martedì
21 agosto 2018

21:37

Alberto Barbera ritira il Premio Paulon. Tutti i vincitori del 36° Asolo Art Film Festival

Dopo cinque giorni densi di appuntamenti tra film, performances, concerti e presentazioni di libri, si è concluso domenica sera il 36° Asolo Art Film Festival con la cerimonia di premiazione dei film vincitori. Oltre al premio per la miglior colonna sonora, intitolato al compositore asolano Gian Francesco Malipiero, sono stati assegnati tre premi per i vincitori delle sezioni concorsuali, in cui da quest’anno è suddiviso il Festival; il Gran Premio Asolo al vincitore assoluto e una menzione speciale, che la giuria internazionale presieduta da Carlo Montanaro ha ritenuto tributare a un corto d’arte di particolare rilevanza.

La cerimonia è stata preceduta dalla consegna del premio in ricordo della fondatrice del Festival, Flavia Paulon: destinatario il direttore del Festival del Cinema di Venezia Alberto Barbera, che di fronte al nutrito pubblico del Teatro Duse ha ringraziato gli organizzatori della rassegna asolana, “figlia” in fondo della sua Biennale.

Ha presentato la serata l’attrice Federica Rosellini, esibitasi anche in una performance sonora con l’orchestra La Rejoussance diretta da Elisabetta Maschio. E ancora musica in chiusura, con la riproposizione dell’applauditissima selezione “The Best of Music Videos“, curata da Elena Marcheschi, e l’esclusiva proiezione “James Brown. Keep on drivin’“, alla presenza del regista Adrian Maben.

A settembre il lancio della nuova edizione.

Di seguito l’elenco dei film premiati e le motivazioni indicate dalla giuria:

Premio Malipiero per la Colonna Sonora

EXPRMNTL

di Brecht Debachere, Francia/Belgio/Austria 2016

Sound editor: Boris Debachere

La storia della più recente avangardia cinematografica trova il suo complemento preciso con le scelte sonore che sottolineano le varie linee narrative tra il documento e la citazione.

Menzione speciale per il miglior corto d’arte

ESTATE

di Ronny Trocker, Francia/Belgio 2016

Un utilizzo sottilmente innovativo delle nuove tecnologie consente una pregnante allegoria dell’umana indifferenza.

Premio sezione “Film on Arts” (direttore artistico Riccardo De Cal)

GILLO DORFLES. OBJECTS/CHARACTERS

di Francesco Clerici, Italia 2017

L’ultimo ritratto del decano degli storici dell’arte italiani. Il racconto delle sue amicizie, degli oggetti che lo circondano nella sua casa permette al regista di rappresentarlo quasi come un’opera d’arte vivente.

Premio sezione “Scuole & Atelier” (direttore artistico Denis Brotto)

RAY RICHARDSON : OUR SIDE OF THE WATER

di Nina Degraeve, Belgio 2017

Un ritratto intenso di un “operaio dell’arte” che dipinge il contesto reale della sua vita.

Premio sezione “Nuove Visioni” (direttore artistico Elena Marcheschi)

FROM SURCE TO POEM

di Rosa Barba, Germania 2016

Una meditazione visuale girata in pellicola nel nuovo deposito della Library of Congress sulla conservazione digitale degli archivi realizzata con un montaggio virtuoso dell’immagine e del suono.

Gran Premio Asolo 2018

ROOSEMBERG

di Ingel Vaikla, Estonia/Belgio 2017

Per l’approfondimento sulle regole architettoniche poste in relazione con le regole monastiche, mediando tra l’antropologia e il film d’artista. Con una analoga rigorosità nell’utilizzo del colore, delle inquadrature e del ritmo del montaggio.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami