lunedì
27 maggio 2019

11:42

Sblocca cantieri, Balotta (Europa Verde): “Un attacco alla democrazia economica”

“Lo sblocca cantieri è un attacco alla ‘democrazia economica’ che non velocizzerà la realizzazione delle opere e favorirà il far west negli appalti ai danni della spesa pubblica” dice Dario Balotta, candidato di Europa Verde alle prossime elezioni europee del 26 maggio. Balotta ritiene che “anziché adottare regole chiare, semplici e veloci come quelle di grandi paesi europei che hanno recepito gli indirizzi del vecchio continente, l’Italia decide di tornare indietro e di rendersi ancora più vulnerabile a fenomeni di corruzione. Le norme approvate non abbassano il livello eccessivo di contenzioso, anzi”.

Il candidato dei Verdi spiega infatti che “alzare la soglia senza gara fino a 200mila euro significa alzare di conseguenza la soglia di discrezionalità nella scelta dell’operatore con l’effetto di ridurre la concorrenza e rendere poco trasparenti i criteri di assegnazione dei lavori. Consentire di modificare fino al 50% la variante dei progetti significa non poter valutare correttamente l’offerta in rapporto al costo dell’opera. Si approvano progetti anche con ribassi significativi che poi possono ricrescere senza controllo della spesa. Il subappalto a chi ha perso la gara favorisce la realizzazione di cartelli tra imprese prima della gara annullando così i poteri della stazione appaltante”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami