domenica
26 maggio 2019

03:57

Fita Veneto Teatro Amatori: “Il teatro per il sociale” workshop gratuito in Veneto, iscrizioni al via

Il progetto “Fondamenta” arriva in Veneto dal 6 all’8 giugno con un workshop gratuito sull’applicazione del linguaggio teatrale nel sociale. Candidature entro il 20 maggio per giovani dai 18 ai 30 anni. Partner della Federazione sono i Comuni di Adria (RO), dove si terrà il percorso formativo, e di Monticello Conte Otto (VI)

Arrivo in Veneto per “Fondamenta – Una rete di giovani per il sociale”, il grande progetto nazionale che la Federazione Italiana Teatro Amatori rivolge a persone tra i 18 e i 30 anni interessate all’applicazione dei linguaggi teatrali in ambito sociale, come strumento per agire in situazioni di disagio o di fragilità. La materia sarà al centro di un workshop di formazione gratuito, curato da Fita Veneto, in programma da giovedì 6 a sabato 8 giugno, cui farà seguito, nella mattinata di domenica 9, un incontro aperto al pubblico pensato come occasione di dialogo e confronto fra enti pubblici, istituzioni e realtà operanti nel settore. Partner istituzionali del progetto saranno i Comuni di Adria (Rovigo) e di Monticello Conte Otto (Vicenza). Il workshop si svolgerà nella Sala Federighi di Palazzo Tassoni, sede municipale di Adria.

Condotto da docenti  esperti nel campo del teatro e del sociale, il percorso formativo sarà articolato in diciotto ore complessive, suddivise in tre moduli: il primo di carattere informativo/esperienziale, condotto da Guido Zovico, “tessitore sociale” di lunga esperienza, noto tra l’altro come co-fondatore del Festival Biblico e responsabile dell’area partner e fund raising di “Padova capitale europea del volontariato 2020”; il secondo di didattica frontale e il terzo in forma laboratoriale, con al centro il teatro di figura, entrambi guidati da Biagio Graziano, educatore musicale e teatrale ed esperto di tecniche di educazione attiva, e Matteo Corbucci, docente di Pedagogia sperimentale all’Università di Roma “Sapienza”. 

Il bando del workshop è pubblicato nella sezione Fondamenta del sito www.fitateatro.it e nella speciale sezione dedicata al progetto nel sito www.fitaveneto.org, insieme alle domande di partecipazione, che dovranno essere inviate entro le 13 del 20 maggio all’indirizzo e-mail fitaveneto@fitaveneto.org, allegando curriculum vitae e copia di un documento di identità e con oggetto “Candidatura workshop Fondamenta”. Selezionati da un’apposita commissione, i partecipanti dovranno raggiungere con mezzi propri il luogo di svolgimento del workshop; l’alloggio (solo per i residenti oltre i 30 km) e il vitto saranno a carico dell’organizzazione.

Realizzato in partnership con l’Associazione Nazionale di Azione Sociale (Anas) e il Comitato Fita di Pordenone, il progetto “Fondamenta – Una rete di giovani per il sociale” prevede complessivamente 21 workshop, uno per ogni regione e nelle province autonome di Trento e Bolzano, ed è reso possibile dal finanziamento ottenuto dalla Federazione vincendo un apposito bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

«Siamo certi – commenta Mauro Dalla Villa, presidente Fita Veneto – che i nostri giovani sapranno comprendere il valore di questo workshop e sfruttarlo appieno: per tre giorni avranno infatti a disposizione docenti di altissima competenza ed esperienza e potranno conoscere – o approfondire, se già attivi nel settore sociale – un modo diverso di vivere il teatro e i suoi linguaggi, sviluppandone in prima persona le potenzialità come ponte per avvicinare, comprendere e sostenere».

«Quello che si sta compiendo con Fondamenta – commenta il veneto Aldo Zordan, vicepresidente nazionale Fita – è un progetto di ampio respiro, che trova terreno particolarmente fertile nella nostra regione, tra le più attive nel campo del teatro amatoriale a livello nazionale e tra quelle in cui il rapporto con le istituzioni è più profondo e consolidato. Non a caso i Comuni di Adria e di Monticello Conte Otto si sono immediatamente proposti come partner e stanno collaborando attivamente con noi per offrire una preziosa opportunità ai giovani e alle comunità coinvolte».

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami