domenica
16 dicembre 2018

12:31

Padova: Apertura dello spazio multiculturale Barco Teatro

Si apre, sabato 24 novembre 2018, un “barco” a Padova. Teatro, musica e cibo in un rinnovato antico spazio nel cuore della città.

Barco Teatro è un nuovo spazio/contenitore per eventi culturali nel centro di Padova. Fondato dall’Associazione musicale MoMùs MoreMusic in collaborazione con l’Associazione culturale Onòff-Spazio Aperto e con la Cucina di CLafèBistrò, Barco Teatro, si propone come spazio multiculturale e polivalente nel cuore della città.

Il nome “Barco” è stato scelto per rappresentare una duplice valenza etimologica e di significato: la prima deriva dall’origine stessa del luogo, la “Barchessa” della Villa Tron (edificio/magazzino a servizio della villa stessa), la seconda deriva dalla declinazione al maschile dello stesso termine “Barco”, con il significato antico di “barcone”, grossa imbarcazione a vela da trasporto.

È bello ricordare che proprio dietro Villa Tron i canali di S. Chiara e Alicorno formavano una piccola darsena, con mulini utilizzati anche per il maglio della fonderia nella quale, proprio accanto alla Barchessa, Donatello forgiava le opere destinate al Santo.

Barco Teatro dunque è inteso e riproposto come un magazzino di idee che si mette a servizio del pubblico e degli artisti che qui si vogliono incontrare e che qui sono approdati, nel cuore della città, depositando e scambiando culture, conoscenze, arti, musica.

Barco Teatro sorge in via Orto Botanico 12, all’interno del complesso di Villa Tron composto dalla villa seicentesca, la sua barchessa e il giardino, al centro di una delle più imponenti triangolazioni monumentali storicamente sedimentate della città di Padova, in posizione baricentrica tra istituzioni culturali, artistiche e religiose succedutesi nel tempo (Basilica del Santo, Orto Botanico, Museo Civico, ex-Antonianum e Prato della Valle). Luogo appartato e sospeso nel tempo, circondato da elementi architettonici di grande valore, lontano dai rumori del traffico urbano, cullato dallo scorrere delle acque degli storici canali di S. Chiara e Alicorno e inebriato dai profumi del prospiciente Orto Botanico e dello stesso giardino della Villa, Barco Teatro è allo stesso tempo strategicamente ben connesso e collegato col resto della città e del territorio da un sistema di trasporti pubblici e di parcheggi facenti capo al vicinissimo Prato della Valle.

Una location eccezionale in cui vengono organizzati eventi culturali poliedrici, affidati alle esperienze e alle specifiche competenze delle direzioni artistiche dei dipartimenti di musica (Momùs-More Music) e di teatro-arte-comunicazione (OnOff Spazio Aperto): concerti di musica da camera con il coinvolgimento dei migliori giovani talenti della scena internazionale e serate di teatro di impegno civile, comico, di tradizione, nella particolare formula della cena con spettacolo.

Tutti gli eventi sono concepiti strettamente connessi con la dimensione della formazione, attraverso l’organizzazione di masterclasses di musica, lezioni/concerto, incontri con i protagonisti, corsi di teatro e fotografia, laboratori e corsi di cucina.

A questa dualità di espressione artistica e formazione, le caratteristiche della struttura offrono anche la possibilità di accostare allestimenti di mostre d’arte, installazioni e altre performances di varia natura ma anche di affittare spazi, servizi e risorse a utenti esterni (istituzionali, aziendali e privati, per lo svolgimento di seminari, convegni, presentazioni, dibattiti, cene di gala, ecc.).

La presenza di un attrezzatissimo centro cottura, gestito professionalmente da una maestranza molto attenta alla qualità delle materie prime e con uno spiccato gusto nella preparazione di ricette e menu, permette di offrire alle attività previste un vero e proprio valore aggiunto. L’idea caratterizzante infatti è quella di offrire l’accostamento di eventi culinari ad alcune rappresentazioni teatrali, musicali, letterarie e di esposizione artistica: una performance teatrale, un concerto di musica classica, la presentazione di un libro o di una mostra d’arte, se precedute o seguite da un momento più conviviale, nel quale il pubblico ha l’opportunità di incontrare e conoscere gli artisti o gli autori magari durante una cena, un aperitivo, un tè o una degustazione di prodotti specifici, diventano immediatamente delle esperienze più complete, più coinvolgenti, divertenti e significative per un pubblico per il quale, ormai, l’offerta culturale di qualità in città è sicuramente molto variegata e disponibile ma allo stesso tempo molto tradizionale.

“Salire sul Barco” diventa così un’esperienza non solo di arricchimento culturale relativa ai contenuti e alle scelte dei programmi proposti, ma anche di convivialità e di condivisione relativa alle particolari modalità di partecipazione nonché alle caratteristiche architettoniche ed ambientali del luogo.

Direzione artistica per la musica: Giacomo Susani

Giacomo Susani (Padova, 1995) è unanimemente considerato uno tra i più interessanti giovani talenti della chitarra classica. Formatosi al Conservatorio di Vicenza e perfezionatosi a Londra alla Royal Academy of Music con i più alti risultati, è vincitore di importanti concorsi, premi e riconoscimenti a livello internazionale. Si esibisce con regolarità in recital solistici, in ensembles da camera e come solista con orchestra in Regno Unito e Europa, riscuotendo sempre entusiastici riscontri. Ha pubblicato con la casa discografica Stradivarius due cd solistici (“Susani plays Bach, Petrassi, Tansman, Weiss” nel 2015 e “Gebeth. Romantic music for Guitar. Mertz, Regondi” nel 2018); conduce una altrettanto importante attività nel campo della composizione, con al suo attivo due pubblicazioni per Armelin Musica edizioni (“Songs of Elegance and Wisdom”, 2017 e “Quintet for Guitar and String Quartet”, 2018).

Direzione artistica per il teatro: Vasco Mirandola

Vasco Mirandola è attore di teatro, di cinema e poeta. La sua carriera è stata riconosciuta da numerosi importanti premi. Le sue esperienze pregresse riguardano anche partecipazioni a prestigiose produzioni cinematografiche e televisive. Dal 2003 è direttore artistico, ideatore e presentatore di diverse produzioni televisive, progetti culturali, festival teatrali. Una parte significativa del suo lavoro è dedicata all’impegno nella diffusione della pratica teatrale nel mondo del disagio e della disabilità con l’ideazione di corsi, laboratori ed eventi in Italia, Francia e Portogallo. Dal 2005 propone percorsi di letture nelle case e tiene corsi teatrali di formazione per attori, corsi ECM per insegnanti, psicologi, operatori sociali, danzatori, portatori di handicap fisico e mentale, corsi di Teatro impresa. Dal 2014 è Direttore Artistico di OnOff Spazio Aperto. “Non urlare che mi rovini prezzemolo”, Studio Tesi, “IL solito tram tram il 16 il 16”, Comix, “Carpe Diem Trote Gnam” e “E se fosse lieve”, Cleup le sue pubblicazioni.

Direzione artistica per mostre/workshop: Luciano Tomasin

Dal 1992 è titolare di Luciano Tomasin Studio, agenzia di comunicazione e immagine operante in diversi ambiti (moda, turismo e alimentazione biologica) e finalizzata a pianificare e sviluppare progetti di comunicazione globale e corporate Identity, siti web e web marketing. Nel 2010 fonda a Padova OnOff Spazio Aperto, open-area ideata per presentare con innovazione l’interazione tra arte, musica, recitazione e performance design e nel quale sono stati realizzati eventi di teatro, musica, esposizioni di fotografia, pittura e scultura, workshops/stages di teatro, fotografia, video-making e musica sperimentale in collaborazione con Vasco Miradola. La sua esperienza pregressa riguarda, a partire dal 1982, la carriera di fotografo creativo e regista che lo ha portato a partecipare a importanti campagne pubblicitarie, a mostre internazionali di fotografia e alla collaborazione con importanti brands.

Responsabile eventi culinari e servizio cucina, bar e catering: Claudia Fioraso

Lo Chef Claudia Fioraso gestisce dal 2010 il CLafé Bistrò a Padova dove offre ai suoi clienti menu che seguono un ideale legato alla genuinità del prodotto e all’accoglienza del luogo. La passione per la cucina l’ha portata a sperimentare, in un’ottica di ricerca e di creatività, nuove ricette che si pongono come obiettivo principale la semplicità, l’equilibrio e l’esaltazione della materia prima e ha approfondito personalmente tecniche di preparazione e di cottura partendo dai consigli pratici dei più grandi chefs. Nel 2014 l’incontro con OnOff Spazio Aperto sancisce l’inizio dell’esperienza in eventi che prevedono la fusione fra cibo e arte: aperi-cena, buffet dopo spettacolo e cene a tema come momenti capaci di stimolare un modo di stare e lo scambio tra produttori, spettatori, artisti.

OPEN DAY DEL 24 NOVEMBRE

Per presentarsi alla città, Barco Teatro apre le sue porte nella giornata di sabato 24 novembre, dalle 11.00 alle 18.00. A partire dalla mattina il pubblico potrà entrare liberamente in questo finalmente disvelato angolo della città scoprendo lo spazio della ex-barchessa di Villa Tron, ristrutturato e restituito alla città in forma di Teatro con grande passione, attenzione e competenza dall’architetto Antonio Susani.

Questo l’ordine del giorno degli appuntamenti che scandiranno la giornata:

– ore 11.00 Apertura: Claudia, Federica, Antonio, Giacomo, Luciano, Vasco accolgono il pubblico che potrà, oltre che visitare lo spazio e le sue strutture, godere dell’esposizione delle opere d’arte del noto artista Carlo Schiavon che per l’occasione impreziosiranno Barco Teatro
– ore 11.30 Presentazione: Chi siamo, che idee abbiamo, cosa faremo. Breve condivisione dei progetti di musica, teatro, arte, cucina.
– ore 11.45: Evento teatrale: Le Città invisibili di Italo Calvino, lettura a cura di Vasco Mirandola, accompagnato alla chitarra e alla voce da Giorgio Gobbo
– ore 12.15: Brindisi di benvenuto
– ore 16.30: L’ora del tè
– ore 17.00: Chi siamo, che idee abbiamo, cosa faremo. Breve condivisione dei progetti di musica, teatro, arte, cucina. II appuntamento
– ore 17. 15: Evento musicale: musiche di Frescobaldi, Tarrega, Rodrigo, Sor, con Giacomo Susani alla chitarra classica.
– ore 18.00 Saluti

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami