sabato
25 maggio 2019

17:50

Europei pattinaggio artistico Ostrava 2017: Argento da favola nel libero della danza per Anna Cappellini e Luca Lanotte

credit foto Reuters

Dopo lo splendido bronzo nel libero arrivato grazie a Carolina Kostner, l’Italia del pattinaggio su ghiaccio ha conquistato un’altra medaglia agli Europei di Ostrava 2017. Anna Cappellini e Luca Lanotte hanno vinto l’argento nel libero della danza. Per la coppia allenata da Paola Mezzadri è la quinta medaglia consecutiva. L’impresa compiuta da Anna e Luca ha un valore ancora più grande se si considera quello che è successo dopo il programma corto da loro vinto, quando sette ore dopo la coppia è stata declassata al secondo posto per un errore valutato in un secondo momento, con la sottrazione di un punto decisa ben sette ore dopo il termine della gara. Una cosa mai vista. Ma la formidabile coppia azzurra non si è lasciata abbattere, anzi, è scesa in pista ancora più determinata e ha danzato un libero da favola, con un’interpretazione del Charlie Chaplin elegante, intensa, sontuosa, che ha stregato il pubblico.  Anna Cappellini e Luca Lanotte hanno chiuso la gara con il punteggio totale di 186.64, preceduti dai francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron con 189.67. Medaglia di bronzo per i russi Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev, primi dopo il corto, con 186.56. L’altra coppia azzurra, Charlene Guignard e Marco Fabbri ha chiuso al sesto posto con 163.68, complice una caduta, fortunatamente senza gravi conseguenze per la pattinatrice.

“Sono stati giorni difficili e imbarazzanti per molti, abbiamo subito un’ingiustizia e a maggior ragione siamo fieri di quanto realizzato. Ho anche commesso una sbavatura, ma abbiamo reagito al meglio, riscattando una prima parte di stagione che per più motivi era stata in salita. Adesso pensiamo ai Mondiali di Helsinki di fine marzo e a un risultato che abbiamo dimostrato potrà essere nuovamente importante”, ha dichiarato Anna Cappellini.

“Abbiamo accettato la decisione del pannello tecnico e, come sempre, non ci siamo tirati indietro, non sarebbe nel nostro stile. Il quinto podio consecutivo? Siamo vecchi, ma non smettiamo di lottare. Con una dedica personale a Giacomo, il mio bimbo nato il 14 ottobre”, ha aggiunto Luca Lanotte.

F.M.

.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami