lunedì
22 ottobre 2018

11:53

Conferenza unificata: sbloccati fondi per le scuole polesane

Riceviamo da Diego Crivellari e pubblichiamo:

Si sono finalmente sbloccati 2,5 milioni di euro per l’edilizia scolastica anche per il Polesine. La buona notizia arriva dall’ultima Conferenza Unificata in cui si è raggiunto un accordo che di fatto conferma la bontà delle scelte compiute dal precedente governo Gentiloni. Ora deve essere diffuso dal ministero il nuovo elenco, che ricalcherà nella sostanza quello già definito con decreto del 21 dicembre 2017, a cui farà seguito una nota a tutti i Comuni interessati. Da mesi i fondi erano in stallo per l’interpretazione restrittiva di una sentenza della Corte costituzionale, producendo incertezze nei tempi e sui bilanci delle amministrazioni locali, anche in Veneto dove sono in ballo progetti per l’adeguamento antisismico e strutturale delle scuole per diversi milioni di euro. Ora si proceda speditamente verso l’apertura dei cantieri così a lungo attesi e di vitale importanza per garantire la sicurezza dei nostri ragazzi. Ricapitolando, questi erano gli interventi previsti dal decreto per il Polesine: Costa di Rovigo, Scuola media Virgilio, 140.000 euro; Pettorazza Grimani, Scuola G. Rodari 410.754 euro; Bosaro, Scuola Sante Bonvento 1.295.000 + 338.000 (adeguamento sismico); Lendinara, Scuola Alberto Mario 75.000 euro; Taglio di Po, Istututo comprensivo Elia Maestri 150.000 euro; Rovigo, scuola elementare Boara Polesine, 150.000 euro.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami