che si accumulano negli organismi viventi ed al momento non vi è una cura completamente efficace per eliminarli dal sangue. Ho appreso che il Ministro dell’Ambiente Costa ha annunciato a breve un incontro con Zaia. Apprezzo che cerchi ragguagli sulla situazione, ma nei 10 mesi in cui è stato al Governo poteva attivarsi maggiormente. L’aver ricevuto delegazioni di comitati NO PFAS non è sufficiente ed il Ministero è già in possesso di tutte le informazioni necessarie per comprendere la gravità della situazione.” “I monitoraggi volti ad accertare la presenza di PFAS andrebbero estesi a tutte le regioni, ponendo particolare attenzione sulle discariche. Il percolato che si forma in questi impianti può essere dannosissimo ed inquinare la falda acquifera sottostante, contaminando così il territorio”, termina Benedetti.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami