martedì
16 ottobre 2018

13:17

Le sculture di Cracking Art prendono posto a Jesolo

Elefanti, chiocciole, conigli e coccodrilli, tutti realizzati in plastica rigenerabile colorata, pronti a prendere posto nelle piazze di Jesolo grazie alla mostra Cracking Art. L’iniziativa è curata dall’Associazione “F.A.I. arte” con il sostegno del Comune di Jesolo e vedrà 12 opere raffiguranti animali realizzate dagli artisti del movimento Cracking Art, installate in quattro punti della città: Piazzetta Jesolo (vicino alla Biblioteca), Parco dei Cigni, Piazzetta Casa Bianca, Piazza Nember. Le stesse creazioni che saranno inaugurate il prossimo mercoledì 18 luglio alle ore 19.00 in piazzetta Casa Bianca, resteranno visibili al pubblico fino al 18 ottobre prossimo.

Attraverso questa esposizione, Jesolo si affianca ad altre importanti città internazionali, come Miami Beach, Dubai, Calais, Shanghai e molte altre, che hanno scelto di esporre nel loro tessuto urbano le particolari creazioni, stimolando così la riflessione sull’arte. Obiettivo del movimento Cracking Art, nato nel 1993, è quello di cambiare la storia dell’Arte attraverso un forte impegno sociale ed ambientale che, unito ad un innovativo uso dei materiali plastici, evoca la stretta relazione tra natura e realtà artificiale. Lo stesso concetto di Rigenerazione anima la storia artistica del movimento fin dalle sue origini e la plastica, materia d’elezione del movimento è dotata della proprietà virtualmente eterna di essere triturata e rimodellata in altre sculture.

L’obiettivo della nostra amministrazione è di spostare la nostra città su un piano culturale alto, capace di offrire contenuti di spessore e attrarre di conseguenza un pubblico attento a queste iniziative – è il pensiero dell’assessore alla Cultura, Otello Bergamo -. Cracking Art è una proposta di grande valore, confermata anche dalla sua dimensione internazionale, avendo trovato spazio in alcune delle principali città mondiali come Calais, Cleveland, Miami Beach, Shanghai e Bangkok. Jesolo è una delle prime località balneare ad avere il privilegio di unirsi a queste grandi realtà, con una rassegna che attraverso opere cerca di parlare all’ampio pubblico che visita la nostra località, facendolo riflettere e crescere. La dimostrazione che la cultura può trovare posto anche in una città di mare dalla vocazione balneare come la nostra. Un’esperienza unica nel suo genere, che attraverso la sua attenzione all’ambiente e alla natura consentirà di regalare una visione diversa della nostra meravigliosa città”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami