lunedì
19 novembre 2018

12:28

Debutta a Santa Giustina in Colle “La lampada dei desideri” la nuova produzione di Febo Teatro

Sabato 10 novembre alle ore 17.00 nella rassegna Rusticalia, presso il Teatro Parrocchiale di Santa Giustina in Colle, debutta la nuova produzione di Febo Teatro.

Fedele alla propria vocazione di un teatro sociale che non dimentichi il divertimento quale miglior veicolo per coinvolgere le nuove generazioni, con La Lampada dei Desideri Febo ci racconta la storia di Aladino: un ragazzo che vuole avere tutto e subito senza fatica, che passa le giornate a giocare ai videogiochi, senza alzare un dito, fino a quando è costretto a scendere al bazar sotto casa dove incontra Ali Babà, il padrone del negozio che gli regala una Lampada.

Il ragazzo, senza troppo interesse, la porta a casa e scopre che quella non è una lampada come le altre, ma è magica: esaudisce i desideri delle persone. Qui comincia l’avventura di Aladino il quale, tra colpi di scena e incontri, scoprirà come, se vuoi davvero qualcosa, non c’è magia più forte della volontà.

Uno spettacolo ironico costruito con diversi linguaggi teatrali (maschere, pupazzi) frammisti a incursioni tecnologiche (video, proiezioni grafiche).

Chi di noi non vorrebbe esaudire i proprio desideri facilmente? Senza fatica? Senza attese?

Eppure a volte è proprio nella fatica e nell’attesa che capiamo cosa realmente vogliamo. In un mondo in cui la velocità fa da padrone, è importante più che mai insegnare alle nuove generazioni a scegliere con cura i proprio desideri e a perseguirli nei giusti tempi e con costanza.

La rassegna: Rusticalia

Febo Teatro organizza questa rassegna assieme al Circolo NOI e al Comune di Santa Giustina in Colle. Si sono scelte delle proposte che potessero incontrare i gusti del pubblico e che esaltassero le qualità artistiche del territorio invitando artisti e spettacoli con un “sapore veneto doc”: chi utilizza come linguaggio scenico il dialetto, chi ambienta il racconto in questi luoghi, chi semplicemente è nato, cresciuto e lavora qui. Questo perché riteniamo importante comunicare quanto il teatro sia molto concreto e legato ai nostri territori più di quanto si pensi. Basti pensare a nomi illustri come Carlo Goldoni e Ruzzante o alla Commedia dell’Arte, famosa in tutto il mondo. Da questa consapevolezza si può partire per costruire insieme una realtà che includa il Teatro e lo spettacolo dal vivo come importante fondamenta per investigare dentro sé stessi, imparando a conoscere i propri talenti e per migliorarsi come singoli e come società.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami