mercoledì
20 marzo 2019

00:38

Decreto Salvini: Si scrive sicurezza si legge pericolo

Assemblea pubblica promossa dalla rete #indivisibili. Appuntamento mercoledì 19 dicembre ore 18.30, Hotel Regina Margherita di Rovigo. Interverranno: Giovanni Barbariol, avvocato associato Asgi (Associazione studi giuridici sull’immigrazione); Minka Ronald, delegato Filctem Cgil Padova; Giulia Bacchiega, presidente Legambiente Rovigo; Roberto Tommasi, referente regionale di Libera Veneto; Giovanna Pineda, referente diritti umani e civili, PRC polesano

A chi vuol metterci gli uni contro gli altri, una risposta netta:noi, noi che viviamo (o vorremmo vivere) di lavoro e non di rendita, siamo INDIVISIBILI

In Italia la situazione si fa di giorno in giorno più drammatica. Si moltiplicano in modo esponenziale le discriminazioni (dalle mense scolastiche ai buoni-libro), ma anche le violenze verso gli immigrati, mentre media e social soffiano sul fuoco con vere e proprie campagne di odio. A spingere per mobilitare i penultimi della società e metterli in guerra contro gli ultimi e gli ultimissimi, sono le stesse politiche securitarie del governo, che con il decreto sicurezza tradisce i principi della nostra Costituzione, i diritti umani e abbassa ulteriormente il grado di umanità nel nostro paese. Queste misure hanno l’evidente scopo di ostacolare l’accoglienza e rendere plausibili, anche sulla base di un’informazione tendenziosa o apertamente manipolata, azioni che trascendono ogni limite etico, ogni senso minimo di umanità.

Per effetto del nuovo decreto avremo migliaia di persone senza documenti e diritti per strada, migliaia di persone perderanno il lavoro, i mafiosi potranno ricomprare i beni a loro confiscati e si rischierà la galera se si parteciperà a manifestazioni pubbliche.

Non si può far finta di niente.

Chi ha a cuore i più elementari principi di civiltà, dall’accoglienza alla libera espressione di ciascuno e ciascuna; chi ha a cuore la salvaguardia degli spazi di libertà, autodeterminazione e democrazia; chi ritiene che il problema vero  sono  le ingiustizie e le disuguaglianze sociali, che crescono di giorno in giorno: ebbene, tutti costoro non possono continuare a starsene in silenzio.

Perché quello che noi quotidianamente facciamo, con le nostre limitate forze e nelle nostre diversità, metta assieme i valori della solidarietà e dell’accoglienza con la difesa dei beni comuni e dei diritti sociali. Perché riteniamo necessario ed urgente costruire un argine ampio contro le spinte razziste e i provvedimenti discriminatori. Perché sappiamo che c’è nel Paese una domanda di giustizia sociale. Perché crediamo ancora possibile costruire un argine contro le disuguaglianze e contro le condizioni di povertà che costringono milioni di persone ad una vita precaria e senza possibilità di futuro. Perché c’è l’urgenza di una presa di parola collettiva contro la deriva razzista e fascista del paese.

Per conoscere e per fare, la rete #indivisibili invita all’assemblea pubblica “decreto Salvini; si scrive sicurezza si legge pericolo”, mercoledì 19 dicembre alle 18,30 presso l’hotel Regina Margherita di Rovigo.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami