lunedì
18 marzo 2019

21:07

Consegna del Premio Nuvole in Veneto a Milo Manara

Si è svolta oggi, a palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, la cerimonia di consegna della seconda edizione del Premio ‘Nuvole in Veneto’, istituito dall’Associazione Culturale ‘VeneziaComix’ per omaggiare artisti che con le loro opere, sia di sceneggiatura che di grafica, hanno offerto un importante contributo alla cultura e alla tradizione veneta nell’arte del fumetto.

Il riconoscimento, per l’anno corrente, è andato al Maestro disegnatore veronese Milo Manara il quale, oltre che per il suo lavoro di fumettista, si è affermato come illustratore grazie a numerosi disegni, locandine cinematografiche (alcune addirittura per il grande Fellini) e portfolio, tratti dalle sue opere o riguardanti temi più generali, anche socialmente impegnati.

Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto ha introdotto la cerimonia sottolineando come “per il Consiglio Regionale da me rappresentato in questa sede istituzionale che, come amo ripetere a ogni incontro, deve essere considerata la ‘casa’ di tutti i Veneti, è un vero e proprio piacere offrire nuovamente ospitalità al premio ‘Nuvole in Veneto’, ai rappresentanti dell’associazione ‘VeneziaComix’ e al premiato, il maestro Milo Manara, altoatesino di nascita, residente della Valpolicella ma, in realtà, cittadino del mondo che non necessita certo di presentazione. Il mio è un piacere che raddoppia nell’unire all’esperienza internazionale di uno dei grandi maestri dell’arte, e in questo caso non ci possono essere dubbi nel definire il fumetto Arte con la ‘a’ maiuscola, la giovane età media dei membri dell’associazione ‘VeneziaComix’ che ha ideato il premio e che, da diversi anni, è impegnata a dare rinnovato lustro all’arte del fumetto, con la creazione dei supereroi veneti,  novità che non può che far sperare in un futuro artistico radioso”.

“Desidero, altresì, rendere il giusto omaggio a una personalità forte e importante come quella di Milo Manara – continua il Presidente del Consiglio –  che ha fatto conoscere il fumetto italiano nel mondo. E parliamo di ‘fumetto’ nel senso ampio del termine. A chi ha qualche dubbio, consiglio di leggere Caravaggio (la ristampa è appena uscita nelle edicole), oppure quel capolavoro assoluto che è ‘Tutto cominciò con un’estate indiana’, su sceneggiatura di un altro grande ‘veneto d’adozione’, il maestro Hugo Pratt, per non parlare poi delle creazioni e incursioni in quel territorio al di là dei confini del sogno, nate dal sodalizio singolarissimo con Federico Fellini”.

“Mi unisco ai ringraziamenti al maestro Manara per la lunga e gloriosa carriera – conclude il Presidente del Consiglio regionale – e spero che il suo sia il giusto esempio da imitare per chi, come fanno egregiamente gli organizzatori di questo premio, che speriamo di vedere rinnovato e più forte anno dopo anno, ha deciso di seguire le sue orme”.

Il premiato, Milo Manara “Per me è un onore ricevere questo premio qui a Venezia, che ritengo essere una città unica, un vero paradiso in terra, a cui mi legano ricordi straordinari e rapporti intensi con artisti del calibro di Dino Battaglia, Hugo Pratt e Alberto Ongaro, che purtroppo hanno fatto ‘un passo in avanti’. Questo riconoscimento impreziosisce la mia carriera, che è stata molto fortunata, in quanto ho avuto incontri insperati con persone straordinarie che mi hanno trasmesso e fatto amare l’arte del fumetto. Come affermava Pratt, il fumetto è letteratura disegnata, è sintesi tra disegno e letteratura. D’altra parte, il disegno è nel DNA del genere umano, è la prima espressione artistica nella storia dell’umanità, con gli affreschi sulle pareti delle caverne preistoriche. E i nostri bambini, prima ancora di imparare a parlare, si esprimono disegnando. Il ‘fumettaro’ è un letterato che sa anche disegnare bene. Il fumetto è arte narrativa, che presenta caratteristiche proprie, peculiari, ma che inevitabilmente si intreccia e sa dialogare con altre forme artistiche. Racconta storie attraverso il susseguirsi di immagini. Se normalmente il valore culturale e artistico di una determinata opera si misura non in base al soggetto ritratto, ma in virtù di come lo si ritrae, nel fumetto invece la prospettiva si capovolge, in quanto è fondamentale proprio il soggetto della vignetta”. 

Laura Scarpa, Presidente dell’Associazione ‘ComicOut’ “Il fumetto è una forma artistica, soprattutto grazie a Milo Manara. Le arti sono sempre in dialogo tra loro e questo si nota soprattutto nelle opere di Manara, con rapporti evidenti con i grandi artisti nel campo del disegno e della narrazione. Del resto, il fumetto è una sintesi tra disegno e narrazione e le opere di Manara hanno il pregio di essere, da una parte eleganti e colte, ma anche chiare, dirette e popolari”.

Fabrizio Capigatti, Presidente dell’Associazione ‘VeneziaComix’ “Questa è la seconda edizione del premio, con cui vogliamo rendere omaggio agli artisti che con il fumetto danno un significativo contributo culturale alla nostra società. Per la nostra associazione, che dal 2006 cerca di riportare in auge il fumetto a Venezia, partendo dall’assoluta convinzione che esso sia un’arte a tutti gli effetti, è un onore premiare oggi il Maestro Manara, che proprio dieci anni fa, nel 2008, avemmo l’onore e il piacere di ospitare alla mostra ‘Nuovi sogni’, allestita presso la Fondazione Querini Stampalia. Proprio allora iniziò il nostro sogno, che tutt’ora coltiviamo, ovvero quello, di dare vita, un giorno, a una Biennale del fumetto”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami