lunedì
19 novembre 2018

12:29

Grande successo per il grande gioco di quartiere per l’integrazione di Forcellini

Un’esperienza da replicare anche altrove promette l’assessore Benciolini

E’ stato un momento di festa, di incontro, di gioco e di integrazione, anche tra diverse generazioni oltre che tra diverse etnie. Un’iniziativa che ha riscosso grande successo tra i partecipanti e non solo.

Lo scorso fine settimana nel quartiere Forcellini si è svolto “Go Deep Game, il cambiamento è un gioco” condotto dall’associazione Xena all’interno del progetto Forcellini Social Street.

Go Deep Game è nato dalla collaborazione di otto organizzazioni europee ed è un progetto che sta conquistando sempre più consensi in Europa, un’iniziativa che vuole insegnare l’integrazione e la collaborazione divertendosi, tra il singolo e la comunità.

Il teatro del gioco è stata Piazzetta Prosdocimi , uno spazio che ha facilitato le relazioni e trasformato con creatività per l’occasione.

I partecipanti hanno infatti accolto la sfida di organizzare e realizzare un momento di incontro per la comunità di Forcellini , all’insegna dello stare insieme con semplicità.

“È tramite la consapevolezza delle piccole cose che si portano a casa grandi risultati” questo solo uno dei commenti a caldo dai partecipanti, in questo caso il giovane Nicola a conclusione del gioco, iniziato il 26 ottobre e terminato il 29 ottobre scorso.
La giornata clou, complice anche la pioggia, è stata domenica, in particolare nel pomeriggio.

Nello spazio a disposizione è nata un’esplosione di colori, in scena giochi d’altri tempi, racconti di quartiere e danze, il tutto accompagnato da vin brulè, cioccolata calda e dolci fatti in casa. Tra bambini dal volto colorato e anziani riuniti per giocare a carte, l’interazione intergenerazionale e lo scambio di saperi sono stati il fulcro della giornata. La comunità residente, non solo si è lasciata trasportare dalle numerose attività, ma ha contribuito attivamente a rendere ancora più autentica quest’iniziativa, come Paolo, che ha portato con sé la sua chitarra e ha intonato i grandi classici della musica italiana.

Grazie al Go Deep – racconta un’altra partecipante Giulia – mi sono focalizzata sull’utilizzo del corpo.

E ancora Noemi “ “Mi ha stupito il fatto di come le attività e la condivisione abbiano potuto funzionare tra persone così diverse tra loro”.

Al termine del gioco, data la risposta positiva del quartiere e l’interesse nel proseguire con la linea TOGETHERNESS, ovvero “stare insieme”, molti partecipanti hanno espresso la volontà di ripetere quest’esperienza e condividere altri momenti con la comunità.

Ecco perché l’organizzatrice del gioco, la cooperativa Il Sestante, una delle 13 cooperative del Consorzio Veneto Insieme, vorrebbe ora farsi promotrice dello sviluppo di una rete delle realtà attive in quartiere per la realizzazione di altre iniziative per il futuro, sempre nel territorio di Forcellini.

“Perché – queste le parole di Daniela di Nora, creatrice e facilitatrice del week end insieme ad Emiliano Bon Xena. Sono stati piantati dei semini per un modo completamente nuovo di connettersi e stare insieme”

A confermare la bontà dell’iniziativa, assieme alla volontà di esportare il gioco anche in altri quartieri della città, è anche l’assessore Francesca Benciolini assessore alla cooperazione internazionale e pace del Comune di Padova, passata domenica in Piazzetta Prosdocimi.

“Sono rimasta piacevolmente colpita dal gioco di comunità – racconta l’assessore – perché è un progetto che va a caccia di storie e restituisce dignità proprio alle storie delle persone che vivono i quartieri facendole diventare una storia collettiva e restituendo un racconto del quartiere. Inoltre mette assieme le persone su piani differenziati creando di fatto comunità ..Bello vedere anche i commercianti del posto prendere posto nel gioco assieme ai loro clienti e amici, bello vedere come ognuno ha rimandato agli altri la sua immagine del quartiere che diventa “casa” per tutti, sia per chi ci abita da anni, sia per chi magari è nuovo. Ho parlato con l’assessore alla partecipazione Nalin proprio per invitarla ad organizzare assieme anche in altri quartieri questa iniziativa”.

E con Go Deep Game si chiude anche il progetto Forcellini social Street un’iniziativa nata dall’incontro con altre associazioni del territorio che mira a trasformare lo spazio pubblico in un percorso che comprenda la ricostruzione del tessuto sociale, il recupero dell’identità e del senso di appartenenza, l’integrazione e la promozione del quartiere. Realizzato da Abracalam, Cooperativa Sociale Il Sestante, Contame, IlBookLab, Xena, Pel di Carota in collaborazione con The English School of Padua, Asd Koreos, CSV di Padova, Acegasapsamga, Itacà, Solidaria e il supporto di tante realtà commerciali del quartiere.

Il progetto ha avuto il finanziamento città delle idee del comune di Padova.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami